Archive for Scuola e istruzione

Recupero anni scolastico

SitoRecupero anni scolastici

Isu Centro Studi ti permette di recuperare gli anni scolastici persi direttamente nella tua città. Non c’è bisogno di aspettare settembre: è possibile iscriversi fin da subito. I prezzi sono particolarmente contenuti e il servizio è di qualità. Vuoi recuperare rapidamente e in modo economico i tuoi anni scolastici persi? non perdere questa incredibile opportunità! Contattaci! Se ti iscrivi immediatamente puoi beneficiare di 7 vantaggi:

  1. Non pagherai la retta di iscrizione di 250 euro
  2. Il costo del corso del 2011 è bloccato fino al 2014!
  3. Se paghi tutto subito c’è uno sconto del 10%!
  4. Dilazione lunga e rate piccole;
  5. L’assistenza didattica e l’orientamento al diploma di cui hai bisogno;
  6. L’assistenza burocratica completa in ogni fase della collaborazione;
  7. Puoi iniziare subito a studiare online per il recupero degli anni scolastici.

Commenti

Progetto eCult.it – dal libro all’eBook

Nasce eCult per la conservazione dell’identità culturale dei territori

La cooperativa LOGiN: lancia il progetto eCult, dal libro all’eBook

Da qualche mese sul web è comparso il sito www.eCult.it, un contenitore di eBook di interesse culturale che ogni giorno riceve numerosissime visualizzazioni, seppure il lavoro di inserimento dei libri è appena iniziato.
L’idea è della LOGiN:, una cooperativa che si occupa da anni di editoria elettronica, e si rivolge ad enti, associazioni e fondazioni che hanno prodotto libri sulla storia, le arti e le tradizioni dei territori di appartenenza, raggiungendo un pubblico relativamente esiguo a fronte del grande valore culturale dei testi.
La scarsa circolazione di questi volumi è spesso dovuta al numero limitato di stampe realizzate o alla mancanza di un codice di riferimento, per cui il trasferimento dei testi dal formato cartaceo a quello digitale (eBook) rappresenta una soluzione a queste problematiche insieme a quella del deperimento del supporto.
La trasformazione in eBook permette infatti una diffusione su larga scala e la conservazione permanente di questo tipo di libri, rendendoli facilmente fruibili su tutti i dispositivi mobili oggi disponibili (eBook reader, smartphone e tablet) e su pc.
Non meno importante è il fatto che i testi pubblicati da quegli enti che a vario titolo si occupano di tutela e promozione del territorio, nel formato eBook, possano diventare uno strumento di attrazione turistica, riuscendo a “raccontare” ad un pubblico di utenti sempre più vasto un luogo e le sue bellezze.
Il progetto eCult permette di salvaguardare i libri destinati a finire nel dimenticatoio e a diffondere il “culto” delle opere di ingegno, ovvero quei libri a cui il progetto si rivolge, che vengono così identificati come un’icona sociale, fortemente rappresentativa della storia della comunità.

Alberto Musto
alberto.musto@ecult.it

Commenti

Corso di Alta Formazione dell’Accademia di Costume e Moda al via il 6 novembre

Per tutti gli appassionati di moda e accessori, l’Accademia Costume e Moda di Roma offre una serie di opportunità per gli aspiranti studenti: il 14 ottobre ci sarà una sessione straordinaria per accedere al percorso formativo previsto dal Diploma Accademico di Primo Livello in constume e moda, mentre il 6 novembre inizia il Corso di Alta Formazione in Design di Moda.
Il corso proposto dall’Accademia – centro formativo e professionale tra i principali del settore – esamina le singole aree d’intervento del percorso di realizzazione attraverso un iter formativo di 400 ore di lezione suddivise tra aula e laboratori di progetto. Il corso è articolato in lezioni teoriche suddivise in tre moduli differenti di apprendimento: un modulo d’introduzione (tecniche di disegno e conoscenza delle materie prime), un modulo propedeutico (studio delle collezioni e del prodotto: stilizzazione, collezioni, ricerca e stile, merchandising, marketing), un modulo finale (realizzazione di un progetto personale di collezione).
Il Corso di Design di Moda che si avvale della partecipazione di noti brand di moda, come Valentino e Diesel, prevede inoltre numerosi seminari con esperti e professionisti del settore, laboratori di ricerca e progettazione, visite ad eventi, fiere e manifestazioni, e possibilità di realizzazioni di progetto commissionati da importanti aziende del comparto. Il Corso è a numero chiuso e si accede previo un colloquio conoscitivo presso la sede dell’Accademia di Costume & Moda a Roma (in via della Rondinella 2) e una prova grafica di disegno funzionale a verificare le abilità e le competenze dell’allievo. Interessati all’iscrizione del corso possono essere diplomati, laureati, i lavoratori in possesso di conoscenze base del settore e tutti coloro che desiderano completare la propria formazione culturale e professionale nell’ambito del settore moda e costume. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di inquadrarsi all’interno di studi creativi e di ricerca tendenze, negli uffici-prodotto o uffici-stile, e ricoprire i diversi ruoli professionali del sistema moda, dal designer al product manager fino all’art director.
Il Corso di Alta Formazione in Design di Moda avrà inizio il prossimo 6 novembre. Per il 14 ottobre l’Accademia di Costume & Moda di Roma ha previsto una sessione straordinaria per il test d’ingresso al Diploma Accademico di Primo Livello in Costume e Moda. Il corso, della durata di tre anni eroga 180 Crediti Formativi e rappresenta il fiore all’occhiello dell’offerta formativa dell’Istituto potendo vantare un percorso didattico unico in Italia e riconosciuto dal MIUR. Maggiori informazioni sull’Accademia, sulle docenze e sui corsi in programmazione sono reperibili sul sito ufficiale della scuola all’indirizzo www.accademiacostumeemoda.it o si possono richiedere tramite contatto mail a info@accademiacostumeemoda.it o via telefono allo 06 6864132.

Commenti

ALIMENTA ITALIA – La prima WORK ACADEMY nel settore dell’arte culinaria italiana

I segreti della cucina italiana e dell’imprenditoria nel settore gastronomico 

Corsi con maestri stellati per diventare professionista in qualsiasi parte del mondo 

 

Dappertutto si trovano scuole di cucina italiana. Però chi vuole non solo imparare a cucinare piatti tipici, ma anche diventare un professionista della gastronomia italiana, come imprenditore o manager, come può apprendere i segreti del mestiere? Per dare una risposta a questa domanda è nata Alimenta Italia, la prima Work Academy per fare azienda e diventare professionisti della ristorazione italiana, aperta a studenti di ogni paese. Da settembre 2012, partono i corsi rivolti sia ai professionisti del settore, sia a chi è alle prime armi e vuole trovare un nuovo lavoro o creare un nuovo business attraverso l’eccellenza della cultura culinaria italiana.

Situata in uno dei distretti più importanti dell’agroalimentare del Bel Paese, a circa 30 km da Milano, Alimenta Italia nasce col supporto del Parco Tecnologico Padano di Lodi, dove ha la sua sede, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, del Consorzio Italbiotec, del Comune di Milano e di prestigiosi marchi del settore, tra i quali CASTAlimenti. Un’iniziativa che si presenta con un duplice scopo. Il primo è quello di favorire la formazione di nuove imprese e moltiplicare le opportunità di lavoro e di fare business in un settore, oggi più che mai strategico, anche in prospettiva di Expo 2015. L’altro è quello di svolgere il ruolo di importante vetrina del Made in Italy e soprattutto della cultura culinaria italiana e delle imprese di eccellenza ad essa correlate.

La Work Academy si avvale della collaborazione di un corpo docente tra i più qualificati – chef stellati, campioni italiani, innovatori di prodotti e processi e grandi professionisti del mestiere: Roberto Carcangiu, Giunetto Cardelli, Diego Crosara, Piergiorgio Giorilli, Gianluca Guagneli, Pierpaolo Magni, Igignio Massari, Raimondo Mendolia, Francesco Palmieri, Achille Zoia, e tanti altri formano una squadra d’eccezione.

Quattro le discipline di specializzazione: pasta-gastronomia, pane-pizza, gelato, dolci. Il percorso di formazione snello, innovativo e operativo, con numero limitato di partecipanti, prevede corsi intensivi da 5 a 10 giorni, a cui segue un training a distanza costituito da e-learning e attività di coaching per seguire lo studente passo passo nella sua carriera. Disponibili lezioni in italiano, inglese o altre lingue di interesse a gruppi omogenei.

Adibiti alla formazione teorica e pratica, i 1.000 m2 di laboratori specialistici di Alimenta Italia sono dotati di macchinari e attrezzature tecniche e didattiche all’avanguardia. Sotto la guida dei grandi maestri, i partecipanti imparano a conoscere prodotti e materie prime, sperimentano tecniche di preparazione di piatti e possibili errori nell’esecuzione di essi, hanno contatto diretto con le attrezzature e le metodologie più nuove per preparare le pietanze più importanti e conosciute della cultura alimentare italiana di altissima qualità, secondo standard e ricette originali. Sono inoltre approfonditi l’organizzazione della cucina e la razionalizzazione dei processi di produzione, le fonti di approvvigionamento delle materie prime, le loro caratteristiche sensoriali ed organolettiche, le proprietà nutrizionali e il rapporto con la salute, i costi di approvvigionamento e di produzione dei piatti.

Vengono forniti tutti gli elementi di carattere economico per avviare, migliorare e accelerare un business indipendente, oltre ai contatti con fornitori e agevolazioni. Per chi vuole arricchire la propria professionalità, ampliare l’offerta e il menù del proprio business, mettersi in proprio, dare una nuova identità alla propria attività, l’eccellenza della cucina italiana e dell’Italian Style può funzionare come una marcia in più e un’occasione di innovare il portafoglio di prodotti e servizi offerti. Ma anche per chi è stanco del proprio lavoro o lo ha perso e vuole rimettersi in gioco aprendo una gelateria, una pizzeria, una pasticceria o un ristorante, Alimenta Italia offre la possibilità e il know how per creare nuove imprese nel settore.

Le Date: 

24 settembre 2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Pizzaiolo 

25 settembre 2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Gelatiere 

 

1 Ottobre partono i corsi di Pizzeria e Gelateria

_______________________

 

1 ottobre 2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Cuoco 

2 ottobre  2012 OPEN DAY: introduzione al mestiere di imprenditore Pasticcere 

8 ottobre 2012 partono i corsi Cuoco e Pasticcere 

 

_______________________

 

Dal 22 ottobre 2012 partono i corsi in lingua 

 

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni:

www.alimentaitalia.org

telefono +39 0371 092002       

info@alimentaitalia.org

ALIMENTA ITALIA – Via A. Einstein – Loc. Cascina Codazza – c/o Parco Tecnologico Padano – 26900 Lodi (LO) 

Commenti

Progetto “A nostra Ca’”. Borsa Studio di Dottorato di Ricerca sulla domotica assistiva

“A nostra ca’” è un progetto sociale nato nel 2004 sull’idea delle case di Tiedoli, un gruppo di alloggi di montagna situati in una frazione di Borgo Val di Taro, al confine con la Lunigiana, restaurate e consegnate ad una comunità di anziani soli, come concreta alternativa alla casa di riposo.

Il progetto di Tommasini delle case di Tiedoli si è dunque esteso; raccolto e sostenuto dalla Fondazione Cariparma che, insieme alla Provincia di Parma, all’AUSL di Parma, ai Comuni di Borgo Val di Taro, Neviano degli Arduini, Solignano e Tornolo, ed in collaborazione con l’Università degli Studi di Parma, ha realizzato ora “A nostra ca’”, un progetto incentrato sull’idea secondo cui i nuovi sviluppi nell’ambito della domotica possano innalzare il livello della qualità della vita delle persone anziane non autosufficienti.

In una prima fase sono state attrezzate cinque residenze per anziani di Ca’ Bonaparte a Neviano degli Arduini, ovvero cinque appartamenti dotati di tecnologie avanzate tali da consentire un servizio di assistenza anziani senza l’ausilio di personale di assistenza domiciliare o la necessità di dover condurre la persona in casa di riposo.

Successivamente, questo progetto ha investito i comuni di S. Maria del Taro, Solignano e Monchio delle Corti, dove i lavori di ristrutturazione si concluderanno entro il prossimo giugno.

Attualmente, la Provincia di Parma sta stanziando borse di studio per la ricerca in campo ingegneristico per avvalorare il progetto con lo sviluppo di nuove applicazioni della domotica nei percorsi di assistenza anziani.

Si è recentemente svolta una conferenza stampa dell’Università degli Studi di Parma, in collaborazione con la Provincia e con la Fondazione Cariparma, in cui è stata presentata una borsa di studio di Dottorato di Ricerca sulla domotica al servizio della domiciliarità degli anziani, nell’ambito del progetto “A nostra ca’”.

La casa intelligente, realizzata attraverso dispositivi domotici, è una grossa chance che permetterebbe di migliorare la qualità della vita a livelli mai pensati prima; Areasenior si fa portavoce di questi sviluppi positivi e spera che il progetto parmense “A nostra Ca’” sia un esempio per tutti, nonché un inizio per consentire ai senior del futuro di mantenere la dignità, l’indipendenza e la libertà di scegliere il proprio stile di vita anche quando il corpo rallenta di fronte ai ritmi forsennati della produttività.

Commenti

Un linguaggio senza barriere

La comunicazione è fondamentale, e non è sempre semplice ed immediato riuscire a farsi capire, interagire con interlocutori di origini differenti alle nostre può indurci in incertezza e può far distorcere il messaggio primitivo che eravamo intenzionati a proporre.
Al giorno d’oggi le frontiere sono state smantellate con l’ausilio della lingua inglese, semplice, facile e di immediata comprensione, ma in differenti campi è opportuno interagire ed agire anche attraverso altri tipi di linguaggi capaci di invadere il mercato e di azzerare completamente l’impatto dell’incomprensione.
E’ bene essere informati sul fatto che L’ARABO è una lingua attuale molto conosciuta, una lingua parlata da circa 280 milioni di persone nel mondo, comunemente utilizzata da oltre un miliardo di persone di religione musulmana. Avreste mai considerato che le origini di questa lingua potessero essere tanto vaste?
Se iniziamo a valutare un excursus storico, la tradizione comune vuole che la lingua araba sia vista essere praticata (leggere e scrivere) in tutti i paesi arabi, ma non è effettivamente così, in quanto pochi sanno che un settimo della popolazione mondiale usa la lingua araba per scrivere i propri testi.
Se consideriamo ad esempio l’Africa, si parla la lingua araba, la lingua persiana si scrive in caratteri arabi, la lingua del Pakistan (Auradia) usa l’alfabeto arabo. A ciò dobbiamo aggiungere che l’uso della lingua araba in Afganistan, in Indonesia, in Malesia, in alcune regioni cinesi, nelle zone islamiche delle Filippine, e in alcuni stati dell’ex Unione Sovietica è praticamente comune.
La storia ci narra che dal 622 d.C., questa lingua è diventata la lingua ufficiale del Corano e della religione Islamica, ed il modo in cui si comunica nell’Islam.
Al momento contiamo che i Paesi che parlano ufficialmente l’arabo sono : Algeria, Arabia Saudita, Bahrein, Comore, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Gibuti, Giordania, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Mauritania, Oman, Palestina, Qatar, Siria, Somalia, Sudan, Tunisia, Yemen.
Senza trascurare questa informazione utile, non iniziate a preoccuparvi, non è necessario che consideriate di imparare una nuova lingua, ma potrete usufruire di un servizio efficiente e garantito di traduzioni italiano arabo repentine, affinchè i vostri obiettivi siano sempre rispettati e garantiti.
Ad esempio potreste rendere comprensibile la vostra pagina web, in questo modo avrete l’opportunità di allargare le vostre prospettive e prendere in considerazioni nuove e cospicue forme di guadagno. Tutto ciò assume una notevole valenza in particolar modo nel campo del commercio e della compravendita online.
Basta consultare il nostro sito web e fornirci i dettagli dei contenuti da tradurre, la professionalità di un servizio ben gestito saprà guidarvi verso la giusta direzione, rispettando le vostre scadenze e puntando al massimo della qualità. Approfondite la possibilità di fondere la cultura e di azzerare gli impatti delle barriere linguistiche, comunichiamo e sentiamoci vicini.

Commenti

Patrizio Paoletti, la ricerca sullo sviluppo del potenziale umano

Patrizio Paoletti ha dedicato la sua vita alla ricerca dello sviluppo dei potenziali umani, sperimentando sempre nuovi e più efficaci strumenti per la comunicazione e offrendo a ogni individuo l’opportunità di trasformare i desideri e le ambizioni in risultati concreti e tangibili. Comunicatore di eccezionali qualità, attraverso i suoi corsi e seminari, condivide i concetti chiave dell’apprendimento con migliaia di persone ogni anno. Con questi strumenti, i partecipanti riescono a migliorare la comunicazione con sé stessi, con gli altri e con tutto il mondo e hanno la possibilità di migliorare la qualità della loro vita.

Più di venticinque anni di studi, pratica e esperienza in comunicazione relazionale, fanno di Patrizio Paoletti uno dei più importanti esperti internazionali in formazione manageriale e motivazionale. È da sempre impegnato nel miglioramento dei processi della comunicazione ed è autore di un nuovo metodo pedagogico; Patrizio Paoletti è coach, consulente aziendale e convinto filantropo.

Dalla sue esperienze e ricerche continue, è nata Pedagogia per il Terzo Millennio. Questo eccezionale e innovativo strumento è utilizzato in tutti gli otto campi della vita dell’uomo: salute e spirito, famiglia e affetti, amicizia e comunità, lavoro e finanze.
Scrittore e relatore, ha partecipato e tenuto centinaia di conferenze e seminari in tutto il mondo.

Patrizio Paoletti è il creatore di idee e tecniche che riguardano la psicologia del cambiamento e programmi di motivazione e gestione del tempo, che presenta a un vasto pubblico internazionale (oltre 100.000 persone in sei anni) in grandi seminari quali ad esempio: Rendi la tua Vita Straordinaria, Crea il tuo Destino o Vivi Appassionatamente, solo per citarne alcuni, oltre che relatore di fama internazionale. Ha tenuto lezioni e collaborato con diverse università in Italia e all’estero, tra cui la Sapienza, Università di Roma, l’Università degli Studi di Padova e l’Università Politecnica delle Marche, Ancona.

Patrizio Paoletti è inoltre presidente di Fondazione L’Albero della vita, impegnata nella protezione dei diritti dell’infanzia. La Fondazione presta il suo servizio nell’ambito della prevenzione e assistenza sociale per bambini e adolescenti che vivono in condizioni di grave marginalità sociale.

È anche impegnata in campagne pubbliche che hanno lo scopo di migliorare la consapevolezza dell’opinione pubblica sul tema del disagio giovanile a livello nazionale e internazionale.
Dopo dieci anni di intensa attività spesa in progetti sociali con più di 200.000 sostenitori, L’Albero della Vita è fra le quattro principali organizzazioni in Italia che lavorano per supportare giovani e bambini bisognosi.

Sin dal 1997, la Fondazione è stata anche impegnata in un ampio numero di progetti nazionali e internazionali come ‘Per un fratello in più’, ‘La Rondine’ o ‘Il pianeta nuovo’
A testimonianza di un impegno sociale serio e costante nel tempo, la Carovana del Cuore, iniziativa a carattere nazionale della Fondazione Patrizio Paoletti, ha potuto fregiarsi quest’anno, in aggiunta ai 100 patrocini di regioni, province e comuni italiani delle sue quattro edizioni, anche di una speciale medaglia assegnata dalla Presidenza della Repubblica.

Nella lettera che accompagna l’ambito riconoscimento viene affermato che: “Questo nuovo progetto di comunicazione sociale offrirà un contributo significativo alla formazione di una cultura fondata sul valore della solidarietà e sempre più attenta alla tutela e al rispetto della dignità della persona, principi cardine del nostro ordinamento costituzionale.”

Commenti

La Scuola per l’Infanzia ad Assisi – AIS – della Fondazione Patrizio Paoletti

Assisi International School (AIS), è una Scuola per l’infanzia di Assisi della Fondazione Patrizio Paoletti che promuove il metodo Montessori e accoglie bambini dai 3 agli 11 anni.

Nata nel 2009 dalla decennale esperienza in ambito educativo e didattico della Fondazione Patrizio Paoletti, la scuola offre due differenti opportunità formative:

• La Casa dei Bambini, che accoglie alunni dai 3 ai 6 anni, prevede una formazione bilingue (italiano e inglese), accompagnata dall’utilizzo di opportuni materiali didattici
• La Scuola Primaria, per bambini dai 6 agli 11 anni, propone anch’essa il bilinguismo, con l’ulteriore opzione di una terza lingua (spagnolo)

Come sostiene il suo fondatore Patrizio Paoletti, la scuola è da sempre tra le più importanti realtà del tessuto sociale e, certamente, anche uno dei principali motori di sviluppo della nostra società. La Fondazione Patrizio Paoletti ha deciso di realizzare questo progetto proprio per contribuire al miglioramento della qualità della vita, offrendo ai bambini e alle famiglie una straordinaria proposta educativa.

La Scuola per l’Infanzia Assisi International School è un progetto scolastico che contiene in sé diversi livelli di istruzione, tra cui la “Scuola dell’infanzia” appunto, la cui denominazione è stata introdotta nel 1991 ed inserita a pieno titolo nel sistema educativo, a sostituzione della dicitura “scuola materna”.

Una fase del percorso scolastico caratterizzata dall’intreccio tra gioco e ambiente educativo, che concorrono assieme alla produzione di esperienze concrete di apprendimento.

È proprio grazie alla Scuola per l’infanzia ad Assisi che i bambini incominciano a prendere coscienza della loro identità ed apprendono le prime regole della vita sociale. In questa fase essi acquistano consapevolezza delle loro esigenze ed incominciano ad imparare a gestire le loro emozioni, esprimendole in modo adeguato e sviluppando i sensi di appartenza, convivenza e condivisione.

Raffinano, inoltre, la padronanza della lingua italiana ed arricchiscono il loro lessico, nutrendo così la fiducia e la motivazione nel comunicare con gli altri.

Nella Scuola per l’infanzia della Fondazione Patrizio Paoletti tutto questo è possibile grazie ad un ambiente appositamente progettato e ad insegnanti altamente motivati e qualificati. Qui i bambini raggiungono un’autonomia personale a 360° e imparano ad esprimersi con tutti i linguaggi del corpo utilizzando non solo le parole, ma anche il disegno, la manipolazione e la musica. Diventano capaci di formulare piani individuali o di gruppo per la realizzazione di attività creative.

Per informazioni sul network Assisi International School: ais@fondazionepatriziopaoletti.org

La Sede Operativa ad Assisi in Via Patrono D’Italia 66, Santa Maria degli Angeli (Perugia / Umbria).
Tel: alle 8:30 alle 13:00 al numero +39 075 947 1123 e +39 392 982 3965

Commenti

Rendicontazione 5 per Mille all’Associazione Onlus Fondazione Patrizio Paoletti

Chiunque creda che l’educazione non sia soltanto un diritto inviolabile di ogni bambino, ma anche uno strumento indispensabile per lo sviluppo di ogni individuo e il progresso di ogni società, può scegliere di destinare all’Associazione Onlus di Patrizio Paoletti il suo 5 per Mille. L’Ente senza scopo di lucro, da oltre 10 anni rappresenta un importante punto di riferimento a livello internazionale nei campi dell’educazione e della ricerca.
La rendicontazione del 5 per Mille è lo strumento con cui ogni cittadino dispone di poter donare un proprio contributo finanziario, a sostegno delle attività di organizzazioni No Profit, Associazioni Onlus, Università ed Istituti di ricerca scientifica e sanitaria. A differenza delle altre tipologie di donazioni, questo strumento non comporta oneri finanziari a carico del donatore: all’organizzazione prescelta viene destinata direttamente una quota dell’IRPEF.
Oltre a rappresentare, dunque, una nuova forma di sostegno per il “terzo settore”, il 5 per Mille è considerato dalla dottrina giuridica un esempio di sussidiarietà fiscale, una quota cui lo Stato rinuncia e che il cittadino italiano può donare liberamente.
Come sostiene anche il premio Nobel per la Pace Nelson Mandela, “l’educazione è lo strumento più potente per cambiare il mondo”. La Fondazione Patrizio Paoletti lavora quotidianamente per migliorare, tramite la ricerca scientifica, i metodi educativi e per tutelare il diritto all’educazione dei bambini in Italia e nel Mondo.
La miglior rendicontazione del 5 per Mille è certamente il diritto alla scuola e alla miglior educazione possibile per tutti bambini.
Una firma per il 5 per Mille equivale, inoltre, a dare un contributo fondamentale alla ricerca sui processi educativi che la Fondazione Paoletti sta sviluppando con impegno e dedizione, anche a livello internazionale.
Sostenere i progetti della Fondazione Patrizio Paoletti con il 5 per Mille è molto facile e non costa nulla. Per l’Associazione Onlus di Patrizio Paoletti è sufficiente una firma e un codice sulla dichiarazione dei redditi. Nel riquadro riservato al 5 per Mille nel modulo per la dichiarazione dei redditi, basterà inserire sotto la firma il codice fiscale della Fondazione Patrizio Paoletti: 94092660540.
Diffondere il diritto all’educazione non costa nulla, ma questo gesto farà la differenza per moltissimi bambini.

Commenti

Patrizio Paoletti, processi educativi ed innovazione

Patrizio Paoletti, con più di venticinque anni di impegno in ambito formativo, è in Europa tra i massimi esperti di comunicazione relazionale. I metodi e le tecniche da lui messe a punto hanno innovato il panorama della formazione manageriale. Imprenditore di successo, ha posto al centro del suo lavoro i processi connessi a sostenibilità, innovazione ed eccellenza.
Si laurea nel 1983 presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, successivamente i suoi studi e il lavoro nell’ambito artistico e pubblicitario lo portano a coltivare un particolare interesse per il mondo della comunicazione, elemento che segnerà fortemente le scelte della sua vita.
L’interesse per le domande fondamentali che riguardano l’uomo e la complessità del suo esistere lo portano a individuare nel 1984 una delle aree di maggiore criticità per lo sviluppo e la crescita sociale: la sostenibilità, elemento indispensabile per un corretto processo evolutivo della persona, del suo agire, del tessuto sociale con il quale l’individuo è indissolubilmente connesso.
Patrizio Paoletti come padre e come comunicatore, ha preso coscienza dell’importanza del ruolo della pedagogia e della necessità di una relazione di qualità fra gli uomini, della centralità della comunicazione nella nostra vita, per questa ragione ha sviluppato molti programmi didattici ed educativi finalizzati allo sviluppo delle capacità che supportano i processi di apprendimento continuo.
È fondatore di alcune realtà che operano da anni nel campo dell’assistenza (“Progetto Arca – il primo aiuto sempre”), dei minori in difficoltà (citiamo Fondazione L’albero della Vita) dell’educazione e della ricerca (citiamo Fondazione Paoletti).
È membro di comitati e commissioni scientifiche, citiamo ad esempio il “XII Congresso Internazionale sull’orientamento, realizzato dall’Università di Padova, dall’Università La Sapienza di Roma e dall’Università di Cassino”.
Patrizio Paoletti è inoltre da sempre attento ai processi educativi e ha pubblicato per diversi editori, tra cui Armando, una serie di testi sui nuovi orizzonti dell’educazione e della didattica.

Commenti