Trucchi Pokémon Go

Una Vacanza Speciale a Leuca

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca è una cittadina a più piani, in totale due. Castrignano del Capo è la località più a sud di Lecce, ma si staglia su una piccola altura che, stando ad una convenzione nautica, dividerebbe il Mare Adriatico e lo Ionio, le cui acque, dal colore blu, lambiscono la marina abitata della parte sottostante. .Trova e scegli fra i migliori Hotel a Santa Maria di Leuca per scoprire questa città in tutti i suoi aspetti!
Ad unire il piano terra e illivello superiore, ci sono circa 300 gradini. La scalinata conduce a quei tesori monumentali che è all’origine della grande fama della località turistica: il Santuario dedicato a Santa Maria De Finibus Terrae e il Faro..
La Basilica è collegata ad una struttura difensiva tutte e due furono innalzate nel 1700 control’assalto del popolo turco e saraceno. Nel piazzale antistanteha luogo la Croce monumentale che risale all’Anno Santo, 1901. A corredare il tutto ci pensano una sala conferenze e un Museo dove sono esposte le opere di artisti contemporanei entrambi costruiti nel 2000. lontano XVIII secolo quando fu potenziata anche da una fortezza volta a ripararla contro l’assalto straniero del popolo turco e saraceno. Il complesso architettonico si arricchì di una Croce nel piazzale antistante in occasione dell’Anno Santo nel 1901 e da una sala conferenze e Museo nel 2000..
Il complesso con la sua bellezza vi catturerà in modo particolare col sopraggiungere della sera tre fasci luminosi emessi dal Faro rischiareranno le pareti dell’edificio. Una scala a chiocciola di 284 scalini vi vi farà raggiungere la cima ad un’altezza di cinquanta metri il Faro è infatti visibile da una distanza di 40 km.L’edificio risplende di luce propria dunque ma non solo. Alla sera, i tre fasci luminosi del Faro contribuiscono ad esaltare la bellezza della Basilicaanche da una distanza di 40 km.Avete dei dubbi in proposito? Potrete crederci quando sarete in cima a 50 metri d’altezzaraggiungibile in soli 284 gradini.
Le bellezze artistiche nonsi fermano qui. Alla base del promontorio incontrerete nuovi scenari,con il mare ed il suo azzurro che li fa da cornice. Giunti all’ultimo scalino, infatti, sarete oramai nel porto turistico. Voltate lo sguardo nell’intorno e lasciatevi rapire dal fascino direttamente dall’800 delleville. Ve ne erano molte di più in passato ma furono danneggiate ed alcune trasformate durante la seconda guerra mondiale. Nelle ville tutt’oggi visibili (Villa Episcopo, Villa Mellacqua), vi sono parchi, giardini, rimesse per carrozze, stalle per cavalli, cappelle private. Un vero e proprio viaggio nel tempo..
Rituffatevi nel presente, poi, in particolare nelle acque tersee che lambiscono la costa, in alcuni tratti, davvero impervia. L’alta scogliera, però, è attrezzata con diversi lidi balneari che che con sentieri a scalinata e piattaforme in legno renderanno più agevole l’accesso al mare. Non sono gli unici servizi offerti dagli stabilimenti balneari: noleggio di lettini, sdraio, ombrelloni, canoe e pedalò, e ciò che rientra nel ristoro. Chi non voglia fare alcuna fatica, però, ci sono le spiagge libere che costeggiano il lungomare..
Nonaffrettatevi a ritornare nel posto in cui alloggiate, non prima di aver visto le cavità naturali sul versante occidentale, quello di Punta Ristola. La più nota, tra tutte, la Grotta del Diavolo, “nata” nel Neolitico. Un percorso alla profondità di 40 metri, durante il quale si percepirebbero frastuoni dovuti alla presenza di diavoli, da qui il nome della grotta. .
Tramontato il sole, però, cambiate l’abito e preparatevi alle serate qui, movimentate daitanti locali sul rinomato lungomare. Non mancheranno concerti, sagre e manifestazione di vario genere a rallegrare la serata.
Scegliete Santa Maria di Leuca per le vostreferie: poco più di mille abitanti, ma tante meraviglie da vedere.

The comment form is closed.

RSS feed for comments on this post · TrackBack URL