Trucchi Pokémon Go

Archive for Giornalismo

SIUA 24 ORE. Recensioni, News e Articoli dal mondo degli animali

Roberto Marchesini, educatore cinofilo esperto e fondatore della Scuola Interazione Uomo-Animale, studioso del comportamento animale ed  ideatore della Zooantropologia Didattica, è curatore della rubrica SIUA 24 ORE.

Tante notizie, approfondimenti e inchieste dal mondo degli animali, con specifico riferimento agli animali domestici come il cane e il gatto, da sempre compagni di vita dell’uomo.

Una rubrica che si pone in primo luogo a tutela degli animali, denunciandone i maltrattamenti e i comportamenti umani che evadono le basilari regole del rispetto delle altre specie oltre che la legge in vigore. A farne le spese come sempre loro, i nostri amici a quattro zampe, troppo spesso lasciati soli, abbandonati, denutriti o addirittura maltrattati.

Per questo SIUA 24 ORE vuole fornire strumenti di comunicazione a chi ha la sensibilità di comprendere che il cane, o il gatto, non solo vanno rispettati in quanto specie viventi ed intelligenti, ma anche in quanto controparte fondamentale di una relazione complessa che da sempre l’uomo detiene con l’eterospecifico e che ora, in contesti urbanizzati e artificiali, si concentra nell’animale domestico.

Oltre a questo aspetto molto importante e di forte sensibilizzazione dell’opinione pubblica, SIUA 24 ORE tratta anche approfondimenti e buone notizie, come ad esempio la recente apertura a Lampedusa di un centro permanente per la salute, la sterilizzazione e la microchippatura di cani randagi e la promozione dell’iniziativa “adotta un cane lampedusiano” rivolta ai turisti che ogni anno visitano l’isola. 

Il 9 luglio è stato pubblicato un autorevole articolo di Marchesini intitolato “Cuccioli e centripetazione”, in cui spiega l’importanza del ruolo del padrone sull’ addestramento dei cani cuccioli e, in particolare, offre consigli e pareri di esperto su come addestrare il cane in base a caratteristiche specifiche circa il carattere dell’animale e il contesto sociale in cui è inserito: “Per costruire una buona base relazionale occorre fare in modo che il proprietario non sia solamente un punto di riferimento ma un maestro accreditato, un referente, a cui rivolgersi quando si ha un bisogno o si deve interpretare una situazione. L’obiettivo di questo processo educativo, chiamato centripetazione, è far sì che il cane sia portato a coinvolgere il suo partner nel rapporto con il mondo e nell’espressione delle istanze ovvero che tenda a pensarsi in coppia e non in maniera individuale”.

Commenti

Patrizio Paoletti, l’impegno nell’ambito formativo

Patrizio Paoletti, con più di venticinque anni di impegno in ambito formativo, è in Europa tra i massimi esperti di comunicazione relazionale. I metodi e le tecniche da lui messe a punto hanno innovato il panorama della formazione manageriale. Imprenditore di successo, ha posto al centro del suo lavoro i processi connessi a sostenibilità, innovazione ed eccellenza.
Si laurea nel 1983 presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, successivamente i suoi studi e il lavoro nell’ambito artistico e pubblicitario lo portano a coltivare un particolare interesse per il mondo della comunicazione, elemento che segnerà fortemente le scelte della sua vita.
L’interesse per le domande fondamentali che riguardano l’uomo e la complessità del suo esistere lo portano a individuare nel 1984 una delle aree di maggiore criticità per lo sviluppo e la crescita sociale: la sostenibilità, elemento indispensabile per un corretto processo evolutivo della persona, del suo agire, del tessuto sociale con il quale l’individuo è indissolubilmente connesso.
Patrizio Paoletti come padre e come comunicatore, ha preso coscienza dell’importanza del ruolo della pedagogia e della necessità di una relazione di qualità fra gli uomini, della centralità della comunicazione nella nostra vita, per questa ragione ha sviluppato molti programmi didattici ed educativi finalizzati allo sviluppo delle capacità che supportano i processi di apprendimento continuo.
È fondatore di alcune realtà che operano da anni nel campo dell’assistenza (“Progetto Arca – il primo aiuto sempre”), dei minori in difficoltà (citiamo Fondazione L’albero della Vita) dell’educazione e della ricerca (citiamo Fondazione Paoletti).
La Fondazione, ente no-profit nato ad Assisi all’inizio del terzo millennio, è impegnata nella realizzazione di programmi per lo sviluppo del potenziale umano e nell’apporto di cambiamenti sensibili, nel contesto della realtà sociale, attraverso il modello pedagogico di Pedagogia per il Terzo Millennio.
Il fulcro della ricerca della Fondazione, è lo studio dei processi di eccellenza che caratterizzano tutti coloro che desiderano realizzare le loro più profonde aspirazioni e i loro propositi nella vita. L’equipe scientifica della Fondazione è composto da ricercatori, medici, neuroscienziati e insegnanti.
La Fondazione Patrizio Paoletti si impegna in attività il cui focus principale è il rispetto dei diritti dei bambini e dei giovani attraverso la promozione di campagne di sensibilizzazione, progetti di primo intervento e prevenzione, progetti di socializzazione per bambini in condizione di grave marginalità sociale.

È membro di comitati e commissioni scientifiche, citiamo ad esempio il “XII Congresso Internazionale sull’orientamento, realizzato dall’Università di Padova, dall’Università La Sapienza di Roma e dall’Università di Cassino”.
Patrizio Paoletti è inoltre da sempre attento ai processi educativi e ha pubblicato per diversi editori, tra cui Armando, una serie di testi sui nuovi orizzonti dell’educazione e della didattica.

Commenti

Patrizio Paoletti, la ricerca sullo sviluppo del potenziale umano

Patrizio Paoletti ha dedicato la sua vita alla ricerca dello sviluppo dei potenziali umani, sperimentando sempre nuovi e più efficaci strumenti per la comunicazione e offrendo a ogni individuo l’opportunità di trasformare i desideri e le ambizioni in risultati concreti e tangibili. Comunicatore di eccezionali qualità, attraverso i suoi corsi e seminari, condivide i concetti chiave dell’apprendimento con migliaia di persone ogni anno. Con questi strumenti, i partecipanti riescono a migliorare la comunicazione con sé stessi, con gli altri e con tutto il mondo e hanno la possibilità di migliorare la qualità della loro vita.

Più di venticinque anni di studi, pratica e esperienza in comunicazione relazionale, fanno di Patrizio Paoletti uno dei più importanti esperti internazionali in formazione manageriale e motivazionale. È da sempre impegnato nel miglioramento dei processi della comunicazione ed è autore di un nuovo metodo pedagogico; Patrizio Paoletti è coach, consulente aziendale e convinto filantropo.

Dalla sue esperienze e ricerche continue, è nata Pedagogia per il Terzo Millennio. Questo eccezionale e innovativo strumento è utilizzato in tutti gli otto campi della vita dell’uomo: salute e spirito, famiglia e affetti, amicizia e comunità, lavoro e finanze.
Scrittore e relatore, ha partecipato e tenuto centinaia di conferenze e seminari in tutto il mondo.

Patrizio Paoletti è il creatore di idee e tecniche che riguardano la psicologia del cambiamento e programmi di motivazione e gestione del tempo, che presenta a un vasto pubblico internazionale (oltre 100.000 persone in sei anni) in grandi seminari quali ad esempio: Rendi la tua Vita Straordinaria, Crea il tuo Destino o Vivi Appassionatamente, solo per citarne alcuni, oltre che relatore di fama internazionale. Ha tenuto lezioni e collaborato con diverse università in Italia e all’estero, tra cui la Sapienza, Università di Roma, l’Università degli Studi di Padova e l’Università Politecnica delle Marche, Ancona.

Patrizio Paoletti è inoltre presidente di Fondazione L’Albero della vita, impegnata nella protezione dei diritti dell’infanzia. La Fondazione presta il suo servizio nell’ambito della prevenzione e assistenza sociale per bambini e adolescenti che vivono in condizioni di grave marginalità sociale.

È anche impegnata in campagne pubbliche che hanno lo scopo di migliorare la consapevolezza dell’opinione pubblica sul tema del disagio giovanile a livello nazionale e internazionale.
Dopo dieci anni di intensa attività spesa in progetti sociali con più di 200.000 sostenitori, L’Albero della Vita è fra le quattro principali organizzazioni in Italia che lavorano per supportare giovani e bambini bisognosi.

Sin dal 1997, la Fondazione è stata anche impegnata in un ampio numero di progetti nazionali e internazionali come ‘Per un fratello in più’, ‘La Rondine’ o ‘Il pianeta nuovo’
A testimonianza di un impegno sociale serio e costante nel tempo, la Carovana del Cuore, iniziativa a carattere nazionale della Fondazione Patrizio Paoletti, ha potuto fregiarsi quest’anno, in aggiunta ai 100 patrocini di regioni, province e comuni italiani delle sue quattro edizioni, anche di una speciale medaglia assegnata dalla Presidenza della Repubblica.

Nella lettera che accompagna l’ambito riconoscimento viene affermato che: “Questo nuovo progetto di comunicazione sociale offrirà un contributo significativo alla formazione di una cultura fondata sul valore della solidarietà e sempre più attenta alla tutela e al rispetto della dignità della persona, principi cardine del nostro ordinamento costituzionale.”

Commenti

Counseling relazionale a Roma con la Fondazione Patrizio Paoletti

La Scuola di Counseling relazionale a Roma rappresenta un’importante tappa per la diffusione delle tecnologie per il miglioramento delle relazioni umane.
Il counseling tende ad orientare, sostenere e sviluppare promuovendo atteggiamenti attivi e propositivi, stimolando le capacità di scelta.
Il sostantivo counseling proviene dal verbo inglese “to counsel”, che risale a sua volta dal verbo latino consulo-ĕre, traducibile in “consolare”, “confortare”, ma la definizione italiana del termine è “consultare”. Secondo Rollo May, uno dei padri fondatori del counseling, il counselor ha il compito di agevolare lo sviluppo delle potenzialità personali, aiutando a esprimersi liberamente nel mondo ritrovando la libertà di essere se stessi.
A pensarci bene negli Stati Uniti si hanno notizie di attività di counseling fin dai primi anni del Novecento, quando alcuni operatori sociali adottarono il termine per l’attività di orientamento professionale ai soldati che rientravano dalla guerra e che necessitavano di una ricollocazione professionale.
Negli anni cinquanta nascevano quindi la Division of Counseling Psychology dell’American Psychological Association e l’American Personnel and Guidance Association.
Ai giorni nostri invece, i corsi di Roma, già attivi nella sede di Assisi, vengono tenuti presso la sede della Fondazione Patrizio Paoletti, in via Ruggero Bacone 6.
Tutto questo è possibile grazie all’impegno di Patrizio Paoletti, da sempre attento ai processi educativi e della Fondazione che porta il suo nome.
L’obiettivo della scuola romana di Counseling è formare professionisti qualificati, puntando al potenziamento di competenze specifiche della relazione: capacità di osservazione, di ascolto attivo, di estrazione dei valori e di rispecchiamento, unitamente a capacità relazionali e tecniche mirate a favorire il corretto svolgimento dei processi cognitivi, emozionali e psicocorporei.
La Scuola di Counseling relazionale di Roma propone ai suoi allievi un percorso triennale ad orientamento pedagogico, con l’intento di diffondere sul territorio laziale la cultura del “counseling”, visto come una risorsa per la ricerca di nuove forme d’intervento psicopedagogico per lo sviluppo dei potenziali umani. La scuola è accreditata presso la Federazione della Associazioni Italiane di Psicoterapia e rilascia un diploma valido all’interno del circuito FAIP.

Commenti