Archive for Professionisti

Le novità introdotte da Mario Putin nel gruppo Serenissima Ristorazione

Mario Putin è un imprenditore vicentino che dal 1986 è alla guida di Serenissima Ristorazione, uno dei leader nel settore della ristorazione collettiva italiana.

Mario Putin e il percorso con Serenissima Ristorazione

La storia di Mario Putin con Serenissima Ristorazione ha inizio quando il manager concede in affitto al gruppo un capannone di sua proprietà situato nella zona industriale di Vicenza. Poco tempo dopo, la società è costretta ad affrontare un grave periodo di crisi finanziaria e il manager contribuisce alla sua ripresa iniziando ad acquistare piccole quote societarie. Grazie a questi acquisti, nel 1986 consegue la maggioranza azionaria e decide di modificarne l’assetto societario per differenziarsi rispetto alla concorrenza, in quanto il mercato era composto per la maggior parte da grandi industrie multinazionali e cooperative che lasciavano poco spazio ai nuovi entranti. Il nuovo approccio imprenditoriale prevede l’unione delle caratteristiche tipiche dell’efficienza industriale alla qualità artigianale dei prodotti forniti. Nel 1996 Mario Putin decide di concentrare tutti i propri sforzi all’interno del gruppo, cedendo le quote societarie possedute presso l’azienda creata dal fratello, IPIAC. Il periodo positivo prosegue e Serenissima Ristorazione giunge a collocarsi tra i principali protagonisti del settore della ristorazione, differenziando la propria gamma di servizi e garantendo la piena soddisfazione dei bisogni e dei desideri dei consumatori e snellendo notevolmente i compiti spettanti agli imprenditori.

Mario Putin e l’introduzione del metodo Cook and Chill

Tra i molteplici fattori che hanno influenzato il successo del gruppo Serenissima Ristorazione vi è l’introduzione dell’innovativo metodo di cottura Cook and Chill, voluto dal Presidente Mario Putin. Si tratta di una tecnica di produzione dei pasti in legame refrigerato (il nome deriva infatti dai termini inglesi cucinare e raffreddare) il quale presenta numerosi vantaggi rispetto alle preparazioni tradizionali come ad esempio la salubrità del prodotto, una migliore gestione della logistica produttiva, una grande riduzione degli sprechi e degli scarti delle materie prime e un minore rischio microbiologico che consente di ampliare le proposte disponibili.

Per maggiori informazioni relative alle novità introdotte dal Presidente Mario Putin in Serenissima Ristorazione visita le presentazioni presenti nel canale ufficiale Youtube.

Commenti

La carriera dell’avvocato Andrea Mascetti di Varese

Andrea Mascetti è un avvocato esperto che attualmente dirige il proprio studio legale, situato nella provincia di Varese.

Andrea%2BMascetti La carriera dell’avvocato Andrea Mascetti di Varese

Il percorso professionale intrapreso da Andrea Mascetti

Andrea Mascetti nasce nella città di Varese, dove affronta la prima parte del suo percorso di studi. Trasferitosi a Milano, consegue una laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, al termine della quale intraprende il proprio percorso professionale svolgendo numerosi incarichi differenti all’interno del settore giuridico italiano, ed iniziando a ricoprire prestigiosi ruoli sia presso enti pubblici che privati. La formazione è uno dei punti di forza dello studio legale e dell’avvocato stesso, il quale partecipa costantemente a master, corsi di perfezionamento ed aggiornamento oltre che ai maggiori convegni di settore in qualità di relatore. Nel corso della sua carriera ha collaborato con importanti studi legali presenti su tutto il territorio e ha svolto servizi di consulenza all’interno delle maggiori aziende italiane, fornendo supporto in materia di diritto amministrativo e societario.

Altri progetti di Andrea Mascetti

Andrea Mascetti, oltre alla carriera come avvocato, ha all’attivo altri progetti. Ad esempio è stato uno dei promotori dell’ultima edizione del festival “Insubria Terra d’Europa”, il cui argomento principale ha riguardato le collaborazione tra il territorio lombardo e la Russia nel corso degli anni. L’evento si è proposto di sottolineare tutte le correlazioni da un punto di vista economico, geopolitico e letterario-culturale. Nel corso dell’evento sono anche state presentate le strategie relative alla situazione in Crimea e in Ucraina dell’Est di Russia, Europa e Stati Uniti, oltre al dibattito legato alle identità religiose tra Oriente ed Occidente.

Per maggiori informazioni relative alla carriera professionale dell’avvocato Andrea Mascetti, visita il suo profilo presente su Google +.

Commenti

Il percorso formativo e gli incarichi del manager italiano Gianluca Ponzio

Gianluca Ponzio ha una grande conoscenza delle tematiche relative alla pianificazione e all’organizzazione di tutti gli aspetti aziendali.

0 547366047bbed Il percorso formativo e gli incarichi del manager italiano Gianluca Ponzio

La formazione di Gianluca Ponzio

Il percorso formativo di Gianluca Ponzio ha inizio nel 1985 con il corso di laurea in Psicologia, svolto presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma. Nel 1994 prende parte a un dottorato di ricerca incentrato su tematiche relative alla metodologia della ricerca sociale all’Università degli Studi di Palermo. In questo periodo ha l’occasione di partecipare anche a numerosi corsi di formazione internazionale, svolti nelle città di Londra e Parigi. Continua la propria formazione specializzandosi in analisi multivariata riferita all’ambito specifico della ricerca sociale presso l’Università di Bologna, in Business Project Reengineering e Project Management alla SDA Bocconi di Milano. Trasferitosi a Firenze si specializza in “Aspetti fondamentali creazione del valore” e, dal 2002, partecipa ad altri numerosi master su tutto il territorio italiano.

La carriera di Gianluca Ponzio all’interno del settore dei trasporti

Da oltre vent’anni Gianluca Ponzio lavora all’interno del settore dei trasporti, nel quale ha ricoperto importanti ruoli dirigenziali di alta responsabilità. Tra gli incarichi principali risaltano quello di Direttore ed Amministratore: grazie a questi incarichi si è occupato personalmente di numerose ristrutturazioni e riorganizzazioni aziendali. Nel 2002 lavora in Alitalia S.p.a. con il ruolo di Responsabile dei processi organizzativi, qualitativi e processuali, per poi essere nominato in seguito Responsabile del personale navigante in cabina, nel corso della fondamentale fusione con AirOne. Nel 2009 è protagonista di un’importantissima riorganizzazione e ridimensionamento, quella relativa all’acquisizione di Metro S.p.a. in ATAC. Grazie all’eccellente lavoro svolto, viene nominato Responsabile dell’organizzazione e delle relazioni industriali

Per maggiori informazioni relative alla carriera di Gianluca Ponzio, visita il profilo del manager su Executive Manager.

Commenti

I prestigiosi incarichi della carriera professionale del manager Giovanni Fasciano

Giovanni Fasciano è un manager che ha maturato una grande esperienza gestionale all’interno di aziende appartenenti al settore dell’orologeria di lusso.

Le principali tappe della carriera di Giovanni Fasciano

Giovanni Fasciano svolge la maggior parte del proprio percorso formativo presso la città di Hong Kong, in cui decide di trasferirsi molto giovane. Il suo percorso professionale ha inizio nel 1989, anno in cui entra all’interni di Time Force LTD Hong Kong e gli viene affidato l’incarico di Marketing Manager. Grazie a questa importante esperienza professionale ha l’opportunità e la responsabilità di seguire ogni singola fase del processo di produzione dei nuovi prodotti dell’azienda, oltre a dover gestire tutta la clientela proveniente dal territorio europeo. Nel 1998, grazie all’ottimo lavoro svolto in quegli anni, riceve la nomina a General Manager della neonata branca della società, Time Force Europe S.p.a., incaricato esclusivamente dei clienti presenti in territorio europeo. Nel 2003 il manager decide di lasciare l’incarico, concludendo la lunga collaborazione e decidendo di passare alla Global Watch Industries, in cui rimarrà per i successivi nove anni. Nel corso di questo lungo periodo avrà occasione di ricoprire incarichi di primaria importanza all’interno della società; dal 2003 al 2005 è infatti General Manager, nel 2006 e 2007 è nominato Presidente e CEO e nel 2008 riceve l’incarico di CEO per Global Watch Industries Asia Pacific Limited, con sede nella città di Hong Kong. Dal 2012 si occupa di consulenza per Timexpose Limited.

L’esperienza di Giovanni Fasciano in Global Watch Industries

L’azienda Global Watch Industries è riuscita ad imporsi all’interno di un mercato molto competitivo, quello dell’orologeria di lusso, distinguendosi all’interno del panorama internazionale. Questo successo è dovuto in buona parte all’attento lavoro di progettazione e distribuzione di diversi brevetti di orologi, i quali spiccavano nel mercato grazie all’innovativa tecnologia di cui si compongono unita ad un design unico e accattivante. Il manager dell’azienda, Giovanni Fasciano, è riuscito a portare prodotti unici e innovativi nel mercato (come ad esempio la connessione bluetooth presente negli orologi) unendoli ad un’eccellente campagna mediatica che ha permesso di mostrare a tutti gli ottimi prodotti a disposizione: si pensi ad esempio ai diversi personaggi dello spettacolo che hanno posato per questo marchio o la sponsorizzazione del team Formula Uno della Renault di proprietà di Flavio Briatore. Il manager ha inoltre incrementato il proprio fatturato espandendo le proprie attività anche in territorio estero.

Per maggiori informazioni relative alla carriera e alle attività di Giovanni Fasciano visita il blog presente su Blogspot.

Commenti

Giancarlo Ongis, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Ongis Metal Fer

Giancarlo Ongis è un imprenditore con ampia esperienza nel settore metallurgico; ha competenze in ambito internazionale, in quanto dirige un’azienda, Metal Group, che annovera sedi in tutto il mondo.

Le principali esperienze della carriera professionale di Giancarlo Ongis

Giancarlo Ongis inizia il proprio percorso professionale negli anni ’80, presso Ongis Metal Fer S.p.A., all’interno della quale ricopre oggi il ruolo di Presidente del Consiglio di Amministrazione e Amministratore Delegato. Nel 1996 riceve la nomina a procuratore speciale per Metalfin S.r.l. e dal 1999 al 2001 opera esclusivamente nel settore della lavorazione metalli. Nel 2002 diventa Amministratore Unico di Metal Consulting S.r.l., operante nell’ambito della consulenza imprenditoriale. Dal 2002 collabora inoltre con altre numerose aziende tra cui Società Agricola Agripontirolo S.r.l. e Luxury Charter. Tutte le attività lavorative principali rimangono comunque quelle nel settore dei materiali ferrosi, anche grazie alla carica di Presidente di Metal Group S.p.a.

L’esperienza di Giancarlo Ongis con Luxury Charter, noleggio di imbarcazioni di lusso

Nel 2002 Giancarlo Ongis inizia a lavorare anche in altri settori, come ad esempio quello dei beni di lusso; in quell’anno viene infatti nominato Amministratore Unico di Luxury Charter S.r.l., azienda che si occupa di noleggio imbarcazioni di lusso. L’azienda nasce con lo scopo di fornire ai propri clienti un ambiente rilassante, puntando sull’eccellenza e differenziandosi rispetto alla concorrenza. Ognuno ha la possibilità di staccare dalla quotidianità tramite l’organizzazione di cene a bordo e i diversi servizi di trasporto veloci, anche tra differenti porti del Mediterraneo.

Per maggiori informazioni, consulta il profilo professionale di Giancarlo Ongis sul portale Xing.

Commenti

Gianluca Ponzio, Amministratore Trambus Open, ex Direttore Centrale Strategie ATAC

Manager esperto nel settore Servizi, in particolare in quello dei Trasporti, Gianluca Ponzio è attualmente impegnato come Amministratore di Trambus Open, azienda specializzata nei trasporti turistici.

0 547366047bbed Gianluca Ponzio, Amministratore Trambus Open, ex Direttore Centrale Strategie ATAC

Gianluca Ponzio, percorso formativo

Il percorso formativo di Gianluca Ponzio inizia nel 1985 con una laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma. A seguito della laurea, consegue un dottorato di ricerca in Metodologia della ricerca sociale; durante questa tappa del suo percorso di studi matura anche alcune significative esperienze formative all’estero. Perfeziona le sue conoscenze con alcuni studi in ambito economico – finanziario, si specializza in Business Project Reengineering e in Project Management presso la SDA Bocconi di Milano. Dal 2001 al 2010 acquisisce inoltre le conoscenze negli ambiti Business Administration, Technology, Management and Communication, Diritto del lavoro, Analisi strategico finanziaria di impresa.

Gianluca Ponzio, esperienze manageriali nel settore Trasporti

Gianluca Ponzio ha alle spalle un’esperienza lavorativa di oltre 20 anni nei ruoli di Direttore e Amministratore presso importanti aziende del settore Servizi e nello specifico in quello dei Trasporti. Ha attuato in prima persona ristrutturazioni e riorganizzazioni aziendali, occupandosi, tra l’altro, della liquidazione e cessione di Trambus Open, azienda all’interno della quale ricopre l’incarico di Amministratore. Trambus Open è un’azienda che fornisce servizi di trasporto turistico nel rispetto della sostenibilità economica, sociale ed ambientale. L’azienda è guidata da alcuni valori fondamentali che ne orientano l’operato, quali il rispetto per l’ambiente, la centralità del cliente, la salute e la sicurezza sul lavoro, la trasparenza e la correttezza nelle relazioni e l’efficienza gestionale. A tal proposito, Trambus Open è allineata alla norma ISO 9001, che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità di un’organizzazione, e alla normativa ISO 14001 che identifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale. Queste norme sono i principi di riferimento delle scelte strategiche aziendali e permettono di assicurare un servizio efficiente ed affidabile, la riduzione degli impatti ambientali, e un agire etico che pone attenzione verso le aspettative degli stakeholders.

Visitando il profilo Slideshare di Gianluca Ponzio è possibile avere maggiori informazioni sulla carriera professionale del manager.

Commenti

Alla guida di Epm Servizi, Luigi Esposito persegue una visione imprenditoriale sostenibile

Luigi Esposito è Amministratore Unico di Epm Servizi, azienda green impegnata nella ricerca e sviluppo di tecnologie per la produzione di energie rinnovabili e attiva nei servizi di efficientamento energetico di clienti terzi.

463 53c50ae430cd7 Alla guida di Epm Servizi, Luigi Esposito persegue una visione imprenditoriale sostenibile

Luigi Esposito, Amministratore Unico di Epm Servizi, azienda green accreditata ESCo

L’imprenditore Luigi Esposito ha acquisito l’azienda Epm Servizi nel 1986 e l’ha trasformata in una realtà green estremamente attiva. Il core business dell’azienda guidata da Luigi Esposito è costituito dai servizi ambientali, in particolare pulizia, gestione del verde e infrastrutture per il tempo libero. Nel dettaglio, i servizi erogati dall’azienda in quest’ambito sono: sanificazione ambientale, disinfezione e pulizia di aree industriali, scuole, ospedali, strutture socio – assistenziali. Epm Servizi si occupa inoltre di pulizie specifiche all’interno di contesti ospedalieri, in particolare la sterilizzazione di ambienti adibiti a cure specialistiche, e di servizi di lavanderia ad acqua e a secco. La filosofia di Epm Servizi è fondata su un’operatività sostenibile, che tutela la natura ed è basata su una produzione energetica rinnovabile. Secondo Luigi Esposito, questa concezione è indispensabile in un contesto come quello attuale in cui il livello di inquinamento, dovuto ad una crescita economica incontrollata, è elevatissimo.

Luigi Esposito guida Epm Servizi, specializzata nella produzione di energia da fonti rinnovabili

È proprio da questa forte consapevolezza della responsabilità sociale dell’azienda che Epm Servizi ha deciso di intraprendere la strada delle rinnovabili; dal 2000 si occupa di ricerca e sviluppo in questo ambito e nel 2007 ha creato la centrale idroelettrica Covatta. Il comparto “rinnovabili” è in pieno sviluppo, come dimostra l’ultimo recente rapporto Green Italy. Dati alla mano, le aziende green si rivelano dei veri e propri motori dell’economia, ed il campo delle innovazioni tecnologiche e della ricerca è estremamente fertile. I settori più attivi sono: chimico, eco – edile, agroalimentare, energie rinnovabili, efficienza energetica. Quest’ultimo è particolarmente importante, in quanto sono sempre di più le industrie, le abitazioni e le città “smart” che stanno attuando concrete misure per il risparmio energetico. Alcune aziende come Epm Servizi di Luigi Esposito sono accreditate ESCo, Energy Saving Company, e possono ideare progetti di efficientamento energetico per clienti terzi.

Per maggiori informazioni sui servizi offerti da Epm Servizi di Luigi Esposito, visita il blog dell’azienda.

Commenti

Giovanni Fasciano alla guida di GWI: una storia di successo

Giovanni Fasciano opera in qualità di consulente aziendale per Timexpose Limited, mettendo a disposizione le sue approfondite conoscenze nell’ambito del management, avendo contribuito in maniera decisiva al successo dell’azienda da lui guidata, Global Watch Industries.

458 54198d86c4e0f Giovanni Fasciano alla guida di GWI: una storia di successo

Giovanni Fasciano, oggetti futuristici

Dopo aver lavorato presso importanti aziende manifatturiere nell’ambito del marketing, del branding e delle vendite, Giovanni Fasciano approda alla guida di Global Watch Industries, azienda di famiglia specializzata nella vendita di famosi brand italiani di orologi. Il successo di GWI è rapido e in continua ascesa; l’azienda ha prodotto un fatturato che è passato da 26 a 60 milioni in dodici mesi, realizzando quello che dalla stampa è stato definito un vero e proprio fenomeno di costume. Uno dei brand della quale GWI ha ottenuto la licenza di vendita, Chronotech, amatissimo dai giovani, ha venduto un milione e 300 mila pezzi in un solo anno, il 2005. Il successo dei prodotti sponsorizzati dall’azienda è dato da poche ma efficaci caratteristiche, come sottolinea lo stesso Giovanni Fasciano. La prima di queste è l’innovazione, ovvero l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. Ne è un esempio il futuristico orologio Blue voice, modello di segnatempo che all’occorrenza diventa auricolare blue tooth. Un altro fattore che ha determinato il successo di GWI è quello di “creare una tendenza”. Infatti, ogni nuovo lancio sul mercato dei prodotti creati dai designer di GWI e da quelli sponsorizzati dall’azienda è stato spesso un salto nel buio.

Giovanni Fasciano, visione imprenditoriale

Il rischio fa parte della storia di ogni azienda, ma è il modo di affrontarlo che fa la differenza. Giovanni Fasciano ha sempre creduto che la qualità e l’innovazione, supportata da un’efficiente strategia di marketing e di branding, ambiti nei quali ha un’approfondita conoscenza, facciano la differenza. La sua visione imprenditoriale è ampia e lungimirante, ma non si limita al “sogno”, bensì si concretizza nell’azione; intervistato in merito alla sua strategia operativa, ha spiegato che “Il futuro non si immagina, si fa”. Il manager, per sua stessa ammissione, non disdegna neanche l’aiuto della fortuna, puntando, oltre che su sponsorizzazioni ad hoc dei personaggi più in voga del momento, anche su figure vincenti come Flavio Briatore, al quale è legato da un solido legame di amicizia e professionale. GWI ha attuato la sponsorizzazione del team Renault F1 di Briatore e la creazione di un orologio del brand Billionaire, dal nome del locale alla moda creato dal top manager in Costa Smeralda.

Visitando il profilo di Giovanni Fasciano su Executive Manager è possibile avere maggiori informazioni sulla sua carriera professionale.

Commenti

Le principali esperienze professionali del manager italiano Nicola Savoretti

Nicola Savoretti ha un’esperienza consolidata nel panorama dirigenziale internazionale, maturata lungo tutto il corso della sua carriera professionale.

0 5464d9bf4c1f9 Le principali esperienze professionali del manager italiano Nicola Savoretti

Gli inizi della carriera professionale di Nicola Savoretti

Nicola Savoretti inizia il proprio periodo formativo nella nota località sciistica di Courmayeur, dove rimane sino al 1977. In quell’anno si sposta nella città di Montecarlo e prosegue i propri studi presso il Collegio Francescano. L’anno seguente si trasferisce a Mosca e qui ottiene il diploma di scuola superiore all’interno di un istituto sovietico. Nel 1980 si reca in Svizzera per frequentare l’università: inizialmente è nella città di Friburgo dove sostiene l’esame di maturità Svizzera e, in seguito, ottiene la laurea in Giurisprudenza e in Business Administration. Il primo incarico ricoperto da Nicola Savoretti è all’interno dell’azienda del padre, Funivie Val Veny a Courmayeur, dove si occupa di Pubbliche Relazioni. Nel 1986 passa a De La Rue Giori, leader mondiale nella produzione di sistemi di sicurezza e stampa per banconote, rivestendo il ruolo di Assistente del Vicedirettore. Nel 1990 passa alla casa farmaceutica ARES-SERONO come Area Manager e nel 1991 viene nominato General Manager per la sede di Mosca: i ricavi dell’azienda in Russia in quel periodo passano da 300.000 dollari a 11 milioni. Nel 1991 fonda la sua prima compagnia per rappresentare altre aziende all’interno del territorio russo.

Nicola Savoretti: esperienze recenti

Nel 1994 Nicola Savoretti fonda Chronolux S.A., la quale nel 1997 diventerà la prima società per l’importazione e la distribuzione di oggetti di lusso italiani, svizzeri e francesi in Russia. Nel 1995 crea Ursus Telecom Russia, un provider per le telecomunicazioni presente sul territorio russo: in questo periodo collabora anche con il presidente di Telecom Italia per lo sviluppo di alcuni progetti in territorio cubano. Dal 2000 al 2006 è nominato Membro del comitato per gli investimenti della banca privata Rothschild di Ginevra.

Per avere maggiori informazioni sulle attività di Nicola Savoretti, visita il suo profilo su Executive Manager.

Commenti

Stefano Ruvolo: il mondo delle piccole e medie imprese italiane

Le principali tappe che hanno segnato l’importante carriera del manager Stefano Ruvolo, personaggio di spicco nel mondo delle piccole e medie imprese.

098f3ab Stefano Ruvolo: il mondo delle piccole e medie imprese italiane

Il percorso professionale seguito da Stefano Ruvolo

Stefano Ruvolo nel 1995 consegue il diploma come Perito Agrotecnico all’Istituto professionale per l’Agricoltura "F. Leonti"; successivamente frequenta l’istituto tecnico statale per geometri conseguendo il diploma da geometra. Nel 1998 infine ottiene l’iscrizione all’Albo professionale Agrotecnico, in cui risulta ancora regolarmente iscritto. Dopo alcune esperienze come Responsabile di Segreteria e Consigliere, nel 2002 approda a Monte dei Paschi Serit Sicilia, in cui ricopre il ruolo di ufficiale di riscossione. Nel 2010 riceve la prestigiosa nomina a Presidente della Confederazione Italiana Autonoma dei Piccoli Imprenditori. Nel 2011 viene nominato anche come Presidente Provinciale, per la provincia siciliana di Messina, dell’Associazione Italiana Coltivatori – AIC, di cui è eletto Membro all’interno della Giunta Nazionale nel 2013. Nel 2012 infine viene designato come Presidente di Edilforma Italia, un ente bilaterale paritetico per l’edilizia.

Stefano Ruvolo e Confimprenditori

Confimprenditori è un’importante associazione di livello nazionale e riconosciuta dal Ministero del Lavoro, la quale è impegnata nel sostenere le piccole e medie imprese, fornendo gli strumenti necessari a garantirne lo sviluppo, l’innovazione e la crescita. Nel corso degli anni l’associazione ha assunto sempre maggiore importanza e per favorire i servizi offerti ai propri associati, in continua crescita esponenziale, si è organizzata attraverso l’apertura di sedi territoriali, provinciali e regionali dislocate su tutto il territorio nazionale italiano. Confimprenditori è anche una delle protagoniste della creazione di Edilforma Italia, ente bilaterale paritetico nazionale nato con lo scopo di formare e qualificare il personale operante all’interno del settore edile. Stefano Ruvolo ricopre le cariche di Presidente di Confimprenditori e di Edilforma Italia.


Per maggiori informazioni riguardanti le attività e la carriera di Stefano Ruvolo visita il suo profilo presente su Linkedin.

Commenti