Archive for Cinema

Il film documentario sulla vicenda di Enzo Tortora a cura di Ambrogio Crespi

A trenta anni dall’arresto di Enzo Tortora e dalla infame passerella mediatica che fu costretto a subire, e a venticinque dalla sua tragica morte, questo docuflm rappresenta un tentativo di riaccendere la memoria su un caso che pose la politica dell’epoca con le spalle al muro rispetto alle responsabilità della giustizia italiana. Abbiamo domandato ai protagonisti di questo Docuflm: “Dopo 30 anni, cosa è cambiato?” e siamo riusciti a rievocare il dramma di un uomo perbene.

Il caso Tortora é una ferita ancora aperta, troppo spesso una bandiera sventolata sulle bariccate degli opposti schieramenti. A trent’anni dal suo arresto e venticinque dalla sua morte era necessario e doveroso ricostruire attraverso i protagonisti e testimoni quella vicenda che è un archetipo tutto italiano sia da un punto di vista umano che storico.

 

Il Docufilm Enzo Tortora

Commenti

Sul blog di Paolo Artioli puoi trovare le recensioni delle ultime uscite cinematografiche

Appassionato di cinema, Paolo Artioli ha aperto un blog nel quale discute delle ultime uscite cinematografiche e dei grandi classici della storia della settima arte.

2611334936 Sul blog di Paolo Artioli puoi trovare le recensioni delle ultime uscite cinematografiche

IL PROFILO DI PAOLO ARTIOLI

Laureato in Scienze dei Beni Culturali, Paolo Artioli ha ottenuto il massimo dei voti con una tesi sul cinema di Alejandro Jodorowsky. Successivamente ha ampliato la sua conoscenza in ambito cinematografico frequentando una serie di corsi specifici sull’argomento e partecipando ai principali festival nazionali e internazionali (quello di Cannes su tutti). Paolo Artioli ha quindi deciso di aprire un blog sul tema in cui parlare di tutto: news, recensioni e approfondimenti. Tra i suoi registi preferiti ci sono Alfred Hitchcock, Orson Welles, Woody Allen, Martin Scorsese, Federico Fellini, Paolo Sorrentino, Francis Ford Coppola, David Lynch, Takeshi Kitano e molti altri ancora. Su tutti questi autori ha sviluppato una competenza trasversale, con particolare attenzione ai diversi contesti nei quali si sono trovati e nell’apporto fornito alla storia del cinema.

PAOLO ARTIOLI: LE RECENSIONI DEL BLOG

Il blog di Paolo Artioli contiene le recensioni di importanti film usciti recentemente.
Tra le varie, spicca quella di Sacro Gra, il documentario di Gianfranco Rosi premiato con il Leone d’Oro all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Accanto a questa, il commento su Amour, capolavoro di Michael Haneke, vincitore della Palma d’oro a Cannes e dell’Oscar al Miglior Film Straniero, su un tema delicato come quello della malattia, affrontato senza sconti e con uno sguardo estremamente aderente alla realtà. Le recensioni di Paolo Artioli non vertono esclusivamente su opere d’essai: nel blog è presente infatti un giudizio nei confronti del film La Frode, che vede tra i suoi interpreti Richard Gere nella parte di un novello Gordon Gekko.

Per rimanere costantemente aggiornato sulle ultime uscite cinematografiche, visita il blog di Paolo Artioli.

Commenti

Le tecniche di base per la composizione fotografica

Se avete deciso di dedicarvi alla fotografia sappiate che si tratta di un’arte molto complessa e, almeno agli inizi, dovrete tenere sempre a mente alcune regole di base. Oggigiorno le offerte reflex non mancano e quindi quasi tutti i fotoamatori ne possiedono una; ovviamente scattare le foto queste fotocamere non è affatto semplice, in questa guida vedremo alcuni consigli utili per scattare foto equilibrate e senza errori. Dopo che avrete preso confidenza con le seguenti regole naturalmente potrete anche permettervi di fare qualche eccezione. Vediamo quindi quali sono le regole di base per uno scatto di qualità.

  • La regola dei terzi. Uno degli errori tipici commesso dai fotografi principianti consiste nel porre il soggetto della fotografia esattamente al centro dell’inquadratura. In realtà per creare una composizione più bilanciata bisogna suddividere l’inquadratura in nove segmenti uguali; gli elementi più importanti della foto dovrebbero essere posti su punti ideali di intersecazione di queste linee. Alcune reflex prevedono un’apposita funzione che mostra sullo schermo una griglia per poter applicare senza errori questa regola;
  • Saper utilizzare le linee. Di solito quando osserviamo una fotografia l’occhio cade spontaneamente sulle linee principali. Proprio per questo motivo è sempre preferibile sfruttare le linee in modo sensato. Grazie alle linee è possibile infatti valorizzare gli elementi più rilevanti della scena;
  • Disporre gli elementi in modo bilanciato. Posto che il soggetto principale è, come tale, il protagonista della foto è sempre preferibile mettere accanto a questo oggetti meno rilevanti ma che comunque consentano di riempire gli spazi vuoti;
  • le simmetrie. Anche se non sembra in realtà l’ambiente che ci circonda è caratterizzato da motivi e simmetrie. Bisogna saperle sfruttare per creare foto interessanti;
  • l’angolo di osservazione. Prima di scattare è sempre preferibile analizzare tutte le possibili angolature da cui immortalare il soggetto.

Commenti

Gli scatti dei più grandi fotografi e alcune immagini tratte dal set: tutto questo sul sito di Francesca Dellera

Francesca Dellera ha ispirato nel corso della sua carriera i più grandi fotografi internazionali: Helmut Newton, Dominique Issermann, Michel Comte e André Rau. Visita la galleria fotografica presente sul suo sito ufficiale per vedere gli scatti più belli.

LA BIOGRAFIA DI FRANCESCA DELLERA

Francesca Dellera nasce artisticamente come fotomodella e il suo fascino e la sua eleganza le hanno permesso di diventare un’icona di bellezza, immortalata nelle copertine delle principali riviste italiane e internazionali di moda e spettacolo.
Per la sua bellezza perentoria viene notata da importanti registi italiani, come Marco Ferreri, che la scelgono come protagonista dei loro film e anche Federico Fellini le offre la parte della fata in Pinocchio, pellicola purtroppo mai girata per la sopravvenuta scomparsa del maestro.
Recita nel remake de La Romana, tratto da un romanzo di Alberto Moravia, che le dedica un’intervista sul settimanale L’espresso, come aveva fatto solo con Sofia Loren e Claudia Cardinale.
Trasferitasi in Francia, Francesca Dellera diventa modella d’eccezione per Jean Paul Gaultier e viene inserita nel libro che festeggia i 50 anni di vita del Festival di Cannes.

FRANCESCA DELLERA: FOTO DAL SET E SCATTI D’AUTORE

Il sito ufficiale di Francesca Dellera presenta una galleria fotografica che raccoglie gli scatti più belli della modella e le immagini tratte dai set dei film che l’hanno vista come protagonista.

La photogallery è suddivisa in diverse sottocategorie: Photo on Set, Advertising e Masters’ Shots.
Nella prima si può trovare, ad esempio, un’immagine di Francesca Dellera sul set de L’ours en Peluche, la pellicola diretta da Jacques Deray con Alain Delon.

In Masters’ Shots, invece, sono presenti gli scatti dei più importanti fotografi di moda che l’hanno scelta come musa ispiratrice.
Tra i tanti, André Rau ha realizzato un servizio fotografico che ha per protagonista Francesca Dellera.

Per visionare la photogallery di Francesca Dellera, vai sul suo sito ufficiale.

Commenti

Scorsese e Besson insieme per il nuovo film Malavita

Il Premio Oscar Martin Scorsese è ora ufficialmente nominato Produttore Esecutivo del nuovo film mafioso d’azione Malavita, diretto da Luc Besson (Il quinto elemento) e interpretato da Robert De Niro, Michelle Pfeiffer, Tommy Lee Jones, Dianna Agron eJohn D ‘Leo.

Scorsese e Besson hanno iniziato Malavita con una partnership informale dove Scorsese ha giocato un ruolo importante offrendo una consulenza creativa, prima e durante le riprese. Ora che il ruolo di Scorsese è stato formalizzato come produttore esecutivo, egli continuerà a lavorare con Besson per tutto il processo di post-produzione e montaggio del film. Il 18 ottobre è uscita la storia dei Manzonis, una famiglia mafiosa nota che viene trasferita in Normandia, Francia sotto il programma di protezione testimoni. Mentre loro fanno del loro meglio per adattarsi, le vecchie abitudini sono dure a morire e ben presto si ritrovano gestire le cose al modo della “famiglia”.

La sceneggiatura è adattata da Besson ispirandosi al libro Badfellas dell’ autore Tonino BenacquistaVirginie Besson-Silladella EuropaCorp sta producendo. Ryan Kavanaugh della Relativity sta producendo, mentre lo studio di Tucker Tooley sarà il produttore esecutivo insieme a Scorsese.

Commenti

Noi siamo Infinito, la recensione

Noi siamo finito nasce nell’estate del 2011, dalla trasposizione sul grande schermo del romanzo epistolare scritto da Stephen Chbosky; una notizia che forse non sorprende se si riportano alle mente tutte le volte che si è entrati in sala, in particolar modo negli ultimi anni, per osservare un grande o minore romanzo o romanziere prendere vita sul grande schermo.

Noi siamo infinito ha dalla sua il merito e la particolarità di aver reso il suo scrittore il regista della  trasposizione cinematografica, così da poter ritratteggiare in maniera estremamente coinvolgente, fedele e toccante tutta la tensione emotiva sulla quale si costruiscono le storie dei personaggi del romanzo. Ad arricchire il tutto, una colonna sonora finissima e meravigliosa dalla quale spicca imperiosa la famosissima e ricorrente Heroes del Duca Bianco, un cast giovanissimo, estroso e vitale, capitanato da una Emma Watson in grado di mostrarsi nel pieno della sua personalità e maturità recitativa, ed una storia che nell’arco di 90 godibilissimi minuti, esplora in maniera delicata e allo stesso tempo struggente, tutto quel complesso universo di entusiasmi, dolori cocenti e passioni sconsiderate che animano un composito gruppo di quasi adulti. Charlie e i suoi amici, Patrick eSam, questo universo lo rappresentano appieno, Charlie al primo anno delle scuole superiori, cerca con difficoltà ed un’ estrema solerzia negli studi, di costruirsi un ruolo tra i suoi coetanei, mentre Parick e Sam, alle soglie del mondo universitario, cercano di costruirsene uno nel mondo.

Continua a leggere la recensione.

Commenti

Enrico Nadai – Le note di una storia

Un giovane talento canoro, un film interamente concepito da una squadra di ragazzi, uno show musicale dal vivo e una grande iniziativa di solidarietà : sono questi gli elementi del nuovo progetto artistico di Enrico Nadai, lanciato dalla popolare trasmissione televisiva “Io Canto” ed amatissimo da fan di ogni età che lo seguono con calore ed entusiasmo nelle sue innumerevoli performance.

Insieme all’Associazione “Ragazzi e Cinema” di Oggiono (Lecco), da quindici anni impegnata nel coinvolgere bambini ed adolescenti in esperienze legate al mondo della settima arte e sotto la direzione musicale del maestro Dino Doni, Enrico sta ora lavorando ad uno spettacolo realmente significativo, che unirà musica, immagini e colori, affrontando – in punta di piedi, con la dolcezza tipica dei più giovani – il tema della disabilità.

Enrico sarà attore e voce narrante di un film – un mediometraggio – che racconterà, a modi fiction, la delicata storia del rapporto tra due fratelli: Andrea, il più grande, quindicenne con un passato da bullo arrogante e prepotente e Luca, di soli dieci anni, portatore di handicap dalla nascita. Mentre fuori di casa Andrea si atteggia da leader spavaldo, in famiglia fatica a mantenere un rapporto con i genitori e soprattutto con il fratellino, del quale mai ha parlato con nessuno, per paura di pregiudizi.

Un pomeriggio, Andrea accetta di aiutare un suo coetaneo appassionato di musica (interpretato da Enrico stesso) ad organizzare un concerto in favore di un’associazione benefica. Mai, però, può immaginare che quell’associazione in realtà è la stessa frequentata da Luca e da altri bimbi come lui.

“Le Note di una Storia” è dunque il titolo di un film in cui a fare da tema portante saranno – oltre

all’interpretazione dei ragazzi – le canzoni di Enrico Nadai (tutte rigorosamente inedite) che faranno da colonna sonora alla fiction e serviranno al pubblico per riflettere su quanto narrato.

La vera novità, poi, è rappresentata dal contesto in cui il video sarà presentato: uno spettacolo diviso in due parti, che girerà l’Italia, attraverso una tournée nelle principali città della penisola. Nella prima parte, sarà offerta la visione del film, mentre nella seconda Enrico si esibirà dal vivo, in un concerto intervallato da riflessioni, parole e poesie legate – ovviamente – al tema della disabilità.

L’impegno di un giovane artista che ha scelto di impegnarsi ad affrontare una tematica realmente

significativa lascia intendere il desiderio di Enrico stesso e di tutto il suo team di riuscire a trasmettere – soprattutto ai ragazzi – messaggi di sensibilizzazione e di solidarietà. Farlo attraverso il cinema e la musica vuole essere un esperimento per mostrare come l’arte ed il talento si possano spendere bene, non soltanto per intrattenere ma anche e soprattutto per non lasciare indifferenti.

http://www.facebook.com/EnricoNadaiOfficialFanPageFB

http://twitter.com/Nadaiofficial

http://www.enriconadai.it/

 

Commenti

Loris Capirossi ed Enrico Nadai a Cernusco sul Naviglio per l’inaugurazione di Ragazzi e Cinema

Saranno il campione di motociclismo Loris Capirossi ed il giovanissimo talento Enrico Nadai (lanciato dalla trasmissione di Canale 5 “Io Canto”) ad inaugurare la stagione 2012/2013 di Ragazzi e Cinema, nella sua sede staccata a Cernusco sul Naviglio, con un serata di festa in programma Venerdì 21 Settembre alle ore 21.00 presso l’Auditorium Maggioni (in Via Don Milani).

Anche quest’anno, l’associazione tornerà a coinvolgere bambini ed adolescenti in attività gratuite legate al cinema, alla radio e allo spettacolo. Da ottobre (e sino a maggio) giovani e giovanissimi parteciperanno così alla produzione di un vero film, all’ideazione e alla conduzione di trasmissioni radiofoniche in diretta (grazie alla collaborazione con l’emittente Radio Cernusco Stereo) e alla creazione di spettacoli musicali e teatrali (attraverso laboratori di canto, ballo, rap e recitazione).

L’obiettivo del progetto – che conta sul patrocinio dell’amministrazione comunale di Cernusco – è quello di offrire opportunità di aggregazione e di creatività alle nuove generazioni. I ragazzi potranno così sentirsi a tutti gli effetti protagonisti, su un set, in uno studio radiofonico o su un palcoscenico.

Da sempre, il Gruppo può contare sulla presenza di testimonial d’eccezione (personaggi della tv, del grande schermo, della musica e dello sport) che hanno sposato a pieno le sue finalità e che hanno accettato di presenziare agli eventi organizzati nel territorio.

Venerdì 21 settembre, dunque, Loris Capirossi ed Enrico Nadai interverranno alla serata di apertura (ad ingresso libero); il primo racconterà al pubblico la sua storia e darà avvio ad un progetto specifico che Ragazzi e Cinema ha voluto fortemente concretizzare a Cernusco: la realizzazione di un lungometraggio che affronta la tematica della sicurezza stradale, attraverso il linguaggio e l’interpretazione degli adolescenti. Loris Capirossi darà il proprio messaggio ai giovani rispetto al tema e consiglierà su come affrontarlo nel film che verrà prodotto a partire dalle settimane successive. La voce di un campione sarà quindi indispensabile per l’avvio di un percorso realmente significativo.

Enrico Nadai invece – oltre ad esibirsi in alcuni successi musicali, ripercorrendo la sua lunga avventura televisiva nel popolare show “Io Canto” – parlerà per la prima volta in pubblico di un nuovo grande progetto artistico e sociale che lo vedrà protagonista, proprio insieme ai giovani di Ragazzi e Cinema e sotto la direzione musicale del maestro Dino Doni.

http://it-it.facebook.com/EnricoNadaiOfficialFanPageFB

http://twitter.com/Nadaiofficial

http://www.enriconadai.it

Commenti

Mercoledì 7 dicembre streaming live dal Teatro della Fortuna di Fano: in scena il Nabucco di Giuseppe Verdi

E’ reputato forse il più bel teatro delle Marche e sicuramente è uno dei gioielli architettonici di stile neoclassico del suo genere. Il Teatro della Fortuna di Fano, gestito dalla omonima Fondazione guidata dal Presidente e Sovrintendente Giuseppe de Leo con la direzione artistica di Virginio Fedeli, inaugura la Stagione Lirico Sinfonica 2011 2012 con alcune importanti novità artistiche e tecniche.
Mercoledi 7 dicembre, a partire dalle h 20.30, sarà possibile seguire la prima del Nabucco di Giuseppe Verdi, in diretta streaming, accedendo direttamente al link http://diretta.teatrodellafortuna.com o nei giorni successivi in download accedendo direttamente al sito del Teatro.
Un servizio realizzato in collaborazione con le principali piattaforme web che darà a tutti gli appassionati di lirica la possibilità di vivere le stesse emozioni di sala anche da altre città o comodamente dalla propria abitazione.

Questa rappresentazione del Nabucco punta – come l’intera stagione – sull’altissima qualità dei protagonisti, artisti di fama mondiale che hanno aderito al rinnovamento della Fondazione basato su un nuovo modello di gestione teatrale.
La regia è affidata a Massimo Gasparon e il podio a Roberto Parmeggiani (anche direttore musicale della Fondazione). In scena il baritono Giovanni Meoni nel ruolo del titolo, una delle ultime scoperte di Riccardo Muti, il tenore Luca Canonici, nella parte di Ismaele, gradito ritorno al Teatro della Fortuna, il grande basso Michele Pertusi che si preannuncia uno strepitoso Zaccaria, il soprano Paoletta Marrocu in uno dei suoi cavalli di battaglia, il ruolo di Abigaille, e il mezzosoprano Agata Bienkowska che debutta nel ruolo di Fenena.

Commenti

Cinema: film in uscita, 10 giugno 2011

Oggi al cinema poche novità ma titoli molto interessanti per allietare il week end di migliaia di italiani che riempiranno i multisala visto il cattivo tempo previsto. I film in uscita sono da USA, Francia e Regno Unito, quindi niente made in Italy questa settimana.

Primo su tutti X-Men: L’inizio, prequel della saga dei mutanti che appasiona grandi e piccini. London Boulevard vede la coppia Keira Knightley e Colin Farrell in un thriller mozzafiato che vi lascerà in trepidante attesa fino alla fine.

Un altro thriller in uscita è Punto d’impatto con Liv Tyler. Infine una commedia tutta francese Le donne del 6° piano di Philippe Le Guay e il britannico Bronson di Nicolas Winding Refn.

Commenti