Archive for Turismo e Viaggi

Forniture per B&B: Fas Italia presenta il nuovo sito

L’azienda di Ferenze mette a disposizione la propria esperienza nel settore ricettivo, offrendo ai propri partner un’ampia gamma di prodotti di cortesia e soluzioni per l’arredo delle camere. Grazie al nuovo sito web è possibile scoprire nel dettaglio le varie categorie di prodotti, specifiche per questo tipo di struttura ricettiva.

forniture alberghi Forniture per  B&B: Fas Italia presenta il nuovo sitoFirenze – 21 settembre 2014 – In Italia si contano circa 25.000 Bed and Breakfast: non stupisce quindi come questo segmento stia diventando sempre più importante all’interno del sistema di accoglienza nel nostro Paese. I Bed and Breakfast danno lavoro a circa 40.000 persone e producono un fatturato annuo che si aggira intorno ai 128 milioni di euro (fonte dei dati: Rapporto B&B Italia 2014).

A caratterizzare ogni struttura non è solo la posizione, ma anche il tipo di accoglienza e i servizi che essa offre. E proprio per venire incontro alle esigenze dei gestori di tali esercizi, Fas Italia, azienda toscana specializzata nel ramo delle forniture alberghiere ha realizzato un’offerta completae competitiva, ideata appositamente per i Bed and Breakfast e consultabile presso l’indirizzo web www.fornitureperbeb.it, dove si può visionare l’intero catalogo.

Il sito si suddivide in più sezioni per facilitare la navigazione agli utenti, che in questo modo possono reperire con grande velocità le informazioni sui singoli prodotti. Per esempio, nella categoria Set Cortesia è possibile visionare le varie proposte che si caratterizzano per l’alta qualità, naturalmente made in Italy, e per i ridotti quantitativi, che si addicono particolarmente a questa tipologia di struttura.

In camera non possono mancare complementi di accoglienza quali casseforti e frigobar, prodotti ad alto contenuto tecnologico per i quali Fas Italia è rinomata. Nella categoria degli Accessori Camera figurano anche il bollitore e il reggivaligia. Sono presenti inoltre gli accessori per il bagno, che rendono questo ambiente ancora più funzionale e accogliente.

Grande attenzione è destinata poi all’allestimento della sala colazione, per la quale Fas Italia propone attrezzature compatte per andare incontro alle specifiche esigenze di spazio. In più, è possibile scegliere i relativi prodotti food & beverage biologici e naturali, non solo per la prima colazione, ma anche per rifornire i frigobar.

Le strutture ricettive che desiderano avvalersi della partnership dell’azienda toscana, pertanto, potranno contare sulla qualità dei prodotti, che è la stessa della linea professionale per gli alberghi. Per creare un rapporto solido e duraturo con i gestori dei B&B, Fas Italia mette a disposizione un unico referente che con esperienza e professionalità può dare la giusta consulenza per acquisti mirati e specifici per questa tipologia di attività.

Infine, ma non meno importante, è la consulenza mirata all’allestimento del Bed and Breakfast. Coloro che vogliono mettere su un B&B, ma anche coloro che desiderano rinnovare la propria struttura, potranno richiedere a Fas Italia, oltre che le camere di produzione industriale anche una produzione artigianale su misura di camere, con finiture personalizzate in base al gusto del cliente.

Si può realizzare qualsiasi tipo di mobile, dall’armadio ai comodini, dal letto alla scrivania con posa valigie: c’è anche la possibilità di acquistare un singolo pezzo di arredo, come ad esempio un armadio o la scrivania.

Fas Italia si conferma dunque come un punto di riferimento nell’ambito delle forniture per alberghi e Bed and Breakfast, dando la possibilità ai partner di allestire la propria struttura ricettiva con prodotti e servizi di alto livello qualitativo.

Fas Italia
Il valore aggiunto per le strutture ricettive

Commenti

Un po’ di leggenda

Nella splendida baia di Torre dell’Orso, una delle più rinomate località turistiche del Salento, nel mare limpido che si fonde con l’orizzonte si possono ammirare due faraglioni. Si tratta di due rocce molto simili, che la gente del posto chiama “Le due sorelle”.

Secondo una leggenda la cui origine si perde nella notte dei tempi, due belle ragazze, per sfuggire all’ afa di una giornata estiva, andarono sugli scogli di Torre dell’Orso per rigenerarsi con la fresca brezza marina.

Una delle due, quasi ipnotizzata dal profumo di salsedine, si precipitò in mare, come se fosse alla ricerca disperata di un amore. Una volta in acqua, però, si trovò in difficoltà e la sorella, accortasi, si gettò in mare in suo soccorso, in pochi attimi entrambe finirono in balia delle onde. Le loro grida vennero udite da un pescatore che, giunto in riva al mare, vide solo emergere dall’ acqua le due grandi rocce Da allora i due faraglioni presero il nome di “Le due sorelle”.

Un’altra leggenda, invece, vuole che la località prenda il nome da una pietra a forma di orso che si può ancora vedere guardando la spiaggia. Nonostante siano stati svolti lavori costanti di erosione, si può distintamente riconoscere il profilo dell’animale, con il muso e le orecchie.

Un posto carico di storia e tradizione, dunque, questa splendida località che ogni anno accoglie migliaia di visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa. Importanza assume il b&b a Borgagne, “Via Castello” ,a pochi km di distanza da queste località marine, inoltre esso ha la cortesia e la gentilezza come proprio biglietto da visita, mettendo innanzi a noi tutti i migliori servizi che consentono di godere un meritato svago.

Un soggiorno presso il b&b a Borgagne è un modo per poter trascorrere il nostro tempo libero a stretto contatto con una natura meravigliosa e rigogliosa.

Tutto questo è solo una parziale visione che un soggiorno nel b&b a Borgagne è in grado di offrire ai proprio visitatori.

 

Commenti

Alberghi vicino al parco di Gardaland

Se state pensando ad una meta dove poter portare la vostra famiglia, e magari avete anche figli piccoli, ma volete solo trascorrere una giornata di allegria e spensieratezza, allora il posto ideale è sicuramente il parco di divertimenti numero 1 in Italia, ovvero Gardaland. Si tratta davvero della soluzione ideale perché al suo interno si possono divertire persone di tutte le età, dai più piccini – con le loro aree tematiche dedicate- fino ai più grandi, che potranno sbizzarrirsi tra le ben 32 attrazioni del parco, e le sue ben 6 tipologie differenti di montagne russe.

Ma non solo: all’interno di Gardaland oltre alle giostre sono presenti anche teatri come il Gardaland theatre e persino un acquario gigantesco come il Gardaland Sea Life. Ancora, sulla Nave dei pirati sono previsti diversi show: l’equipaggio dei Corsari di Gardaland è pronta a salpare verso gli oceani con il loro maestoso galeone; saranno in grado di trovare un capitano degno del talento? Provate a vivere l’avventura a Gardaland! Oppure potete rivivere la magia di Madagascar: nel corso della loro straordinaria avventura in tutta Europa, i personaggi del Madagascar, film di successo, stanno portando il loro circo a Gardaland! Qui stupiranno bambini e adulti ogni giorno con uno spettacolo dal vivo diverso da qualsiasi altro abbiate mai visto! Assicuratevi di non perdere la fantastica opportunità di incontrare Alex, Gloria, Re Julien e i Pinguini, solo a Gardaland! Inoltre vi sono diversi e tra i più disparati punti ristoro e alberghi convenzionati vicino a Gardaland, negozi dove trovare gadget e ricordini davvero originali e attrazioni dove poter ammirare in tutta la sua bellezza dall’alto sia il parco che l’ambiente circostante, ovvero la splendida cornice del lago di Garda. Oppure si può fare un giro nel Parco con il trenino, o ancora farsi trascinare dall’avventura nelle sue attrazioni più ‘pazze’.

Commenti

Tradizioni valdostane: Désarpa a Valtournenche e in altre località

La fine dell’estate vede svolgersi una delle più importanti feste tradizionali Valle d’Aosta: la Désarpa.

Si tratta di una manifestazione molto sentita dalla popolazione di tutta la regione e che vede lo svolgimento di un tradizionale e inusuale corteo che attraversa le vie dei principali centri della valle. Le mucche scendono a valle dopo aver trascorso l’estate negli alpeggi ai piedi delle cime più alte d’Europa, e il loro ritorno alle stalle dei villaggi è festeggiato in un modo che si può definire trionfale. Gli allevatori spazzolano accuratamente i mantelli, addobbano le loro mucche con ornamenti colorati e fiori e, al collo, pongono dei grossi campanacci che, da lontano, annunciano a tutti il loro ingresso in paese. La gente le accoglie come delle vere star e non potrebbe essere altrimenti, visto che, in passato, era proprio l’allevamento la principale attività della regione.

La Désarpa, come altre tradizioni valdostane, ha origini antiche, da sempre infatti la discesa a valle delle bovine è una sorta di festa per gli allevatori, che possono finalmente tornare a casa dopo aver trascorso l’estate in alta montagna. Un tempo erano le intere famiglie, nuovamente riunite, a far festa nel giorno di San Michele, il 29 settembre, per onorare l’Arcangelo molto venerato nelle valli piemontesi, e tale data, che segna in pratica l’inizio dell’autunno, è quella a cavallo della quale avviene anche tuttora la Désarpa.

Il corteo delle mucche si tiene in diverse località della valle e, oggi più che mai, viene festeggiato con la massima solennità. Ogni comune, soprattutto per motivi turistici, sceglie una data diversa per il ritorno delle bovine in paese e, quest’anno, la Désarpa si terrà con particolare fasto ad Aosta, Cogne, Valtournenche e Valgrisenche. La Désarpa Aosta ha avuto un prologo nel mese di agosto, quando in città sono stati organizzati eventi legati al mondo agricolo, con degustazioni della saporita fontina e con la possibilità di salire agli alpeggi per visitare gli ambienti dove avviene la produzione e la stagionatura del celebre formaggio. Se le feste Aosta si tengono ad agosto, a Cogne invece la Désarpa slitta al 4 ottobre, mentre Valtournenche e Valgrisenche tengono le loro manifestazioni il 27 settembre per approfittare del weekend.

Lungo il percorso delle mucche vengono predisposti piccoli punti di ristoro e le bovine, accompagnate dalla popolazione in abiti tradizionali, dalle guide alpine e dai maestri di sci, fanno il loro trionfale ingresso in paese al suono dei campanacci che portano al collo. Si festeggia poi con lauti pranzi, musiche e danze. In particolare a Valtournenche le bovine scenderanno lungo la Strada Regionale 46 e, a partire dalle 9.00, transiteranno da Maèn e Perreres. Dopo le 10.30 saranno Buisson, Antey-Saint-André e Breuil-Cervinia-Valtournenche ad assistere al loro passaggio e, ad accompagnarle, ci saranno anche bande musicali e majorette, mentre sarà possibile degustare gli squisiti prodotti locali e alle 13.00 seguirà un gustoso pranzo (a pagamento). Non mancherà una mostra mercato dell’artigianato locale per chi vuole conoscere a fondo l’abilità dei tanti artigiani della valle.

Poiché il traffico automobilistico viene interrotto sulle strade interessate dal passaggio delle mucche, verrà istituito un apposito servizio navetta che, dalle 8.00 del mattino e fino alle 15.00, condurrà i turisti da Buisson a Valtournenche.

Commenti

Autonoleggio con conducente a Palermo: ottima idea per i turisti

Usufruire di un servizio di autonoleggio con conducente a Palermo è una soluzione ampiamente prediletta dai turisti che raggiungono la Sicilia in aereo, atterrando appunto presso l’aeroporto internazionale di Palermo.

Il turista che raggiunge la Sicilia in questo modo, infatti, deve poter raggiungere la struttura ricettiva presso la quale ha prenotato: in molte occasioni, i viaggiatori scelgono di pernottare in alberghi o strutture di altro tipo situate a Palermo, ma non sono affatto rari i casi in cui i viaggiatori optano per località anche piuttosto lontane, basti pensare, ad esempio, a mete turistiche particolarmente gettonate ed affascinanti quali Cefalù, San Vito lo Capo, Marsala.

Un servizio di autonoleggio con conducente a Palermo è in genere preferito a quello del classico taxi proprio perché, in questi casi, non vi sono limiti di alcun tipo al tragitto che è possibile percorrere: il taxi, in genere, opera esclusivamente a livello urbano e limitrofo, al contrario invece le agenzie che offrono questi servizi possono percorrere senza problemi anche tragitti ben superiori ai 100 Km.

Per questo servizio, la prenotazione è particolarmente agevole e può essere effettuata direttamente online, collegandosi ai siti web ufficiali delle agenzie che offrono, appunto, servizi di autonoleggio con conducente a Palermo.

Al cliente è data anche la possibilità di annullare la prenotazione eseguita, e non è previsto alcun tipo di penale, a patto che, ovviamente, l’annullamento non arrivi oltre le 48 ore dall’inizio del servizio.

A livello logistico, questo tipo di soluzione è assolutamente ottima per chi raggiunge la Sicilia in aereo: in questo modo infatti, una volta atterrati, non ci si dovrà preoccupare di individuare un taxi, dal momento che la navetta sarà già a disposizione sulla base dell’orario richiesto al momento della prenotazione online.

Si tratta, come detto, di navette rigorosamente private, di conseguenza il veicolo non dovrà affatto essere condiviso con altri passeggeri, ad eccezione ovviamente dei membri del proprio gruppo; nella grande maggioranza dei casi, inoltre, le agenzie operanti nel settore utilizzano esclusivamente veicoli di alto livello, opportunamente controllati, revisionati ed assicurati.

Il servizio di noleggio conducente Palermo è valido, ovviamente, sia nel trasferimento dall’aeroporto alla zona di interesse che per quanto riguarda il percorso inverso, nonché per qualsiasi altro percorso sul territorio siciliano, magari per scoprire una zona considerata turisticamente interessante.

Gli autisti impiegati dalle agenzie in questione, inoltre, hanno un’ottima conoscenza della lingua inglese e di altre lingue importanti, al fine di poter comunicare in modo efficace anche con turisti stranieri.

Commenti

Fiction Travel – Viaggia nel mondo delle fiction

Chi siamo noi di Fiction Travel ? Siamo un sito web che tratta l’argomento delle fiction.

La cosa divertente è che se sei un’appassionato sfegatato delle fiction, ti diamo la possibilità di visitare tutti i luoghi delle tue serie tv preferite per rivivere episodio per episodio.

I nostri metodi di ricerca alternativi ti consentono di non andare più a ricercare una fiction per mille pagine, li puoi provare: sono semplici e divertenti.

Abbiamo una scheda attore, dove al suo interno oltre alla biografia c’è la presenza di ogni sorta di news, le fiction fatte in precedenza e moltissime altre informazioni a riguardo.

Per quel che riguarda gli scrittori ed i registi, ci sono delle pagine apposite dove come gli attori vengono fornite una moltitudine di informazioni agli utenti che lo visitano.

Noi di fiction travel ti diamo la possibilità di ricercare una pagina anche in base al genere, che spettacolo!

per ultimo, ma non meno importante è la pagina che riguarda i luoghi delle fiction.

Ti diamo la possibilità di informarti sui luoghi in cui sono ambientate le fiction Tv che più preferisci.

Che ne pensi di andare a farci un salto? Ti diamo modo di leggere come raggiungere questi splendidi luoghi e di programmare le tue vacanze. Addirittura leggerai anche gli sport e le mete più gettonate, non escludendo le tappe turistiche da fiction!!!

Visita il nostro sito: http://www.fictiontravel.it

Commenti

Un volo alle Seychelles: un paradiso terrestre

Senz’altro i voli per Seychelles per noi occidentali divengono una destinazione prediletta per la fase invernale quando vengono individuate come meta ideale per passarvi le festività natalizie uscendo dalla solita monotonia e concedendo di fuggire dal freddo che ci irrita in questa stagione. In più, un volo per le Seychelles può concedere un viaggio di ogni genere che spazia dal relax sul lido per finire a tanti eventi che, in tutto l’anno, si celebrano proprio all’interno di questo stupendo gruppo di isole. Gli eventi che si dipanano nelle isole sono molti ma i più famosi sicuramente sono la Sailing Cup, il festival delle arti, il famosissimo World Wetland Week e per finire l’imperdibile FetAfrik.
volo seychelles 300x150 Un volo alle Seychelles: un paradiso terrestre
E’ un’idea comune ritenere che i voli per le Seychelles possano costare tanto data la distanza abissale dall’Europa, ma non è così. Infatti, anche se questi atolli si situano sopra il Madagascar e quindi in Africa, il prezzo di un volo per le Seychelles può oscillare da un massimo di 800€, se prenotato in alta stagione e a pochi giorni dalla partenza, a un minimo di 100€, se prenotato qualche mese prima della partenza e magari attraverso qualche agenzia di viaggi indirizzata in questo tipo di viaggi.

Va considerato anche che un volo per le Seychelles può durare circa 15h, in media, e quindi è consigliabile scegliere di andare per un lasso di tempo abbastanza lungo visto che una settimana probabilmente sarebbe troppo poca per poter visitare tutte le incantevoliisole che questo atollo ha da donare, senza pensare al fatto che i voli per le Seychelles di andata e di ritorno prenotati a distanza di due settimane l’uno dall’altro hanno un costo minore rispetto ai voli nella stessa settimana.

Commenti

Ristrutturazioni masserie

Nate tra il sedicesimo e diciassettesimo secolo, le masserie a Lecce non erano null’altro che case rurali padronali fortificate che possono in qualche modo essere considerate alla stregua dei paradores spagnoli o dei Relais & Châteaux francesi.

Le strutture originali delle masserie a Lecce furono modificate nell’architettura per adattarsi alle esigenze del tempo, snaturando in questo modo l’antico stile con il quale erano state edificate, pur mantenendo intatto lo scopo della loro funzione di case padronali di campagna.

La masseria rappresenta il segno più diretto del rapporto uomo-lavoro-produzione, ma si pone anche come elemento caratterizzante e qualificante del paesaggio agrario.

Essa è la testimonianza del latifondo meridionale e si presenta come la realizzazione del rapporto tra le classi dominanti e le classi dominate, ossia tra la nobiltà e i contadini. Con il loro

patrimonio culturale, caratterizzano particolari momenti della storia economica e sociale del Mezzogiorno e i loro fabbricati rivelano i momenti felici del rapporto città-campagna.

Nel Salento c’è stato un vero e proprio recupero delle masserie che, perdendo l’originaria funzione legata all’agricoltura, si sono rigenerate per essere dei luoghi di vacanza e relax.

Oggi, le masserie a Lecce si sono mutate in splendidi Resort con formula bed & breakfast o veri e propri agriturismi dove è possibile soggiornare in ambienti totalmente confortevoli e perfettamente arredati, ma dove si respira ancora  l’atmosfera di un tempo accompagnata dalle coccole discrete dell’ospitalità salentina.

Ma in tutte indistintamente si potrà vivere un soggiorno all’insegna di un recupero delle tradizioni di una bellissima terra che vi porta alla scoperta di affascinanti ricette culinarie da preparare durante una vacanza in masseria senza rinunciare alle comodità, alla particolarità dell’architettura e a quanto offre il territorio.

Per coloro che non abbiano ancora sperimentato la qualità che può offrire una vacanza in una masseria del Salento, è arrivato il momento di farlo.

Comments (1)

Salento e Turismo, binomio perfetto

Mediante un accurato sondaggio eseguito dall’Osservatorio nazionale di AgrieTour si è potuto constatare il fatto che il Salento ed il Gargano per il corrente anno 2014 hanno registrato il maggior numero di presenze nei vari agriturismi pugliesi con un cospicuo aumento del cinque per cento in più rispetto all’anno 2013 di prenotazioni nelle imprese agrituristiche.

La regione Puglia assieme alla Sicilia e alla Sardegna risulta la meta vacanziera prediletta soprattutto dai turisti italiani, che continuano a preferire le vacanze al mare e a contatto con la natura o per meglio dire una vera e propria vacanza rurale.

alle statistiche si può chiaramente constatare il frequente incremento turistico dettato dalla presenza di un importante patrimonio culturale, paesaggistico ed enogastronomico che la regione Puglia offre ai visitatori non solo italiani.

Il Pavone, agriturismo a Porto Cesareo o è in grado di  promuovere non solo la propria struttura ricettiva ma l’intero comprensorio turistico, con un effetto domino che ricade sulle attività del territorio.

L’ agriturismo a Porto Cesareo è la voce degli eventi, delle tradizioni, delle manifestazioni culturali Made in Salento, che  negli ultimi anni sta avendo una forte esposizione mediatica, ed è riuscita soprattutto grazie alle sue bellezze paesaggistiche a staccare molte altre regioni per flussi turistici in entrata.

La Puglia funziona ma come tutti i prodotti , anche se è triste definirla un semplice “prodotto” ,bisogna cercare di reinventarsi e proporsi con peculiarità sempre nuove.

Il mare attira, abbiamo paesaggi unici, gastronomia di alto livello e in questo momento bisogna dare nuovi stimoli alla domanda e all’offerta per prolungare l’appeal e differenziarsi ancor di più. Non siamo la nuova Toscana, nemmeno l’alternativa alla costiera Amalfitana, siamo La Puglia con una propria identità e cultura, identità con la sua cultura che devono diventare esperienze fruibili e non solo concetti. Alla ricettività bisogna legare il territorio in maniera viscerale.

Vivere un’esperienza, vivere il territorio, seguendo percorsi poco tracciati, vivere e calarsi in un racconto, sono le nuove forme di turismo attivo che il Pavone, agriturismo a Porto Cesareo si propone di fare.

Commenti

Ristorante a Otranto: Alla Risacca

Il mare di Otranto, i suoi saliscendi, le sue nicchie e i suoi vicoli sono un’attrazione a cui sarebbe difficile resistere e il motivo che ha reso la città una delle mete turistiche più ambite dell’ultimo decennio. Ciò nonostante, occorre ricordare che è una città che offre tantissimo, anche al di là del paesaggio naturale, delle zone di passeggio e delle vetrine, dai vari tipi di ristorante a Otranto per turisti. È un luogo ricco di storia, di arte, di storie da raccontare, che nel corso dei secoli sono state incise nella pietra e nel marmo, rendendo la località una narrazione lunga millenni. Se è vero che non si possa fare a meno di venire conquistati da una natura unica e incantevole, è vero anche che, già che siete lì, sarebbe un peccato non visitare alcuni luoghi di interesse che non escludono ogni tipo di divertimento e di ristorante dove potersi rigenerare.

L’attrazione principale è certamente costituta dal Castello, edificato in epoca Angioina tra il 1485 e il 1498. Appena cinque anni prima, la città era stata devastata dall’invasione turca e il governo aveva deciso di correre ai ripari, vista la continua minaccia ottomana apportata verso uno dei luoghi strategici chiave del Mediterraneo.

Altro reperto straordinario è la Cattedrale di Otranto, edificata tra il 1080 e il 1088. Essa fu realizzata grazie a importanti finanziamenti da parte del re e alla manovalanza gratuita offerte dalla cittadinanza. La splendida cattedrale è testimonianza fondamentale dell’intera identità otrantina, sintesi perfetta di stili cristiano, bizantino e romanico e dunque specchio delle dominazioni che modificarono l’assetto strutturale della città. Anche il mosaico custodito all’interno è realizzato all’insegna dell’integrazione.

Commenti