Archive for Istruzione

Corsi RSPP e ASPP Monza: sicurezza sul lavoro

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e l’Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) sono figure le cui funzioni sono disciplinate dal D.Lgs 81/2008.
La prima introduzione di queste figure nel mercato del lavoro italiano risale al 1994 quando vennero recepite alcune direttive europee riguardanti la sicurezza e la salute dei lavoratori. Continue reading “Corsi RSPP e ASPP Monza: sicurezza sul lavoro” »

Commenti

Il Primo Soccorso – formazione per le aziende

Il PRIMO SOCCORSO è l’insieme delle azioni che chiunque può prestare alle vittime di un incidente o di un malore nell’attesa che intervenga un soccorso sanitario qualificato che risponde ad un numero sanitario unico (118) istituito su tutto il territorio nazionale per le chiamate relative alle emergenze ed al soccorso.

Classificazione delle aziende
Il decreto classifica le aziende in tre gruppi in base alla tipologia dell’attività svolta, del numero di occupati e dei fattori di rischio secondo le seguenti modalità:
Gruppo A: tutte le aziende o unità produttive con attività industriali, centrali termoelettriche, impianti e elaboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni; aziende o unità produttive con cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro; aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.
Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
Gruppo C: aziende o unita’ produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Continue reading “Il Primo Soccorso – formazione per le aziende” »

Commenti

Il registro elettronico tra potenzialità e carenze

L’informatizzazione del registro scolastico è un progetto che il Governo italiano sta cercando di sostenere da almeno due anni tra problematiche e insufficienze economiche, oltre che strutturali. Gli indubbi vantaggi che il registro elettronico apporterebbe sotto il profilo della gestione burocratica, della trasparenza delle informazioni e del rispetto per l’ambiente si scontra inevitabilmente con una realtà che in moltissimi casi non è in grado di sostenere il cambiamento. La Legge n. 135 del 7 agosto 2012 aveva sancito l’obbligatorietà da parte degli Istituti Scolastici di convertire in digitale ogni procedura relativa al funzionamento scolastico in riferimento all’anno scolastico 2012 -13. Sono stati stanziati 24 milioni di euro per l’installazione di apparecchiature elettroniche in ogni classe di scuole medie e superiori, è stata prefissata una spesa massima di 1.500 euro per l’acquisto dei software, ma poi il progetto non ha retto alla riesamina della situazione reale. Ai costi tecnici per l’avviamento dell’informatizzazione degli istituti occorre aggiungere la spesa relativa all’installazione o il potenziamento della linea internet e quella per la formazione del corpo docenti. A ciò si sommano problematiche dal punto di vista operativo, basti considerare che l’età media del corpo docenti italiano supera i 50 anni, il dato più alto del mondo. Facile intuire le difficoltà riscontrabili nell’imporre un simile cambiamento a un personale in età avanzata e presumibilmente restio al cambiamento, se non addirittura incapace di assecondarlo.

Il decreto ha dunque perso il suo carattere di imposizione, trasformandosi in una linea guida, un invito rivolto ai dirigenti scolastici a porre la questione registro elettronico tra le priorità. Anche se con un anno di ritardo rispetto ai progetti iniziali, a partire dall’anno scolastico 2013 – 14 è aumentato notevolmente il numero di istituti che hanno saputo dotarsi di un registro scolastico informatizzato, dando quantomeno un segnale positivo a un settore, quello dell’istruzione appunto, da sempre etichettato come vetusto e incapace di produrre rinnovamento.

Commenti

Scuola Diffusa presenta i corsi di formazione professionale per il 2015

Udine – Al via i corsi di formazione professionale offerti da Scuola Diffusa.it per l’anno formativo 2015 : sono stati approvati e finanziati 12 corsi che formeranno tecnici specializzati in grado di gestire i processi organizzativi e produttivi nelle imprese, nei settori dellaBellezza, Benessere & Naturopatia, Arte & Creatività e Crescita Personale. I corsi sono progettati e svolti congiuntamente da docenti accreditati per la formazione superiore.

I 12 corsi sono rivolti a giovani e adulti, non occupati o occupati, in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore. L’accesso è consentito anche a chi è in possesso dell’ammissione al quinto anno dei corsi liceali, e a chi non possiede il diploma di istruzione secondaria superiore, ma che può  accreditare le proprie competenze acquisite in precedenti corsi di istruzione, di formazione o di lavoro.

I corsi – a cui potrà accedere chiunque – hanno una durata complessiva di 800 ore. La formazione è libera da vincoli di orario e di luogo, si può studiare comodamente da casa con i propri tempi e ritmi di studio e con tutti i più moderni supporti multimediali, inoltre la formazione è accompagnata da periodi di stage, circa 300 ore, per consentire ai partecipanti di sperimentare in impresa le competenze acquisite, di conoscere gli ambienti lavorativi e comprenderne le dinamiche relazionali. Al termine, viene rilasciato un titolo di studio e l’attestato di natura privata che certifica con dati e riferimenti concreti le abilità professionali raggiunte.

Caratteristica dei corsi che costituiscono la Rete di Scuola Diffusa, è la creazione di un sistema modulare che permette di confezionare un personale piano di studi, scegliendo di imparare ciò che ti è più utile e ti interessa. La novità è che grazie a questo sei subito operativo al termine del primo livello e fai la pratica direttamente presso strutture e operatori vicino a casa tua, nel tuo settore.

Obiettivo dei diversi corsi di Scuola Diffusa è quello di far acquisire ai partecipanti competenze tecniche necessarie per lavorare in diversi settori chiave dell’economia regionale. Nella maggiorparte dei casi è possibile un’immediata apertura dell’attività in proprio.

Solo nei casi di estetiste e parrucchiere è richiesto l’ottenimento della qualifica professionale conseguibile mediante il superamento di un esame teorico-pratico preceduto dallo svolgimento di un apposito corso regionale o di un periodo di attività lavorativa qualificata, in questo caso il regolamento varia da regione a regione.

Numerose anche le opportunità rivolte a chi è interessato ad inserirsi nel settore della Crescita Personale (Comunicazione, Gestione e Organizzazione, Sviluppo Personale, Cultura Generale) con corsi per chi vuole approfondire varie tematiche di interesse più generale poichè relative alla gestione dell’attività lavorativa e dei suoi aspetti.

Si va da materie legate alla comunicazione rivolta all’impresa e alla gestione delle relazioni con il cliente, alla gestione dell’attività in proprio e organizzazione delle risorse, passando per le tecniche di  promozione tramite attività di marketing.

Oppure semplicemente iter formativi che mirano a fornire una cultura generale più ampia, patrimonio fondamentale di un vero professionista in qualsiasi settore egli operi.

Si prospetta quindi un panorama di corsi davvero vario e interessante che permette, a chi è alla ricerca di strumenti per imparare un mestiere costruirsi un futuro lavorativo di successo, di acquisire competenze professionali e personali in maniera efficace e veloce.

Oltre la scuola di formazione tradizionale a cui si è abituati si colloca Scuola Diffusa.it, da oggi una valida alternativa!

Commenti

Corsi di pasticceria a Roma

L’Italia è da sempre uno dei Paesi con la più grande tradizione dolciaria d’Europa: i maestri pasticceri italiani sono richiesti in tutto il mondo per la loro arte e abilità nella preparazione di vere e proprie opere d’arte commestibili. Non è raro che, chi se lo può permettere, chiami oltre confine i nostri pasticceri per la preparazione di torte nuziali per matrimoni di un certo tenore, che richiedono la massima perfezione e precisione.

Ovviamente, per avere questo fior fiore di pasticceri, l’Italia negli anni ha sviluppato anche numerose scuole in diverse città: i corsi di pasticceria a Roma sono tra i più famosi nel nostro Paese e non solo e, ogni anno, sono aperti altri corsi specializzanti per rispondere alla domanda sempre più intensa di pasticceri.

 

I corsi di pasticceria

Chi sceglie di frequentare i corsi di pasticceria a Roma sa di intraprendere una strada molto difficile, che però porta al conseguimento di titoli qualificanti e specializzanti validi per entrare a far parte dei team più rinomati e illustri della pasticceria nazionale e non solo, perché nelle cucine e pasticcerie d’Europa, i professionisti italiani sono particolarmente apprezzati e poter spendere un attestato ricevuto dopo aver seguito un corso di pasticceria a Roma in una delle scuole più illustri, rappresenta senza dubbio un lascia passare efficace per ottenere un posto di lavoro gratificante e remunerativo.

Ovviamente, i corsi di pasticceria a Roma non sono orientati esclusivamente a chi pratica questa professione o a chi vorrebbe diventare pasticcere professionista, ma nella varietà di soluzioni disponibili, tra i vari corsi professionali sono numerosi anche quelli dedicati a chi vuole semplicemente migliorare la sua tecnica per realizzare torte per amici e parenti, seguendo quella che è più che altro una passione e un hobby.

Vicino a Roma, a L’Aquila. La Scuola di Cucina Master di Cucina organizza anche corsi per pasticceri esperti, che desiderano migliorarsi con il supporto dei maestri provenienti dalla Campaniatra i più apprezzati per la loro tecnica.

 

Corsi professionali

corsi di pasticceria professionali a Roma o nei dintorni sono solitamente strutturati secondo uno schema preciso, che prevede una parte teorica, in cui sono spiegate le norme di base e, negli ultimi anni, è data grande importanza all’HCCP. Le nozioni teoriche vengono poi traslate nella pratica nelle cucine della scuola, con il costante affiancamento di maestri e professionisti: questa è la parte del cruciale del corso, perché dalla manualità e dalla predisposizione ai lavori di cucina si capisce la reale abilità di un pasticcere. L’ultima fase viene solitamente svolta presso una pasticceria rinomata con professionisti di livello internazionale che, in base al livello di preparazione raggiunto, spesso scelgono i migliori del corso per assumerli nelle loro pasticcerie.

 

Corsi amatoriali

Di diverso tenore sono i corsi amatoriali, che costano sicuramente meno e non prevedono stage in pasticcerie o parti teoriche molto impegnative. Solitamente, si concentrano prevalentemente su aspetti ristretti del mondo della pasticceria, soffermandosi a nozioni che possono facilmente essere messe in pratica nelle cucine domestiche. Uno dei corsi di pasticceria a Roma dedicati agli amatori, che nell’ultimo periodo sta riscuotendo maggior successo, è quello dedicato al cake design, ossia l’arte di decorare le torte facendo delle vere e proprie sculture di panna e zucchero.

Commenti

Orientare la strategia aziendale con i Master il coaching

I Master in coaching sono delle realtà sviluppatesi negli Stati Uniti negli anni ‘50 e che hanno visto un forte sviluppo negli ultimi anni per far fronte alle esigenze dei leader aziendali che intendono accrescere le proprie potenzialità individuando obiettivi concreti ed eliminando i comportamenti improduttivi ed errati.

Il coaching è un termine generico che può essere applicato a diversi ambiti come Life coaching, Executive coaching. Leadership coaching, ecc.

L’origine di questo termine viene dal francese coch che indicava originariamente un mezzo di trasporto trainato da cavalli; il termine ha assunto poi il significato di “istruttore” nel mondo anglosassone a partire dal 1800. Probabilmente questo spostamento semantico deriva dalla simbologia legata al cavallo che traina e guida, per questo il coach è una figura volta all’allenamento inteso anche in senso psicologico oltre che fisico.

Oggi il coaching indica un processo formativo in cui un individuo viene supportato nel raggiungimento di un obiettivo specifico che sia personale o professionale. La persona che beneficia di questo “allenamento” viene chiamata coachee.

Molte aziende oggi investono sempre di più nel coaching perché considerato fondamentale per lo sviluppo del processo di apprendimento e della strategia aziendale.

Il coaching differisce dal mentoring perché ha un approccio che mira a sviluppare competenze specifiche, mentre il mentoring ha un approccio più generale.

I corsi dei Master in coaching sono quindi utili sia per le aziende che intendono migliorare la propria strategia globale sia per singoli individui che vogliono sviluppare competenze più flessibili, riorentare la propria carriera professionale o affrontare un nuovo percorso di vita. Inoltre il coaching può essere anche un interessante percorso di carriera per coloro che decidono di affrontare l’ambito della formazione e si adatta a persone con background diversi.

 

Commenti

Trovare lavoro dopo il master di specializzazione

Con l’attuale crisi economica trovare lavoro è diventato sempre più difficile e complicato, ma non è affatto impossibile! Per aumentare le probabilità di successo si possono seguire moltoe strade, tra cui quella di svolgere un master di specializzazione. I motivi per cui il master aiuta a trovare lavoro sono i seguenti:

  • il master trasferisce competenze molto utili per accedere al mondo del lavoro, sia come dipendenti che come liberi professionisti;
  • le aziende che assumono vedono di buon’occhio chi ha un master, perché conoscono l’alto valore aggiunto che le scuole di specializzazione danno agli allievi.

I master si dividono in due gruppi principali: i master universitari ed i master executive. I master universitari si svolgono presso università pubbliche o private ed hanno solitamente una durata di dieci-dodici mesi. Se ai mesi di lezioni si aggiungono quelli di stage, si può arrivare anche a due anni.

I master executive si svolgono presso business school private e, rispetto a quelli universitari, sono più brevi e con un fortissimo focus sul mondo del lavoro. Mentre la formazione dei master universitari tende ad essere ancora di tipo generalista, quella dei master executive si concentra su aspetti che possono essere spesi immediatamente sul lavoro. Non c’è una tipologia migliore dell’altra: si tratta di due prodotti formativi differenti che possono accontentare diverse tipologie di utenza. Chi è ancora molto giovane ed è appena uscito dall’università, ad esempio, potrebbe preferire master dalla durata più lunga, che consentono di approfondire molti più aspetti rispetto a quelli executive. Chi invece già ha un lavoro, chi ha delle idee molto chiare e selettive sul lavoro che vorrà fare, oppure chi entra con ritardo nel mercato del lavoro può guardare con maggiore interesse ai master executive. Nell’uno e nell’altro caso, comunque, si dovrà fare molta attenzione a scegliere scuole di alta qualità.

Una volta concluso il master, comunque, è tempo di mettere a frutto il percorso fatto fino a quel momento per trovare (o cambiare) finalmente un lavoro. La prima regola è quella di  valorizzare nel curriculum il master svolto. Se ad esempio ci candidiamo per un lavoro come revisore contabile ed abbiamo svolto un master finanziario, potremo specificare quali parti del programma sono state più utili per darci le competenze adatte a ricoprire in futuro quel ruolo. Lo stesso discorso può essere applicato per master svolti in qualsiasi campo.

Un altro consiglio importante è quello di sfruttare il network in cui è inserita la scuola di formazione per far girare il proprio curriculum. Spesso le scuole hanno anche dei veri e propri uffici placement  con cui possono attivare stage e tirocini: bando alla timidezza, è ora di farsi notare!

Commenti

Progetto TRIO e i Social Network

Progetto TRIO e i Social Network

A due anni dall’inaugurazione del Trio Social Networking, l’insieme di piattaforme social utilizzate da Progetto TRIO per le proprie comunicazioni, è stata superata la quota dei 10.000 fan sulla pagina Facebook di TRIO. Il risultato giunge a tre settimane di distanza da un importante evento: il Convegno annuale di Progetto TRIO, durante il quale sono stati presentati i nuovi corsi di formazione sulle Competenze Digitali, oltre agli innumerevoli risultati raggiunti da TRIO nel campo della formazione a distanza.

La rete sociale di TRIO si è inoltre ampliata a inizio Settembre con l’apertura del profilo aziendale sulla piattaforma LinkedIn, il social network professionale più utilizzato al mondo. Questo canale, con oltre 5 milioni di iscritti in Italia, consente a TRIO di farsi conoscere come importante punto di riferimento nel mondo della formazione a distanza.

TRIO utilizza i propri canali Social per informare i propri fan sulla presenza di nuovi percorsi di formazione, nuovi corsi online e importanti collaborazioni tra enti, oltre che per interfacciarsi con gli utenti in caso di necessità. Lo staff tecnico di TRIO è sempre all’opera per garantire un supporto tecnico costante ai propri utenti grazie a forum tematici, forum di orientamento, numero verde, mail di supporto e tutor presenti nei centri dell’impiego dislocati sul territorio.

Per saperne sulla piattaforma di TRIO, visita il sito www.progettotrio.it o uno dei suoi canali.

Progetto TRIO Facebook

Progetto TRIO Twitter

Progetto TRIO LinkedIn

Progetto TRIO YouTube

Commenti

Corsi di Omeopatia, per medici Omeopati, a Roma o in e-learning

Come si diventa medici omeopati competenti, per patologie e malattie di diversa natura, sapendo eseguire diagnosi corrette e riuscendo a carpire la giusta terapia e cura omeopatica da utilizzare per il particolare caso clinico?

candeloro Corsi di Omeopatia, per medici Omeopati, a Roma o in e learningCorsi di Omeopatia in e-learning o a Roma per medici Omeopati

L’omeopatia è una scienza medica nata grazie ad Hahnemann, padre e fondatore di questa disciplina, atta a curare l’individuo, non solo a livello di patologia, ma anche nella sfera emotiva, basandosi su diversi principi.

Non sempre lo studio teorico fornisce gli strumenti per poter applicare tali principi a casi clinici reali, anche se si è conseguito il titolo di medico omeopata.
I corsi di Medicina Omeopatica
gestiti dal Dr. Francesco Candeloro, cercano di colmare il gap esistente tra Teoria e Pratica, mettendo il discente in condizione di poter operare con competenza e diligenza la professione di medico Omeopata.

I corsi di Omeopatia online o frequentabili a Roma, offrono la possibilità di poter programmare, coerentemente con le proprie esigenze, il percorso di perfezionamento scelto.

I temi e gli argomenti trattati nei Corsi di Omeopatia del Dr.Candeloro

Nel portale Omeopata.Org sono disponibili, informazioni e dettagli sui corsi tenuti personalmente, dal medico Omeopata Francesco Candeloro, alcuni direttamente accessibili online, suddivisi in moduli, ma facenti parte di più progetti formativi unificati, tra cui:

Corso avanzato di metodologia omeopatica – dalla legge di similitudine alla legge di massima similitudine (simillimum)

Materia medica dinamica- i 14 rimedi che curano la Dynamis o Energia vitale

Repertorio cartaceo e repertorio computerizzato- approccio ragionato per un loro utilizzo corretto ed efficace

Casi clinici- introduzione

Corso di omeopatia residenziale per la Scuola Medica Ospedaliera


Alcuni video riguardanti i Corsi di Omeopatia su You Tube

Il medico Omeopata Francesco Candeloro di Roma, gestisce personalmente un canale video su You Tube, completamente dedicato alla Medicina Omeopatica, denominato “L’Omeopatia su YouTube“, dove è possibile visionare filmati di approfondimento sui principi e sulle leggi alla base dell’Omeopatia, sulla storia e sul repertorio Omeopatico, strumento necessario per passare dalla teoria alla pratica professionale

Commenti

Corso di Alta Formazione Universitaria in Coaching a Roma – XIª Edizione

A Roma inizia il Master in Coaching organizzato da SEAFO Scuola Europea di Alta Formazione e dalla Scuola INCOACHING®.

Il 19 Ottobre 2013 si aprono le lezioni a Roma della XIª edizione del Master in Coaching organizzato da SEAFO Scuola Europea di Alta Formazione e dalla Scuola INCOACHING®.
Il Master ha la durata di 4 mesi per un totale di 400 ore e le iscrizioni sono ancora aperte.
Il Master in Coaching è il più completo programma di Alta Formazione Universitaria ed è l’unico del settore avente valore legale.
Un percorso di formazione per Coach professionisti con alte competenze in Life coaching, Corporate coaching, Business coaching, Executive coaching, richieste in misura crescente da manager, imprenditori, team, organizzazioni e da tutti coloro che vogliono raggiungere traguardi per loro importanti.
Per informazioni e per richiedere il modulo di iscrizione il riferimento è il sito ufficiale del Master: http://mastercoaching.it
Il Master in Coaching è l’unico Corso di Alta Formazione Universitaria in Italia relativo al Coaching, ed è indirizzato sia a tutti coloro che vogliono diventare Coach professionista, sia a chi ha l’obiettivo di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze per applicare efficacemente gli strumenti del Coaching nella propria professione: manager, imprenditori, liberi professionisti, insegnanti, allenatori sportivi, formatori, orientatori, medici, psicologi, operatori sociali, ecc…
Il Master a Roma, giunto alla sua XIª edizione, si rivolge a laureati e a diplomati che intendono:

  • Continuare ad approfondire gli studi dopo la laurea e allargare le proprie conoscenze.
  • Applicare le competenze acquisite nella propria professione.
  • Intraprendere la professione di Coach.

Sono ancora disponibili alcune borse di studio del valore di € 1.500,00.
Per candidarsi all’assegnazione della Borsa di Studio, inviare esplicita richiesta via email a segreteria@mastercoaching.it allegando il proprio CV con foto.
Valore Legale e Certificazione
Ai laureati:

  • Attestato di partecipazione indicante le competenze acquisite, consente di richiedere l’accreditamento ICF (International Coach Federation) secondo la procedura stabilita e l’iscrizione alla AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).
  • Diploma a VALORE LEGALE con voto finale in trentesimi che fornisce un punteggio nei concorsi pubblici (variabile e definito dal bando).

Ai diplomati:

  • Certificato di partecipazione indicante le competenze acquisite, consente di richiedere l’accreditamento ICF (International Coach Federation) secondo la procedura stabilita e l’iscrizione alla AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

Acquisire le competenze del Evidence Based Coaching (coaching su basi scientifiche) e diventare Coach farà certamente la differenza qualsiasi sia il tuo percorso professionale e di vita. Il coaching fornisce gli strumenti ed un metodo decisamente pragmatico, centrato sul presente e orientato al futuro; un metodo solido ed efficace che produce sempre risultati positivi nel processo di miglioramento della performance, tua e dei tuoi collaboratori.
Il percorso si svolge in un ambiente altamente stimolante dove teoria ed esercitazioni pratiche si fondono sin dalla prima lezione in un clima di grande sinergia, collaborazione e fiducia.
Tra i docenti del Master in Coaching ci sono:

  • Prof. Alessandro Pannitti
  • Prof. Franco Rossi

Alessandro Pannitti e Franco Rossi sono Coach professionisti e fondatori della Scuola INCOACHING®, autori del testo: “L’essenza del coaching” (2012), edito da Franco Angeli, testo di riferimento per la conoscenza del metodo del coaching.
Il Master in Coaching è articolato in 16 moduli didattici strutturati in 150 ore accademiche di formazione in aula e 250 ore di autoformazione, studio individuale e preparazione di relazioni scritte di verifica.
Il Master inizia Sabato 19 Ottobre 2013 e termina Domenica 23 Febbraio 2014.
L’attestato di certificazione verrà rilasciato a seguito di un esame finale scritto e orale.

Per informazioni e per leggere la documentazione completa sul Master a Roma recati sul sito ufficiale del Master: http://mastercoaching.it

Pivari.com distribuzione Comunicati-Stampa.com

Commenti