Archive for Turismo e Viaggi

Parisflatlist: un sito per il turista con tanti annunci su appartamenti a Parigi, e eventi al centro della città!

Sul portale ParisFlatList puoi trovare una guida interattiva per turisti, totalmente dedicata a chi cerca degli appartamenti in affitto a Parigi.
Da oggi è ancora più semplice scegliere dove alloggiare a Parigi. Visita la versione italian del portale  www.parisflatlist.com e scopri le offerte di affitto per appartamenti a Parigi, o nei migliori quartieri per la movida notturna e culturale.
Inoltre, è possibile orientarsi oltre il prezzo degli appartamenti, trovando le informazioni necessarie per conoscere Parigi, che sono inserite sulla mappa e nella guida.
Nella sezione Guide di ParisFlatList potrai trovare le zone di Parigi (Paris Area) con le informazioni dettagliate e divise per arrondissement, in altre parole i quartieri di Parigi.
Nella guida del viaggiatore, troverai le informazioni indispensabili per il tuo soggiorno parigino, per sentirsi come un vero parisienne, indicazioni pratiche per muoversi in città, sui taxi e sugli aeroporti, sulle biglietterie per i mezzi di trasporto e musei e sui punti di riferimento.
A tua disposizione, tutto quello che riguarda la vita parigina di giorno e di notte: dai locali ai ristoranti, i musei e le attrazioni turistiche nei dintorni del tuo alloggio… una piccola guida di viaggio che non ti farà perdere i luoghi che valgono la pena di visitare, nelle vicinanze dell`appartamento che vuoi prendere in affitto nel centro di Parigi.
Infine, trovi gli eventi di Parigi: esclusivi, unici, sempre sorprendenti e internazionali. Se vuoi prendere degli appartamenti in affitto a Parigi per far coincidere la tua vacanza con particolari eventi, leggi bene questa sezione: gli eventi della capitale francese sono tanti. Per ogni mese troverai eventi artistici, musicali, istituzionali, sportivi, in una città che non dorme mai!
Allora, hai già scelto dove vuoi alloggiare a Parigi?
Consulta la mappa della città e la guida del viaggiatore per progettare le vacanze a Parigi senza stress fin da casa. In ogni quartiere troverai facilmente il tuo appartamento ideale da affittare.
Tutti gli appartamenti su ParisFlatList sono completi di servizi, elettrodomestici e suppellettili, spesso con cortili e terrazzi, dove poter godere al meglio di una città meravigliosa come la celebre Ville Lumière.
Per avere un`idea dei tanti appartamenti in affitto a Parigi, puoi visionare le foto e i prezzi: ci sono offerte per ogni esigenza. Come ad esempio, l’appartamento in affitto nel divertente Quartiere Latino, da 75 euro a notte, per arrivare a flat raffinati negli Champs Elysées a 130 euro, tra lo chic del centro storico più classico.
Le migliori case sono quelle del centro storico, che potrai scoprire in anteprima sia attraverso le foto sia tramite la mappa interattiva. In questo modo, unendo le informazioni dalla guida di Parigi sugli eventi e i luoghi da visitare, con le informazioni sui singoli appartamenti in affitto, ne ricaverai una visione completa per il tuo soggiorno a Parigi, all`insegna dell`organizzazione e dell`ottimizzazione dei tuoi tempi.
Relax ottimizzato… ecco cosa ti offre ParisFlatList!

Informazioni:
Paris Flat List
Web: it.parisflatlist.com
Email: info@parisflatlist.com
Tel: (+33)6 20 36 59 23

Commenti

Vacanze al mare dell’isola d’Elba: sport e relax lungo le coste

Una vacanza al mare dell’Isola d’Elba, lungo le coste dell’incantevole Isola di Venere, paradiso acquatico del Tirreno. Con proposte per tutti i gusti, tra sport e divertimento, da cogliere al volo se ad agosto siete rimasti in città.

Il mese più bello per andare al mare? Settembre. No, non è un luogo comune ma se preferite la calma della bassa stagione e non volete rischiare di trovare l’acqua ancora fredda come a giugno, allora settembre è davvero il periodo migliore per una rilassante vacanza al mare. E se siete dei veri appassionati dallo spirito sportivo, ecco l’itinerario giusto per voi.

villaggi sul mare Elba

Le acque sono terse fino ad ottobre e gli hotel organizzano escursioni e attività fino alla fine della stagione estiva. Kayak, immersioni, gite in barca a vela, snorkeling, whale watching: ecco alcune delle attività che si possono praticare alloggiando nei villaggi sul mare dell’Elba, senza dimenticare il divertimento e una buona dose di spensieratezza. L’isola offre quasi 150 chilometri di coste incantevoli. Prevedete una partenza dalla punta della costa nord-occidentale, Capo Sant’Andrea, un’isola “nell’isola” molto apprezzata dai turisti e molto amata dalla gente del posto. Da qui si puntano le vele in direzione di Pianosa o Capraia e non è raro incrociare sulla rotta balene e delfini (è il cosiddetto Santuario dei Cetacei). Lungo il tragitto sarà possibile fermarsi per un giro in kayak o un tour di snorkeling, ammirando i fondali incantevoli.

Tra le spiagge più belle dove la sosta è d’obbligo vi segnaliamo a nord, nella zona di Portoferraio, la famosa spiaggia della Padulella e quella di Capo Bianco e l’imperdibile tramonto sul mare di Viticcio, con lo sfondo della Corsica; a sud, nella parte ovest dell’Isola, esplorate la Costa del Sole partendo dalla Baia di Fetovaia fino al mare turchese di Cavoli in barca a vela e arrivate a Capo Stella. Non dimenticate i kayak a bordo, questo litorale offre coste rocciose, falesie e calette incontaminate di una bellezza paradisiaca.

Per i sub e gli amanti del diving, le immersioni più belle si trovano a Marina di Campo, base dalla quale partire alla volta di oltre 40 punti d’immersione fino a Pianosa. E per gli appassionati sub segnaliamo Parco Boe, lungo la costa di Capoliveri, con undici boe segnalate dal Consorzio Elbano Diving, luminose, radabili e fissate al fondo marino secondo normativa vigente. Un’occasione unica per esplorare i fondali in tutta sicurezza a stretto contatto con questa natura incontaminata.

Commenti

Residenze estive storiche nel Salento

Le corti di Begio, residenze estivenel Salento a Patù. Rifiniti appartamenti in una dimora storica con giardino privato, ingresso, soggiorno, due camere da letto, bagno. Attrezzata con piscina riscaldata e zona relax. Tutto vicino alle più belle spiaggie del Salento, Pescoluse e San Gregorio.

 

http://www.lecortidibegio.com/

Commenti

Cambiaso & Risso, La Mercantile, SH.SE. Shipping Services si aggiudicano la gara per la gestione della banchina Italia a La Spezia

La gestione del Molo Italia nel porto di La Spezia sarà affidata all’Associazione Temporanea di Imprese (ATI) costituita da Cambiaso & Risso Shipping Services, La Mercantile e SH. SE. Shipping Services, a seguito della vittoria della gara indetta dall’Autorità portuale della città. Questa concessione avviene con procedura aperta e avrà durata di dieci mesi, nello specifico dal 30 marzo 2015 al 31 dicembre 2015, eventualmente prorogabili. Questo molo rappresenta un importante punto di riferimento per la zona dell’Alto Tirreno, in quanto si tratta dell’unico attracco nella tratta tra Genova e Livorno a poter offrire servizi riservati a imbarcazioni quali navi da crociera e mega yacht. Le competenze di ciascuna società facente parte dell’ATI sono diversificate e complementari tra di loro, improntate a gestire in particolare le attività di sicurezza dei passeggeri, degli equipaggi e dei vettori, tra cui gli obblighi previsti dall’ISPS (International Ship and Port Facilities Security), oltre al servizio doganale dedicato alle navi da crociera e ai mega yacht. Le risorse umane impiegate sono, in previsione, dalle 5 alle 10 per ogni attracco, per un numero di accosti crocieristici pari a 40 pianificati entro la fine del 2015. Paolo Risso, Presidente e Amministratore Delegato di Cambiaso & Risso International, ritiene che questo molo rappresenti una grossa opportunità dal punto di vista economico e turistico per il territorio ligure, grazie alla sua posizione strategica per mete come le Cinque Terre, il Levante Ligure e la Versilia, e si augura di poter proseguire la creazione di operazioni simili in ulteriori porti, sia in Italia che all’estero.

Paolo Risso

La biografia di Paolo Risso

Giovanni Paolo Risso nasce a Genova nel 1955. Conseguito il diploma classico, presso il liceo Andrea D’Oria, viene nominato nel 1975 Presidente e Amministratore Delegato dell’agenzia marittima genovese Cambiaso & Risso, fondata nel 1946. Nel 2003 assume l’incarico di Presidente e Amministratore Delegato di Cambiaso & Risso International, la quale conta, oltre a quella in Italia, sedi in Paesi quali Francia, Principato di Monaco, Spagna, Slovenia, Singapore e Hong Kong, grazie all’espansione internazionale e all’evoluzione del business. Il Gruppo Cambiaso & Risso offre servizi rivolti a qualunque tipologia di nave (cargo, crociere e yacht), agli equipaggi e ai passeggeri, con funzioni di agenzia marittima, logistiche, doganali, di sicurezza e di tour operator. Paolo Risso ricopre, inoltre, importanti cariche in ambito pubblico e associativo, negli ambienti nautico, sportivo e no-profit. Per l’Associazione Promotori Museo del Mare e della Navigazione di Genova ricopre, dal 1998 al 2012, l’incarico di Presidente; nel 2002 riceve la nomina di Consigliere all’interno dell’Associazione Imprenditori Italiani a Monaco (A.I.I.M.); assume nel 2010 il ruolo di Presidente Onorario del Golf & Tennis di Rapallo, diventando nel 2012 Consigliere delle Federazione Italiana Golf. Nel 2013 viene insignito della carica di Segretario della Camera dello Shipping di Monaco, mentre, a partire dall’anno successivo, diviene Vice Presidente della Onlus AMADE (Associazione Mondiale Amici Dell’Infanzia), associazione benefica fondata dalla Principessa Grace di Monaco nel 1963, per la sezione italiana.

Commenti

Un’offerta unica per una vacanza a due a Firenze, in una residenza storica con trattamenti SPA e la Firenze più romantica tutta intorno a voi!

L’offerta Romantica Firenze di Golden Tower Hotel comprende la Colazione a Buffet, una bottiglia di Prosecco consegnata all’arrivo con una rosa rossa in omaggio per lei. La colazione in camera gratuita si aggiunge ai servizi dell’hotel 5 stelle, per uno spensierato  relax di lusso. I trattamenti SPA inclusi nell’offerta, l’Hammam Deluxe o Royal Thai per 60 minuti a testa da possono essere fatti insieme e anche in diversi orari.
Il trattamento Hammam comprende un massaggio berbero al viso e al corpo che idrata la pelle in profondità, mentre il trattamento Royal Thai include un Herbal Body scrub gel e un massaggio alla schiena decontratturante con balsami Thai. E poi c’è Firenze intorno a voi, che semore offre infinite possibilità per stare insieme e per godere di momenti di intimità e tranquillità a due, oltre che di arricchimento culturale e di gioia pura per gli occhi.

Questo fine settimana a Palazzo Strozzi, a pochi passi dal nostro hotel del cuore di Firenze, “Potere e Pathos” è una mostra davvero ricca di emozione e forza comunicativa: esposte sono le opere di epoca ellenistica in bronzo davvero eccezionali e raramente esposte al pubblico, in un racconto degli sviluppi artistici che tra il IV e il I secolo a.C. videro il bacino del Mediterraneo affermarsi per nuove forme tecniche e quindi espressive. La bellezza dei sorrisi raffigurati in questi capolavori non vi lascerà indifferenti di certo, anche grazie alle spesso affascinanti storie dei loro ritrovamenti.

E poi… che cosa c’è di più romantico di una rosa? Un giardino intero di rose! Con una passeggiata sulla collina panormaica di San Miniato sotto piazzale Michelangelo, il Giardino delle Rose vi accoglie in una posizione privilegiata. Da qui Firenze si apre in tutta la sua bellezza alla vista, e le circa mille varietà di rose e di altre piante ornamentali, fra cui ben 350 specie di rose antiche sono una slendida cornice per momenti da non dimenticare: dichiarazioni, anniversari, proposte! Non perdere l’occasione di un fine settimana romantico a Firenze per coccolare te e la persona più importante della tua vita in una cornice unica e di grande fascino.

Commenti

Civitavecchia la regina dei porti

Il porto di Civitavecchia supera i tradizionali imbarchi come Genova, Venezia e Napoli con un fatturato globale di 401,9 milioni di euro e con 1731 persone impegnate nelle attività croceristiche.
Questo è il dato che emerge dallo studio ‘‘L’analisi dell’impatto socio-economico delle attività crocieristiche del porto di Civitavecchia” che è stato commissionato dall’Autorità Portuale di Civitavecchia Fiumicino e Gaeta al CERTeT (Centro di Economia Regionale, dei Trasporti e del Turismo) dell’Università Bocconi.

L’impatto sull’economia delle attività crocieristiche operate nel porto di Civitavecchia è pari a 401,9 milioni di euro, di cui 51,3 milioni derivanti dalla spesa delle compagnie marittime, dei crocieristi e degli equipaggi sulle attività marittimo-portuali e sui tour operator locali.
222,9 milioni sono derivanti dalle spese per attività di ristorazione, di trasporto, di intrattenimento e acquisti vari dei croceristi (213,0 milioni) e dei membri degli equipaggi (9 milioni) nell’area del Lazio e infine 27,7 milioni sono prodotti dagli effetti indiretti e indotti delle attività relative ai servizi marittimo-portuali.
L’effetto occupazionale strettamente riconducibile a tali attività è pari a 1.731 addetti, ovvero a circa il 25% degli occupati in ambito portuale, di cui 601 addetti alle attività marittimo portuali e dei tour operator di Civitavecchia e 1.130 occupati indirettamente ad essi legati attraverso il meccanismo di forniture e di indotto.
Lo studio evidenzia inoltre che le 832 toccate nave e gli oltre 2,1 milioni di passeggeri del 2014 fanno di Civitavecchia il porto leader del Mediterraneo.

Dunque il porto di Civitavecchia rappresenta una grande risorsa, in grado di portare benefici, non solo a livello locale ma su tutto il territorio laziale. Dallo studio emerge infatti che il 50% dei crocieristi raggiunge Roma, il 37% si ferma a Civitavecchia e il 13% raggiunge altre città del Lazio come Tarquinia, Ostia, Cerveteri e Viterbo.

“Quella che si produce in porto – ha sottolineato il presidente dell’Autorità Portuale, Pasqualino Monti – è una ricchezza straordinaria. I numeri sono importanti, ma da qui si deve partire per lavorare insieme, programmare e creare servizi necessari”.

“Civitavecchia – ha aggiunto Pasqualino Monti – ha un’importante occasione da cogliere: c’è un mercato ancora in fase di crescita da aggredire in termini di servizi”.

 

Leggi le uscite stampa su questo argomento:

Affari Italiani: “Civitavecchia la regina dei porti. Crociere, mare di soldi e lavoro”

Commenti

Raggiungere la Sardegna dall’estero: i collegamenti via traghetto più diffusi

Se si parla di collegamenti via traghetto per la Sardegna si è subito portati a pensare, in genere, alle numerose tratte disponibili dal territorio italiano; per quanto riguarda le tratte di livello nazionale, in effetti, le possibilità per raggiungere la Sardegna sono numerosissime. E’ possibile imbarcarsi per la Sardegna dal porto di Palermo, in Sicilia, dal Meridione, dunque dal porto di Napoli, dal Centro Italia, cioè dal rinomato porto di Civitavecchia, oppure da vari porti del Nord, come ad esempio quelli di Piombino, Genova e Livorno. Puoi acquistare i biglietti traghetti per la Sardegna sul sito traghettisardegnax.it

Le possibilità, dunque, sono varie, tuttavia la Sardegna può essere raggiunta in modo ottimale anche da zone estere, a cominciare dalla vicinissima Corsica. La Corsica, territorio appartenente alla Francia, è geograficamente molto vicina alla Sardegna, di conseguenza queste tratte possono avere una durata davvero esigua, perfino inferiore ad un’ora di viaggio. Oltre ai collegamenti dalla Corsica alla Sardegna, è possibile ricordare numerose diverse tratte da paesi europei, come ad esempio quelle, molto consuete, che partono dal porto di Barcelona, in Spagna.

Per quanto riguarda la Francia, invece, la Sardegna può essere raggiunta in traghetto in poche ore di viaggio dal porto di Marsiglia. Anche per quanto concerne l’estero, dunque, il traghetto rappresenta certamente una soluzione ottima per chi ha bisogno di raggiungere la splendida Sardegna.

Commenti

Porto di Civitavecchia: attesi ricavi in aumento del 10,96% per il 2019

Il porto di Civitavecchia segnala ricavi stimati in crescita costante fino agli 85,16 milioni (+10,96%) per il 2019. Nel 2015, sono attesi ricavi per 57,42 milioni di euro, con un incremento dell’11,15% nel 2016 a 63,82 milioni. E il trend di crescita continua nel 2017 con 67,18 milioni (+5,25%), nel 2018 con 76,75 milioni (+14,24%), nel 2019 85,16 milioni (+10,96%).

Secondo l’Autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, guidata dal Presidente Pasqualino Monti, la politica gestionale e gli interventi infrastrutturali consentiranno di rafforzare la capacità competitiva risultando sempre di più polo attrattivo per nuovi traffici e di posizionarsi a livello nazionale tra i maggiori contribuenti in relazione alle entrate tributarie prodotte dalle merci in transito. Lo scalo celebra i traguardi raggiunti negli ultimi tre anni tra cui, in particolare, il nuovo ruolo di hub logistico per il mediterraneo e l’Europa. Ma anche la crescita nel settore delle navi da crociera, con gli oltre 2.600.000 transiti annui e punte giornaliere di oltre 45 mila passeggeri e turisti gestiti, oltre alla conferma di scalo di riferimento per la filiera di alimentazione dell’insediamento siderurgico di Terni, o il recentissimo avvio di traffici strategici per il sistema produttivo nazionale, come nel caso della produzione automotive Fca realizzata nello stabilimento di Melfi e destinata al mercato del Nord America. “Con questo servizio il porto di Civitavecchia, grazie al connubio con Grimaldi e Fca, diventa l’hub commerciale da cui far ripartire l’Italia”, ha detto il Presidente Pasqualino Monti.

“Non è un caso – ha proseguito Pasqualino Monti – che l’export della produzione italiana di auto, mantenuta a Melfi, come da impegno dell’amministratore delegato di Fca Sergio Marchionne con il premier Matteo Renzi, riprenda da Civitavecchia, che dopo aver consolidato il primato nelle crociere ha lanciato la propria sfida per le merci, ripartendo da un traffico che negli anni scorsi aveva raggiunto risultati notevoli in import”. Per la prima volta viene quindi attivata una linea diretta dal porto di Civitavecchia per i porti di Halifax e Baltimora, rendendo possibile la produzione di autovetture in Italia che avranno un marchio americano e gireranno in 100 diversi Paesi del mondo con il più grande armatore italiano del settore Ro-Ro Grimaldi Group.

Altro obiettivo raggiunto è rappresentato dall’avvio della fase realizzativa del nuovo terminal container, alla base della “Piattaforma Lazio”, con caratteristiche oceaniche in grado di accogliere unità da 18 mila teus, e il nuovo ruolo nel traffico ortofrutticolo con l’ attivazione della prima linea diretta che l’ Italia avrà attraverso il porto di Civitavecchia avrà con il Guatemala, la Costa Rica e la Colombia attraverso l’ armatore genovese Cosiarma. All’ elenco si aggiungono il ruolo di soggetto attuatore della zona franca aperta nelle aree portuali e retroportuali e l’utilizzazione dei criteri dell’ economia circolare per la trasformazione del porto storico in Marina Yachting, nuovo scalo per le grandi imbarcazioni di lusso che il presidente dell’autorità portuale Pasqualino Monti intende far diventare uno dei porti turistici più suggestivi del Mediterraneo.

Commenti

Hotel Centrale Roma: la magia di Roma centro per chi visiterà l’Expo 2015 di Milano

La Città Eterna sarà sicuramente uno dei poli di attrazione per i turisti che giungeranno in Italia per l’Esposizione Universale di Milano. Hotel Centrale Roma è un albergo Tre stelle Superior nel pieno centro della città che coniuga un’ottima posizione con prezzi convenienti e ospitalità esemplare. Ha stretto accordi con due alberghi, di Milano e Bologna, in vista di Expo 2015, in modo da ricevere al meglio i numerosi visitatori che viaggeranno lungo la nostra penisola e nella città capitolina

Hotel Centrale Roma è l’albergo ideale per accogliere i visitatori stranieri che intendono visitare la Città Eterna in occasione di Expo 2015; è un Tre Stelle Superior nel centro della città, ad angolo con via del Corso e via del Babuino, a due passi da Piazza di Spagna, via Condotti e Piazza del Popolo ed è situato in una zona pedonale estremamente tranquilla. E’ tra l’altro uno dei pochi hotel in zona centralissima a prezzi convenienti e ha sede in un palazzo del Settecento.

Pernottando a Hotel Centrale Roma, i turisti stranieri potranno raggiungere in pochi minuti a piedi o rapidamente con brevi spostamenti i simboli di Roma: il Colosseo, la Basilica di San Pietro con la Cappella Sistina, la Fontana di Trevi e Piazza Navona. Con poche ore di treno è inoltre possibile visitare altri luoghi italiani famosi all’estero come Firenze e Pompei. Hotel Centrale Roma è inoltre vicino alle vie dello shopping e a quartieri caratteristici della città con osterie e ristoranti tipici come via Margutta.

Ogni camera dell’albergo ha il collegamento Internet gratuito a banda larga; il servizio è eccellente: la portineria è aperta 24 ore su 24, c’è il servizio bar e la prima colazione continentale; la gentilezza e la disponibilità dello staff sono riconosciute da tutti coloro che hanno pernottato a Hotel Centrale Roma, come dimostrano i favorevoli commenti su TripAdvisor, Venere e Booking.

Per completare la sua offerta, Hotel Centrale Roma ha instaurato con due alberghi italiani una friendship poggiata sulla stima reciproca. Questi hotel sono il Best Western Hotel Mirage di Milano (http://www.hotelmirage-milano.com/), proprio in vista di Expo 2015 e Il Guercino, Boutique Hotel Bologna (http://www.guercino.it/), per chi volesse prolungare la visita in Italia e conoscere un’altra splendida città del Belpaese.

http://www.hotelcentraleroma.it

 

Commenti

LE EVOLUZIONI NEL TURISMO SALENTINO

Hotel a Lecce, b&b a Otranto, affittacamere a Gallipoli. Il turismo salentino ha acquisito forme sempre più differenziate e frammentato un’offerta cha ha saputo essere sensibile al cambiamento. La crescita esponenziale del turismo salentino degli ultimi due decenni ha vissuto una serie di tappe fondamentali e alimentato un territorio che si è totalmente reinventato in vesti che non le erano mai appartenute. La prima di queste tappe è stata quella del recupero, con il quale si intende un bel po’ di cose: si intende recupero delle tradizioni gastronomiche, del patrimonio musicale, delle spiagge e delle sue risorse ricettive, di una nuova concezione verso l’arte e altro ancora. Da lì nacque il mutamento profondo che ha coinvolto la penisola salentina, che da periferia trascurata e sconosciuta ha saputo trasformarsi in un vero e proprio brand – territorio. La valorizzazione del litorale ha giocato un ruolo primario, è stato il motore in grado di dare un imponente impulso iniziale all’economia turistica del posto e portato la zona ai vertici dell’elite italiana. Lo sviluppo in termini di infrastrutture, numero di presenze e incassi è stata costante e continua, ed è tale da costringere ad una riflessione ulteriore: fosse dipeso tutto dalle capacità attrattive delle proprie spiagge, forse la crescita del Salento si sarebbe arrestata già da un pezzo. Invece lo sviluppo è stato lineare e duraturo e si è alimentato di forme numerose di turismi e attrazioni. Le aziende agricole hanno avuto vita nuova, stimolando quel turismo rurale che tanto bene fa al territorio in termini di immagine, visibilità e, non ultimo, economici. Il barocco ha goduto dell’indotto della riscoperta propensione turistica locale e ricevuto una attenzione sempre crescente da parte di privati e amministrazioni, accogliendo i ricercatori d’arte e gli amanti degli itinerari artistici e storici che Lecce concede in abbondanza. È stata implementata l’offerta ludica, tra sagre, concerti, spettacoli, e dalla forza ormai imponente della pizzica, frutto un tempo considerato marcio del patrimonio identitario salentino.

Commenti