Archive for Cinema

La bellissima attrice Francesca Dellera, musa del regista Marco Ferreri

Francesca Dellera inizia la sua carriera artistica come fotomodella; la sua femminilità attira importanti registi del grande e piccolo schermo, che la scelgono per interpretare donne passionali e misteriose.

MV5BMTk1NjI4MzAxOF5BMl5BanBnXkFtZTcwMDcxNjYwNw@@. V1 SX99 CR0,0,99,99 AL  La bellissima attrice Francesca Dellera, musa del regista Marco FerreriMV5BMTMyNjc4MzI5Ml5BMl5BanBnXkFtZTcwNDgxNjYwNw@@. V1 SX99 CR0,0,99,99 AL  La bellissima attrice Francesca Dellera, musa del regista Marco FerreriMV5BMTU2ODQyNTc2OF5BMl5BanBnXkFtZTcwNDkxNjYwNw@@. V1 SX99 CR0,0,99,99 AL  La bellissima attrice Francesca Dellera, musa del regista Marco Ferreri

Francesca Dellera, carriera da fotomodella

Dotata di una bellezza eterea e avvolgente, Francesca Dellera incanta chi la osserva. A differenza di tante colleghe, non si muove in modo calcolato o studiato: ogni suo gesto è accompagnato da una spontaneità innocente; il suo volto è illuminato da uno sguardo profondo, eternamente velato da una leggera malinconia. La carriera di Francesca Dellera inizia quando, giovanissima, lavora come fotomodella a Roma. Le morbide forme del suo corpo, la sua bellezza travolgente, il candore della pelle, che mette in risalto i suoi capelli ramati e l’intensità dello sguardo ispirano il talento artistico di fotografi come Helmut Newton, Annie Leibovitz, Dominique Issermann, Andrè Rau, Michel Comte, che vogliono immortalare questa bellezza diafana e allo stesso tempo carnale. La sensualità dell’attrice colpisce i registi più importanti del momento. Viene scelta per il ruolo da protagonista nell’adattamento televisivo del film “La romana”, tratto dal romanzo di Moravia, nel quale recita accanto a Gina Lollobrigida rendendola popolare anche al piccolo schermo. Moravia ne rimarrà così incantato da dedicarle un’intervista sull’Espresso, privilegio che aveva concesso solo ad attrici come Claudia Cardinale e Sofia Loren.

1069337 524007627652916 684838451 n La bellissima attrice Francesca Dellera, musa del regista Marco Ferreri

Francesca Dellera, bellezza carnale e diafana che seduce Marco Ferreri

I due aspetti dell’attrice, passione carnale e bellezza eterea sono perfettamente fusi ne “La Carne”, film dal titolo evocativo che il regista Marco Ferreri scrive su misura per lei. Ne La Carne, il corpo dell’attrice e le sue movenze, che la fanno apparire a volte estremamente terrena e, altre, distaccata dal mondo, rapiscono la volontà del protagonista che decide di ucciderla e farla diventare parte di sé per possederla per sempre. Il film costituisce l’apice della carriera di Francesca Dellera che, un po’ per motivazioni personali e timore di essere soffocata da una notorietà inarrestabile, un po’ a causa del suo carattere ribelle e anarchico, compare nel grande e nel piccolo schermo sempre più di rado, avvolgendo il suo già enorme fascino di un alone di mistero e attesa. Gira “L’ours en peluche” accanto al grande divo francese Alain Delon e quindi la miniserie televisiva Nanà, ispirata al romanzo di Emile Zola, con la quale l’attrice ha in comune, per sua stessa ammissione, una certa predisposizione alla ricerca dell’eccesso e all’autodistruzione, dalle quali riesce sempre ad uscire allontanandosi dalla confusione e dalla luci dei riflettori e rifugiandosi dentro se stessa.

Per conoscere la carriera dell’attrice Francesca Dellera, musa di Marco Ferreri, visitate il suo profilo su Imdb.

Commenti

STAR WARS DAY ITALIANO AL COLOSSEO

Dal Campidoglio al Colosseo, il primo grande Star Wars Day italiano!

 

Roma, 6 maggio 2014

Il presidente dell’Assemblea capitolina, Mirko Coratti, ha accolto con grande entusiasmo in Aula “Giulio Cesare” il presidente della Walt Disney Company Daniel Frigo e il dott. Francesco Romeres, COO di Armosia società organizzatrice dell’Evento, in occasione del primo Star Wars Day italiano, che ha avuto il Colosseo come location esclusiva. Con loro anche Darth Vader, scortato da tre guardie imperiali.

“Attraversare una piazza del Campidoglio gremita di turisti insieme ai personaggi dell’importante saga di Star Wars è stata davvero un’emozione forte” ha detto il presidente Coratti. “Sono stato contento di averli avuti ospiti. Li aspettiamo ancora e torneranno presto. Il presidente Daniel Frigo, infatti, ha promesso che saranno nuovamente qui in occasione della prima del prossimo attesissimo Star Wars Episodio VII, in uscita nel 2015”. 

Commenti

UN NUOVO PORTALE IN CUI SCOPRIRE LE NOTIZIE SUGLI EVENTI NEL MONDO DELL’ARTE

Eventi di cultura, arte e spettacoli, film, concerti e mostre: Riflettori su è un portale web, il modo più innovativo e all’avanguardia per rimanere sempre aggiornato sugli eventi del momento, conoscere le prossime uscite, avere delle dritte su come e quando prenotare i biglietti nonché conoscere l’opinione degli utenti del web su eventi a cui hanno già partecipato.

matisse ferrara s 10 UN NUOVO PORTALE IN CUI SCOPRIRE LE NOTIZIE SUGLI EVENTI NEL MONDO DELL’ARTE

UN NUOVO PORTALE IN CUI SCOPRIRE LE NOTIZIE SUGLI EVENTI NEL MONDO DELL’ARTE

La mostra di Frida Kahlo a Roma, quella di Gustav Klimt a Milano, Vermeer e i pittori olandesi a Bologna: puoi trovare tutte le informazioni a riguardo sul nuovo portale generico di arte e spettacolo. News dal mondo della musica e del teatro, inoltre, non potranno mancare per tenerti aggiornato. Per il famosissimo Guerre Stellari, Bob Iger, Amministratore Delegato della Disney, dopo aver acquisito la Lucasfilm, ha messo in cantiere una nuova trilogia. Puoi leggere, commentare a tuo piacere o scrivere altre novità del genere, direttamente sul sito web. Tutti gli highlights dal mondo della cultura italiana ed estera. Per non perdere nessuna news, visita direttamente il sito di Riflettorisu. Continue reading “UN NUOVO PORTALE IN CUI SCOPRIRE LE NOTIZIE SUGLI EVENTI NEL MONDO DELL’ARTE” »

Commenti

Il film documentario sulla vicenda di Enzo Tortora a cura di Ambrogio Crespi

A trenta anni dall’arresto di Enzo Tortora e dalla infame passerella mediatica che fu costretto a subire, e a venticinque dalla sua tragica morte, questo docuflm rappresenta un tentativo di riaccendere la memoria su un caso che pose la politica dell’epoca con le spalle al muro rispetto alle responsabilità della giustizia italiana. Abbiamo domandato ai protagonisti di questo Docuflm: “Dopo 30 anni, cosa è cambiato?” e siamo riusciti a rievocare il dramma di un uomo perbene.

Il caso Tortora é una ferita ancora aperta, troppo spesso una bandiera sventolata sulle bariccate degli opposti schieramenti. A trent’anni dal suo arresto e venticinque dalla sua morte era necessario e doveroso ricostruire attraverso i protagonisti e testimoni quella vicenda che è un archetipo tutto italiano sia da un punto di vista umano che storico.

 

Il Docufilm Enzo Tortora

Commenti

Sul blog di Paolo Artioli puoi trovare le recensioni delle ultime uscite cinematografiche

Appassionato di cinema, Paolo Artioli ha aperto un blog nel quale discute delle ultime uscite cinematografiche e dei grandi classici della storia della settima arte.

2611334936 Sul blog di Paolo Artioli puoi trovare le recensioni delle ultime uscite cinematografiche

IL PROFILO DI PAOLO ARTIOLI

Laureato in Scienze dei Beni Culturali, Paolo Artioli ha ottenuto il massimo dei voti con una tesi sul cinema di Alejandro Jodorowsky. Successivamente ha ampliato la sua conoscenza in ambito cinematografico frequentando una serie di corsi specifici sull’argomento e partecipando ai principali festival nazionali e internazionali (quello di Cannes su tutti). Paolo Artioli ha quindi deciso di aprire un blog sul tema in cui parlare di tutto: news, recensioni e approfondimenti. Tra i suoi registi preferiti ci sono Alfred Hitchcock, Orson Welles, Woody Allen, Martin Scorsese, Federico Fellini, Paolo Sorrentino, Francis Ford Coppola, David Lynch, Takeshi Kitano e molti altri ancora. Su tutti questi autori ha sviluppato una competenza trasversale, con particolare attenzione ai diversi contesti nei quali si sono trovati e nell’apporto fornito alla storia del cinema.

PAOLO ARTIOLI: LE RECENSIONI DEL BLOG

Il blog di Paolo Artioli contiene le recensioni di importanti film usciti recentemente.
Tra le varie, spicca quella di Sacro Gra, il documentario di Gianfranco Rosi premiato con il Leone d’Oro all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Accanto a questa, il commento su Amour, capolavoro di Michael Haneke, vincitore della Palma d’oro a Cannes e dell’Oscar al Miglior Film Straniero, su un tema delicato come quello della malattia, affrontato senza sconti e con uno sguardo estremamente aderente alla realtà. Le recensioni di Paolo Artioli non vertono esclusivamente su opere d’essai: nel blog è presente infatti un giudizio nei confronti del film La Frode, che vede tra i suoi interpreti Richard Gere nella parte di un novello Gordon Gekko.

Per rimanere costantemente aggiornato sulle ultime uscite cinematografiche, visita il blog di Paolo Artioli.

Commenti

Le tecniche di base per la composizione fotografica

Se avete deciso di dedicarvi alla fotografia sappiate che si tratta di un’arte molto complessa e, almeno agli inizi, dovrete tenere sempre a mente alcune regole di base. Oggigiorno le offerte reflex non mancano e quindi quasi tutti i fotoamatori ne possiedono una; ovviamente scattare le foto queste fotocamere non è affatto semplice, in questa guida vedremo alcuni consigli utili per scattare foto equilibrate e senza errori. Dopo che avrete preso confidenza con le seguenti regole naturalmente potrete anche permettervi di fare qualche eccezione. Vediamo quindi quali sono le regole di base per uno scatto di qualità.

  • La regola dei terzi. Uno degli errori tipici commesso dai fotografi principianti consiste nel porre il soggetto della fotografia esattamente al centro dell’inquadratura. In realtà per creare una composizione più bilanciata bisogna suddividere l’inquadratura in nove segmenti uguali; gli elementi più importanti della foto dovrebbero essere posti su punti ideali di intersecazione di queste linee. Alcune reflex prevedono un’apposita funzione che mostra sullo schermo una griglia per poter applicare senza errori questa regola;
  • Saper utilizzare le linee. Di solito quando osserviamo una fotografia l’occhio cade spontaneamente sulle linee principali. Proprio per questo motivo è sempre preferibile sfruttare le linee in modo sensato. Grazie alle linee è possibile infatti valorizzare gli elementi più rilevanti della scena;
  • Disporre gli elementi in modo bilanciato. Posto che il soggetto principale è, come tale, il protagonista della foto è sempre preferibile mettere accanto a questo oggetti meno rilevanti ma che comunque consentano di riempire gli spazi vuoti;
  • le simmetrie. Anche se non sembra in realtà l’ambiente che ci circonda è caratterizzato da motivi e simmetrie. Bisogna saperle sfruttare per creare foto interessanti;
  • l’angolo di osservazione. Prima di scattare è sempre preferibile analizzare tutte le possibili angolature da cui immortalare il soggetto.

Commenti

Gli scatti dei più grandi fotografi e alcune immagini tratte dal set: tutto questo sul sito di Francesca Dellera

Francesca Dellera ha ispirato nel corso della sua carriera i più grandi fotografi internazionali: Helmut Newton, Dominique Issermann, Michel Comte e André Rau. Visita la galleria fotografica presente sul suo sito ufficiale per vedere gli scatti più belli.

LA BIOGRAFIA DI FRANCESCA DELLERA

Francesca Dellera nasce artisticamente come fotomodella e il suo fascino e la sua eleganza le hanno permesso di diventare un’icona di bellezza, immortalata nelle copertine delle principali riviste italiane e internazionali di moda e spettacolo.
Per la sua bellezza perentoria viene notata da importanti registi italiani, come Marco Ferreri, che la scelgono come protagonista dei loro film e anche Federico Fellini le offre la parte della fata in Pinocchio, pellicola purtroppo mai girata per la sopravvenuta scomparsa del maestro.
Recita nel remake de La Romana, tratto da un romanzo di Alberto Moravia, che le dedica un’intervista sul settimanale L’espresso, come aveva fatto solo con Sofia Loren e Claudia Cardinale.
Trasferitasi in Francia, Francesca Dellera diventa modella d’eccezione per Jean Paul Gaultier e viene inserita nel libro che festeggia i 50 anni di vita del Festival di Cannes.

FRANCESCA DELLERA: FOTO DAL SET E SCATTI D’AUTORE

Il sito ufficiale di Francesca Dellera presenta una galleria fotografica che raccoglie gli scatti più belli della modella e le immagini tratte dai set dei film che l’hanno vista come protagonista.

La photogallery è suddivisa in diverse sottocategorie: Photo on Set, Advertising e Masters’ Shots.
Nella prima si può trovare, ad esempio, un’immagine di Francesca Dellera sul set de L’ours en Peluche, la pellicola diretta da Jacques Deray con Alain Delon.

In Masters’ Shots, invece, sono presenti gli scatti dei più importanti fotografi di moda che l’hanno scelta come musa ispiratrice.
Tra i tanti, André Rau ha realizzato un servizio fotografico che ha per protagonista Francesca Dellera.

Per visionare la photogallery di Francesca Dellera, vai sul suo sito ufficiale.

Commenti

Scorsese e Besson insieme per il nuovo film Malavita

Il Premio Oscar Martin Scorsese è ora ufficialmente nominato Produttore Esecutivo del nuovo film mafioso d’azione Malavita, diretto da Luc Besson (Il quinto elemento) e interpretato da Robert De Niro, Michelle Pfeiffer, Tommy Lee Jones, Dianna Agron eJohn D ‘Leo.

Scorsese e Besson hanno iniziato Malavita con una partnership informale dove Scorsese ha giocato un ruolo importante offrendo una consulenza creativa, prima e durante le riprese. Ora che il ruolo di Scorsese è stato formalizzato come produttore esecutivo, egli continuerà a lavorare con Besson per tutto il processo di post-produzione e montaggio del film. Il 18 ottobre è uscita la storia dei Manzonis, una famiglia mafiosa nota che viene trasferita in Normandia, Francia sotto il programma di protezione testimoni. Mentre loro fanno del loro meglio per adattarsi, le vecchie abitudini sono dure a morire e ben presto si ritrovano gestire le cose al modo della “famiglia”.

La sceneggiatura è adattata da Besson ispirandosi al libro Badfellas dell’ autore Tonino BenacquistaVirginie Besson-Silladella EuropaCorp sta producendo. Ryan Kavanaugh della Relativity sta producendo, mentre lo studio di Tucker Tooley sarà il produttore esecutivo insieme a Scorsese.

Commenti

Noi siamo Infinito, la recensione

Noi siamo finito nasce nell’estate del 2011, dalla trasposizione sul grande schermo del romanzo epistolare scritto da Stephen Chbosky; una notizia che forse non sorprende se si riportano alle mente tutte le volte che si è entrati in sala, in particolar modo negli ultimi anni, per osservare un grande o minore romanzo o romanziere prendere vita sul grande schermo.

Noi siamo infinito ha dalla sua il merito e la particolarità di aver reso il suo scrittore il regista della  trasposizione cinematografica, così da poter ritratteggiare in maniera estremamente coinvolgente, fedele e toccante tutta la tensione emotiva sulla quale si costruiscono le storie dei personaggi del romanzo. Ad arricchire il tutto, una colonna sonora finissima e meravigliosa dalla quale spicca imperiosa la famosissima e ricorrente Heroes del Duca Bianco, un cast giovanissimo, estroso e vitale, capitanato da una Emma Watson in grado di mostrarsi nel pieno della sua personalità e maturità recitativa, ed una storia che nell’arco di 90 godibilissimi minuti, esplora in maniera delicata e allo stesso tempo struggente, tutto quel complesso universo di entusiasmi, dolori cocenti e passioni sconsiderate che animano un composito gruppo di quasi adulti. Charlie e i suoi amici, Patrick eSam, questo universo lo rappresentano appieno, Charlie al primo anno delle scuole superiori, cerca con difficoltà ed un’ estrema solerzia negli studi, di costruirsi un ruolo tra i suoi coetanei, mentre Parick e Sam, alle soglie del mondo universitario, cercano di costruirsene uno nel mondo.

Continua a leggere la recensione.

Commenti

Enrico Nadai – Le note di una storia

Un giovane talento canoro, un film interamente concepito da una squadra di ragazzi, uno show musicale dal vivo e una grande iniziativa di solidarietà : sono questi gli elementi del nuovo progetto artistico di Enrico Nadai, lanciato dalla popolare trasmissione televisiva “Io Canto” ed amatissimo da fan di ogni età che lo seguono con calore ed entusiasmo nelle sue innumerevoli performance.

Insieme all’Associazione “Ragazzi e Cinema” di Oggiono (Lecco), da quindici anni impegnata nel coinvolgere bambini ed adolescenti in esperienze legate al mondo della settima arte e sotto la direzione musicale del maestro Dino Doni, Enrico sta ora lavorando ad uno spettacolo realmente significativo, che unirà musica, immagini e colori, affrontando – in punta di piedi, con la dolcezza tipica dei più giovani – il tema della disabilità.

Enrico sarà attore e voce narrante di un film – un mediometraggio – che racconterà, a modi fiction, la delicata storia del rapporto tra due fratelli: Andrea, il più grande, quindicenne con un passato da bullo arrogante e prepotente e Luca, di soli dieci anni, portatore di handicap dalla nascita. Mentre fuori di casa Andrea si atteggia da leader spavaldo, in famiglia fatica a mantenere un rapporto con i genitori e soprattutto con il fratellino, del quale mai ha parlato con nessuno, per paura di pregiudizi.

Un pomeriggio, Andrea accetta di aiutare un suo coetaneo appassionato di musica (interpretato da Enrico stesso) ad organizzare un concerto in favore di un’associazione benefica. Mai, però, può immaginare che quell’associazione in realtà è la stessa frequentata da Luca e da altri bimbi come lui.

“Le Note di una Storia” è dunque il titolo di un film in cui a fare da tema portante saranno – oltre

all’interpretazione dei ragazzi – le canzoni di Enrico Nadai (tutte rigorosamente inedite) che faranno da colonna sonora alla fiction e serviranno al pubblico per riflettere su quanto narrato.

La vera novità, poi, è rappresentata dal contesto in cui il video sarà presentato: uno spettacolo diviso in due parti, che girerà l’Italia, attraverso una tournée nelle principali città della penisola. Nella prima parte, sarà offerta la visione del film, mentre nella seconda Enrico si esibirà dal vivo, in un concerto intervallato da riflessioni, parole e poesie legate – ovviamente – al tema della disabilità.

L’impegno di un giovane artista che ha scelto di impegnarsi ad affrontare una tematica realmente

significativa lascia intendere il desiderio di Enrico stesso e di tutto il suo team di riuscire a trasmettere – soprattutto ai ragazzi – messaggi di sensibilizzazione e di solidarietà. Farlo attraverso il cinema e la musica vuole essere un esperimento per mostrare come l’arte ed il talento si possano spendere bene, non soltanto per intrattenere ma anche e soprattutto per non lasciare indifferenti.

http://www.facebook.com/EnricoNadaiOfficialFanPageFB

http://twitter.com/Nadaiofficial

http://www.enriconadai.it/

 

Commenti