Trucchi Pokémon Go

Archive for Medicina alternativa

Implantologia transmucosa prezzi

Il protocollo dell’implantologia transmucosa, detta anche flapless (che in inglese significa senza lembo) od anche “ad una fase” prevede, attraverso l’utilizzo di frese chirurgiche, la creazione di un foro che attraversa la gengiva.

Una volta creato l’alloggiamento, l’odontoiatra inserisce l’impianto in titanio assicurandolo all’osso e sopra a questo posiziona la protesi dentaria che può essere costituita da una corona singola (di differenti materiali) nel caso in cui l’impianto serva per sostituire un solo elemento dentale oppure da una protesi fissa, invece, in cui siano più denti a mancare all’interno della bocca del paziente.

La tecnica trasmucosa non prevede, da parte del dentista, l’utilizzo del bisturi per incidere la i tessuti molli, non è necessario lo scollamento della gengiva dall’osso, non è necessario neanche creare un lembo attraverso il quale esporre l’osso mascellare sottostante (o come anche viene detto: rendere direttamente visibile il campo operatorio).

Non essendo necessario l’impiego del bisturi per incidere, il campo operatorio risulta quasi esangue ovvero il sanguinamento è estremamente ridotto e non sono necessari neanche i punti di sutura.

L’importanza degli esami diagnostici

Non potendo l’odontoiatra vedere direttamente l’osso, la tecnica transmucosa può essere posta in essere con successo solo se il chirurgo conosce già la quantità e la qualità dell’osso in cui andrà ad alloggiare gli impianti dentali e questo è possibile oggi grazie alla tecnologia la quale permette una ricostruzione tridimensionale virtuale della bocca del paziente attraverso esami radiologici particolari eseguiti con strumenti quali la DENTASCAN o, attraverso l’impiego di software professionali, a partire della TAC.

Come si è arrivati all’implantologia transmucosa ?

Questa tecnica odontoiatrica o, più precisamente, implantologica, non è del tutto nuova poiché già in passato alcuni medici tra cui l’illustre professor Tramonte, avevano già individuato la possibilità di collocare impianti dentali senza la necessità di incidere la gengiva.

Tuttavia, i diversi tentativi fatti non approdarono agli ottimi risultati che sono oggi raggiungibili a causa dell’impossibilità di avvalersi di strumenti tecnologici che potessero permettere a detti precursori di effettuare una valutazione approfondita ed estremamente precisa dell’osso mascellare all’interno del quale gli impianti dovevano essere inseriti e senza la possibilità di individuarne la posizione più utile e corretta al fine del successo operatorio cosa che, invece, oggi rappresenta la quotidianità per molti dentisti.

Vantaggi della tecnica transmucosa

  • praticabile senza l’utilizzo del bisturi;
  • non è necessario procedere con la sutura;
  • il dentista non deve rimuovere i punti;
  • il campo operatorio presenta un ridotto sanguinamento;
  • il tempo di guarigione dei tessuti gengivali interessati è più veloce;
  • il trauma operatorio e post operatorio è minore;
  • indolore (i pazienti generalmente lamento solo una sensazione di fastidio più o meno intenso in base alla sensibilità ed alla capacità di sopportazione del paziente stesso)
    assenza o quasi di ematoma o edema post operatori;
  • recupero pressoché immediato della propria quotidiana;
  • risultati raggiungibili in minor tempo (poiché non è necessario attendere il periodo di osteointegrazione come invece prevede la tecnica a lembo o a due fasi);
  • Il rischio di infezione post intervento è estremamente ridotto poiché i tessuti non vengono esposti a potenziale contaminazione esterna quindi il paziente non ha neanche la necessità di una pesante copertura antibiotica (comunque questo deve essere deciso dall’odontoiatra);
  • La gengiva attorno al foro non presenta lesioni e le impronte dentali per la costruzioni della protesi provvisoria risulteranno più precise (di poco) quindi anche l’estetica finale ne potrà trarre beneficio;
  • Immediata soluzione dell’edentulia parziale o completa (ovvero mancanza di tutti i denti, una parte di essi od anche un solo elemento dentale) poiché il paziente potrà uscire dallo studio medico con una protesi fissa sugli impianti che monta denti esteticamente validi (anche se nella maggioranza dei casi non definitivi) e che permettono la normale masticazione anche di cibi solidi immediatamente dopo l’intervento (è comunque sempre consigliabile una certa moderazione almeno per le prime settimana in modo tale da non sollecitare inutilmente le strutture interessate);

Svantaggi / limiti

Quando si descrive l’implantologia transmucosa ed i relativi lati positivi e negativi non possiamo espressamente elencarne gli svantaggio, si tratta piuttosto di limiti di tale procedura odontoiatrica infatti, essa non può essere utilizzata quando la qualità e/o la quantità di osso a disposizione non sono sufficienti. In tali situazioni, quando il dentista deve preventivamente ricorrere ad una integrazione ossea od ad un rialzo del seno mascellare allora è doveroso poi procedere con l’implantologia a lembo detta anche a due fasi.

Qual è il costo dell’implantologia transmucosa ?

Nonostante l’impiego di strumentazione altamente tecnologica e costosa, l’implantologia transmucosa tende sempre più ad avere un prezzo contenuto rispetto alla procedura a due fasi in primis poiché il dentista non deve intervenire due volte (a distanza di tempo) ma anche perché la maggiore richiesta dei macchinari necessari da parte di un numero sempre crescente di operatori del settore tende inevitabilmente a creare concorrenza la quale, come è noto, fa, a sua volta, diminuire i prezzi.

DENTISTA BOLOGNADENTISTA BOLOGNADENTISTA BERGAMODENTISTA BOLOGNA

Commenti

Comunità terapeutiche a Lecce

Comunità terapeutiche a Lecce

Le comunità terapeutiche a Lecce sono una soluzione sempre più concreta per aiutare chi ha un problema di tossicodipendenza e sono diventate un punto di partenza per tutte quelle persone che stavano perdendo la speranza di uscire dal tunnel della droga.

Oggi vogliamo parlare della Comunità di Recupero Narconon Il Gabbiano che si differenzia dalle classiche comunità terapeutiche a Lecce perchè adotta un metodo assolutamente diverso e del tutto naturale, ovvero non ricorre ad alcun tipo di farmaci, psicofarmaci o di droghe sostitutive.

Il punto di partenza dell’approccio che utilizza è basato sul fatto che la tossicodipendenza non è una malattia ma la conseguenza di una condizione di disagio vissuta dalla persona, alla quale non è riuscita a fare fronte.

Attraverso diverse fasi, questa comunità di recupero aiuta la persona a superare tutti gli ostacoli più comuni che, fino a quel momento, le avevano impedito di liberarsi dalla tossicodipendenza in modo efficace.

Come prima cosa viene affrontata la fase di astinenza grazie ad una continua assistenza e la somministrazione di prodotti naturali (vitamine e calmanti a base di calcio e magnesio) che consentono di superare, in maniera tollerabile, i sintomi fisici e psicologici dei primi giorni senza l’uso di droga.

Dopo, tramite saune disintossicanti, la persona va ad eliminare i residui di droga dall’organismo, in modo tale da avvertire in modo notevolmente ridotto il desiderio di continuare a farne uso e, di conseguenza, limitare il rischio di ricadute.

Infine, grazie a dei corsi di riabilitazione, la persona va ad individuare e risolvere tutti motivi che sono alla base dell’uso di droga e tutto quello che ne è conseguito, riorganizzando tutta la sua vita e riprendendo quei valori di vita che le consentiranno di condurre un’esistenza assolutamente serena.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.comunitaterapaeutiche.it oppure chiama il Numero Verde Gratuito – Attivo 24 ore su 24 – 7 giorni su 7

Commenti

AGRIMONIA ANTI MAL DI GOLA

L’agrimonia (Agrimonia eupotoria) è indicata nel trattamento di faringiti e infiammazioni della gola in genere. I decotti (1 cucchiaio di agrirnonia in acqua in ebollizione per 2 minuti) freddi sono adatti per fare dei gargarismi efficaci nel ridurre le infiammazioni della bocca e della gola. Tuttavia, per chi ha poco tempo. si consiglia l’uso della tintura madre (2S gocce 3 volte al dl. anche per gargarismi nella misura di 40 gocce in 2 dita di acqua), oppure l’assunzione dell’estratto secco in capsule o compresse, 2 al giorno. Per aumentare efficacia dell’estratto di agrimonio fai così: diluisci in due dito di acqua ben caldo 30 gocce di tintura di propoli e 25 gocce di tintura madre di agrimonia. Mescola con uno stecchino di legno e bevi subito. Ripeti il trattamento per 3-4 volte al dì e proseguilo per 3-4 giorni consecutivi: contribuirò o far passare il mal di gola, lo tosse e anche lo bronchite se presente. È adatto anche per contrastare influenzo e raffreddore.

Questa pianta era utilizzata anche per applicazioni topiche, oltre che come decongestionante, risolvente e sedativo in processi flogistici della congiuntiva quali orofangite e altre patologie, come svariate dermopatie nelle quali si manifestava, tra le altre cose, anche un’azione antipruriginosa.

La presenza in questa pianta di triterpeni e tannini ne giustifica l’utilizzo come anti infiammatorio, cicatrizzante e antisettico-analgesico e come cura nelle gastroenterite e nelle infiammazioni intestinali. In virtù proprio delle proprietà sedative, il suo utilizzo può essere esteso non solo nel trattamento delle stomatiti ma anche nelle forme nevralgiche quali fibrositi, artriti e periartriti.

L’Agrimonia inoltre mostra un’azione sedativa anche nei casi di gastrite o ulcera gastroduodenale. La pianta oltre ciò mostrerebbe dunque un’interessante attività antiallergica per cui il suo uso sarebbe auspicabile anche nelle patologie che vedono alla loro base una condizione allergica o disreattiva come colecistopatie, le emicranie e anche alcune forme di insonnia.

Commenti

Oscillococcinum, quando l’omeopatia è utile in caso di influenza

Ospedali, scuole, asili, comunità sono alcuni dei luoghi più a rischio per la trasmissione dei virus dove i possibili contagi sono all’ordine del giorno.
In più se il nostro sistema immunitario è un po’ indebolito a seguito, ad esempio, di periodi di particolare stress, preoccupazioni o convalescenze, la trasmissione è pressoché scontata.

Ma c’è un modo per non subire passivamente l’insorgenza di disturbi influenzali ovvero l’assunzione di un medicinale omeopatico specifico da utilizzare sia in ottica di prevenzione, sia come rimedio alternativo per combattere una sindrome già in atto.
Un esempio è sicuramente l’Oscillococcinum, un medicinale omeopatico che può favorire un potenziamento delle difese immunitarie (veri e propri “scudi” con cui l’organismo frena l’avanzata dei virus).

In più di 60 paesi nel mondo Oscillococcinum viene utilizzato per il trattamento delle sindromi influenzali e, sebbene le indicazioni più opportune su dosi e modalità di assunzione andrebbero definite caso per caso dal proprio medico o da un omeopata, esistono suggerimenti standard per chi preferisce “far da sé”.

  • In ottica di prevenzione è consigliata l’assunzione di una dose alla settimana.
  • Alla comparsa dei primi sintomi influenzali si consiglia l’assunzione di Oscillococcinum nella misura di una dose ogni otto ore circa, nelle prime 24 ore.
  • In fase acuta è opportuno optare per 2 dosi al giorno, mattino e sera, da ripetere per 2 o 3 giorni.

Oscillococcinum è un prezioso aiuto anche nei casi di disturbi legati a forme simil-influenzali. È utile sapere, infine, che Oscillococcinum, come tutti i medicinali omeopatici, non comporta generalmente la comparsa di effetti collaterali e non presenta controindicazioni. La sua assunzione è consentita anche ai bambini, alle persone anziane e generalmente a tutta la famiglia, da solo oppure in associazione ad altri farmaci, omeopatici e non.

Commenti

Le patologie curabili mediante l’omeopatia: Ansia, depressione, attacchi di panico, allergie, psoriasi, ipertensione

Nel corso del tempo la medicina omeopatica, nata grazie ad Hahnemann, ha subito un evoluzione importante nelle terapie e cure omeopatiche disponibili e nei medicinali omeopatici oggi a disposizione dei pazienti.

Sempre più spesso, nella società odierna si ricorre a cure omeopatiche per diverse tipologie di patologie, anche per l’assenza di effetti collaterali che questa scienza medica garantisce, grazie alla diluizione dei principi attivi presenti nelle sostanze utilizzate, anche per questo le terapie omeopatiche sono molto adoperate in campo pediatrico o per donne in stato di gravidanza.

OmeopatiaAnsia, depressione, allergie sono solo alcune delle patologie curabili mediante la Medicina Omeopatica

L’omeopatia cerca di ottenere i migliori risultati in termini di guarigione e di miglioramento dello stile di vita, cercando di non considerare rilevante solo la patologia da curare, ma l’intera sfera psico-fisica del soggetto.

Nel processo diagnostico, il medico omeopata cerca di analizzare lo stato di salute complessivo del soggetto, sia fisico, che mentale ed emotivo, analizzando, la storia, l’ambiente e i fattori, per risalire alle cause che hanno dato origine alla malattia, cercando di curare il malato e non la malattia in se per sé.

L’omeopatia, quindi proprio per questo principio alla base della medicina omeopatica, produce rilevanti successi, in quelle patologie che dipendono soprattutto da squilibri dovuti a particolari stress emotivi a cui il paziente è stato sottoposto.

Le cure omeopatiche proprio per tali motivazioni, hanno raggiunto ragguardevoli successi in casi clinici di depressione, ansia, insonnia, attacchi di panico, disturbi alimentari come l’obesità e per patologie che sorgono per particolari stati emotivi, ma non solo.

Omeopata.org il sito dell’Omeopatia del Dr. Candeloro, medico Omeopata di Roma

Nel portale del medico omeopata di Roma, Dr. Candeloro, è possibile raccogliere informazioni su come poter curare altre tipologie di malattie, con l’Omeopatia, come l’ipertensione, diverse forme di allergie, asma, psoriasi, disturbi della menopausa e malattie dell’apparato genitale maschile e femminile.

Inoltre sono presenti nozioni storiche per approfondire le proprie conoscenze sull’omeopatia, articoli e pubblicazioni riguardanti la medicina Omeopatica, contatti e recapiti per poter prenotare una visita omeopatica a Roma, presso lo studio di Omeopatia del Dr. Candeloro

Commenti

Tunnel Carpale: Scopri I pro e i contro dei rimedi naturali

Soffri di un piccolo disturbo, come il mal di denti, la cefalea o il Tunnel Carpale?

Se sì, sei sicuramente alla ricerca di qualcosa che ti porti sollievo. Anche se molti problemi medici possono essere trattati con l’uso di farmaci, è possibile guarire molte di queste malattie tra cui il tunnel carpale, con l’uso di rimedi naturali od anche detti rimedi casalinghi.

E’ così bello venire a conoscenza del fatto che è possibile guarire grazie all’uso di un rimedio naturale, anche se molte persone sono scettiche a riguardo e non sono veramente sicure se i rimedi naturali funzionino o meno. Per aiutarti a decidere e verificare se un mal di denti, un mal di stomaco o anche un tunnel carpale o una qualsiasi altra malattia possa essere guarita da un rimedio naturale, è necessario esaminare i pro e i contro dei rimedi naturali.

Una delle ragioni per cui un rimedio naturale viene stimato e raccomandato è a causa dei suoi molteplici benefici. Uno di questi benefici è la facilità d’uso e di ricerca di informazioni sui rimedi naturali. Per iniziare, dovresti esaminare internet. Online ci sono molti siti web che trattano rimedi naturali sia per il tunnel carpale che per qualsiasi altro disturbo. Questi siti web possiedono un elenco di informazioni dettagliate sui rimedi naturali che vanno dalle emicranie, all’eliminazione dei pidocchi. Le stesse informazioni le puoi trovare sui libri, manuali sia nel formato cartaceo che in quello elettronico come gli ebook.

Un altro punto a favore dei rimedi naturali dicevamo è la facilità d’uso. Infatti la maggior parte dei rimedi naturali li puoi trovare o creare tra le mura di casa, come per il tunnel carpale.

Ecco un semplice esercizio di stretching per alleviare e guarire il Tunnel Carpale

Tunnel Carpale – Stretching al pollice

1. In piedi, metti il palmo della mano interessata verso il basso a contatto con il tavolo, mano ben distesa.

2. Ora, con l’altra mano, sposta il pollice verso l’esterno e l’ alto in modo da fare streching al pollice, quando senti tirare un po’, tieni la posizione per 5 – 10 secondi e rilascia.

3. Ripeti l’esercizio per 5 volte e poi rifai il tutto con l’altra mano.

Questo è un esercizio molto semplice che ti aiuterà a migliorare l’afflusso di sangue nella mano fornendoti un sollievo ai dolori legati al famoso problema del tunnel carpale.

Fonte: http://tunnelcarpaleaddio.com/

Un rimedio naturale ad esempio, per uccidere i pidocchi può essere l’aceto o la mayonese che molte persone hanno nei loro mobili in cucina e nel frigorifero. O ancora per le scottature è benefico schiacciare una banana è applicarla alla zona interessata per almeno un paio di ore.
Altri rimedi naturali utili che portano sollievo dalle scottature li troviamo nell’Aloe Vera, nella vitamine E e nei pomodori maturi. E se comunque sei allergico ad alcuni di questi ingredienti presenti nei prodotti citati, con una buona ricerca, riuscirai a trovare sicuramente il riemdio che fa per te.

Anche se ci sono molti fattori a favore o pro nei rimedi naturali, ci sono anche i lati negativi o contro. Forse quello più importante è l’incertezza. Solo perchè un rimedio fatto in casa ha funzionato per un individuo, esso non significa necessariamente che funzioni per un altro individuo. Detto ciò non è necessario spendere molti soldi per un rimedio naturale che sia per il tunnel carpale od altro, perchè dovresti trovarti quasi tutto tra le mura di casa e tra quelli sicuramente ci sarà quello in grado portarti sollievo

Paolo Di Volta by Tunnel Carpale System

Comments (7)

Corsi di Omeopatia, per medici Omeopati, a Roma o in e-learning

Come si diventa medici omeopati competenti, per patologie e malattie di diversa natura, sapendo eseguire diagnosi corrette e riuscendo a carpire la giusta terapia e cura omeopatica da utilizzare per il particolare caso clinico?

Corsi Omeopatia Dr CandeloroCorsi di Omeopatia in e-learning o a Roma per medici Omeopati

L’omeopatia è una scienza medica nata grazie ad Hahnemann, padre e fondatore di questa disciplina, atta a curare l’individuo, non solo a livello di patologia, ma anche nella sfera emotiva, basandosi su diversi principi.

Non sempre lo studio teorico fornisce gli strumenti per poter applicare tali principi a casi clinici reali, anche se si è conseguito il titolo di medico omeopata.
I corsi di Medicina Omeopatica
gestiti dal Dr. Francesco Candeloro, cercano di colmare il gap esistente tra Teoria e Pratica, mettendo il discente in condizione di poter operare con competenza e diligenza la professione di medico Omeopata.

I corsi di Omeopatia online o frequentabili a Roma, offrono la possibilità di poter programmare, coerentemente con le proprie esigenze, il percorso di perfezionamento scelto.

I temi e gli argomenti trattati nei Corsi di Omeopatia del Dr.Candeloro

Nel portale Omeopata.Org sono disponibili, informazioni e dettagli sui corsi tenuti personalmente, dal medico Omeopata Francesco Candeloro, alcuni direttamente accessibili online, suddivisi in moduli, ma facenti parte di più progetti formativi unificati, tra cui:

Corso avanzato di metodologia omeopatica – dalla legge di similitudine alla legge di massima similitudine (simillimum)

Materia medica dinamica- i 14 rimedi che curano la Dynamis o Energia vitale

Repertorio cartaceo e repertorio computerizzato- approccio ragionato per un loro utilizzo corretto ed efficace

Casi clinici- introduzione

Corso di omeopatia residenziale per la Scuola Medica Ospedaliera


Alcuni video riguardanti i Corsi di Omeopatia su You Tube

Il medico Omeopata Francesco Candeloro di Roma, gestisce personalmente un canale video su You Tube, completamente dedicato alla Medicina Omeopatica, denominato “L’Omeopatia su YouTube“, dove è possibile visionare filmati di approfondimento sui principi e sulle leggi alla base dell’Omeopatia, sulla storia e sul repertorio Omeopatico, strumento necessario per passare dalla teoria alla pratica professionale

Commenti

Le vacanze sono finite? Con l’Oscillococcinum e gli altri prodotti omeopatici mandiamo in vacanza anche l’influenza.

Le vacanze per alcuni sono già un ricordo, ma prolungare i benefici della pausa estiva, anche nelle stagioni più rigide, è il desiderio di tutti. Come? Proteggendosi dai primi freddi con l’aiuto di Oscillococcinum e degli altri medicinali omeopatici utili per contrastare l’insorgenza di sintomi influenzali e da raffreddamento.

Sole, mare, montagna, passeggiate, tempo libero e relax regalano un indubbio benessere e i fastidi che accompagnano l’arrivo delle stagioni più rigide, come influenza o raffreddore, sembrano lontani. Ma godersi più a lungo i benefici effetti della pausa estiva si può, basta giocare d’anticipo e scegliere, ad esempio, di seguire fin da subito una terapia basata su medicinali omeopatici in grado di prevenire o ostacolare l’insorgenza dei cosiddetti “malanni di stagione”. L’assunzione di Oscillococcinum, e altri farmaci omeopatici, è una scelta adatta a grandi e piccini poiché tali prodotti sono caratterizzati da una formulazione ad alta diluizione che li rende normalmente privi di effetti collaterali o indesiderati.

E se l’influenza ci coglierà impreparati, possiamo sempre scegliere i medicinali omeopatici per favorire in maniera dolce la nostra pronta guarigione e quella dei più piccoli.

Oscillococcinum, tutti i vantaggi.

È il medicinale omeopatico forse più conosciuto, specificamente formulato per la prevenzione e il trattamento degli stati influenzali e parainfluenzali.

Oscillococcinum è frequentemente consigliato da medici e farmacisti per il benessere di tutta la famiglia: viene talvolta preferito ai farmaci tradizionali oppure utilizzato in sinergia con questi perché non dà effetti indesiderati e può essere abbinato ad altre terapie.

I globuli disponibili in farmacia e confezionati in comode monodosi, vanno assunti come segue:

1. Come terapia preventiva: sciogliere sotto la lingua 1 monodose di Oscillococcinum una volta a settimana da settembre a marzo

2. Alla comparsa dei primi sintomi: sciogliere 1 monodose appena possibile.

3. In caso di influenza e raffreddamento già in corso: assumere 1 monodose ogni 6 ore.

Altri fattori come aria condizionata troppo aggressiva o cali improvvisi di temperatura di “fine estate” possono causare, tuttavia, altri disturbi come tosse o mal di gola. Anche in questi casi la nostra salute può essere protetta ricorrendo ai prodotti omeopatici integrando, all’occorrenza, l’Ocillococcinum con altri medicinali specifici, come ad esempio:

• Belladonna: in caso di febbre molto alta.

• Ferrum phosphoricum: se la febbre è inferiore a 38°.

• Bryonia: per alleviare i dolori alle ossa • Apis: in caso di mal di gola persistente

Commenti

Rimedi e consigli per cure omeopatiche, le divulgazioni del Dr. Candeloro, omeopata di Roma

Nel sito professionale del medico omeopata di Roma, Dr. Francesco Candeloro, sono offerte tante informazioni e consigli riguardanti l’omeopatia, nel portale è possibile scoprire esattamente cos’è l’omeopatia e quale è stata la sua evoluzione nel tempo.

Omeopata Roma

L’omeopatia, prevenzione e cura, i consigli del Dottore omeopata Candeloro

La medicina omeopatica viene utilizzata, sin dal padre dell’omeopatia Hahneman, per curare malattie differenti basandosi sul principio della similitudine, secondo il quale, le patologie possono essere curate con le sostanze, animali vegetali e minerali, che assunte ripetutamente da un individuo sano, ricreano gli stessi sintomi della malattia da curare.

La medicina omeopatica è utilizzata anche per prevenire il manifestarsi di certe tipologie di patologie, basandosi sul principio che, esaminando attentamente l’aspetto fisico di tutti gli individui, è possibile classificarli, in tre differenti classi: i normolinei, brevilinei e i longilinei, quindi determinata la classe, a cui si appartiene, è possibile effettuare la relativa prevenzione.

Nel portale omeopata.org, sono inoltre disponibili articoli e divulgazioni scientifiche sull’omeopatia pubblicate dal medico omeopata di Roma, Dr. Francesco Candeloro, dove con competenza e professionalità, si spiega come è possibile curare patologie come ansia, depressione, ipertensione, attacchi di panico e tante altre malattie, con l’omeopatia.

Lo studio medico a Roma, specializzato in omeopatia, del Dr Candeloro

Per poter prenotare una visita omeopatica, presso lo studio a Roma, del Dr. Candeloro, sul sito sono presenti i contatti telefonici o un comodo form, dov’è possibile prenotare gratuitamente e direttamente online una visita.


Lo studio medico di omeopatia a Roma
, del dottore Candeloro, garantisce esperienza e professionalità, competenza ed un’assistenza continua, ogni paziente è seguito con diligenza e attenzione nel percorso di guarigione, mediante l’utilizzo di rimedi omeopatici, essendo costantemente seguiti anche nella dieta alimentare, inoltre in casi di obesità e sovrappeso, il medico omeopata Dr. Candeloro prescrive diete personalizzate in relazione alle specifiche patologie.

I rimedi omeopatici possono essere anche adoperati per malattie e disturbi come l’ansia, disturbi della menopausa, ipertensione, attacchi di panico, depressione, psoriasi, allergie, patologie della tiroide e per tante altre tipologie di casi clinici.

Divulgazione scientifiche e Corsi di Omeopatia a Roma o in e-learning

Grazie all’esperienza acquisita nel campo della medicina omeopatica, avendo frequentato corsi e convegni sull’omeopatia, il dottor Candeloro di Roma è diventato egli stesso, professore e docente, ha pubblicato diverse divulgazioni scientifiche, accessibili a tutti sul suo sito ufficiale e gestisce personalmente dei blog professionali sull’omeopatia e sulle cure omeopatiche, è stato invitato come ospite esperto in omeopatia in molte trasmissioni radio-televisive, ed è anche autore di corsi formativi in medicina omeopatica, frequentabili a Roma o in e-learning.

Commenti

Cura la tua salute con i prodotti omeopatici di Parafarmacia Polo

Se è vero che i consumatori abituali di prodotti omeopatici sono solo il 7% della popolazione italiana – lo dice una recente ricerca commissionata dalle aziende del settore -, è pure un dato di fatto che la richiesta del pubblico per questi rimedi è in decisa crescita. Per questo motivo è nata Parafarmacia Polo, la parafarmacia online specializzata nella vendita di prodotti omeopatici e integratori alimentari naturali.

Parafarmacia Polo riunisce sotto lo stesso marchio più aziende leader nel campo delle medicine alternative e nella ricerca scientifica per la fitoterapia, l’omeopatia, la nutraceutica e la dermocosmesi. L’obiettivo di Parafarmacia Polo? Avvicinare gli italiani ai rimedi omeopatici.

Dalla stessa ricerca menzionata poco fa emerge un vuoto di conoscenza fra i consumatori: è convinzione diffusa che i prodotti omeopatici assicurino tutt’al più il cosiddetto effetto placebo. Qual è il profilo più ricorrente fra i consumatori di omeopatici? Donna, di mezza età e con un tenore di vita e un livello d’istruzione medio-alti.

Parafarmacia Polo propone un catalogo con centinaia di medicinali omeopatici adatti per il trattamento di un’ampia gamma di disturbi, dai tipici malanni della stagione fredda – raffreddore, tosse, mal di gola – ai problemi di natura cardiovascolare. Su www.parafarmaciapolo.it puoi acquistare i prodotti omeopatici per la cura della tua salute e per il tuo benessere quotidiano. Fra i tanti reparti di Parafarmacia Polo puoi trovare una linea di cosmetici naturali per la tua igiene intima. Nel reparto dei drenati ti aspettano tanti prodotti per favorire l’eliminazione dei liquidi e sentirti meglio con te stessa.

Approfitta subito delle offerte di Parafarmacia Polo e scopri l’efficacia della natura applicata alla medicina.

Commenti